Un weekend postmoderno. Cronache dagli anni Ottanta

Pier Vittorio Tondelli

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Bompiani
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,36 MB
Pagine della versione a stampa: 622 p.
  • EAN: 9788858767108
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Con "Un weekend postmoderno" Tondelli ha elaborato il suo romanzo critico sugli anni Ottanta, una lunga narrazione a scenari che racconta le mode e la musica, le nuove tendenze artistiche e letterarie, le scoperte e gli entusiasmi, la vitalità della provincia italiana in questo decennio. Per la sua ricchezza, per la presa diretta che anima la scrittura tondelliana, negli anni, "Un weekend postmoderno" è stato considerato un libro cult per le nuove generazioni. Tondelli così lo ha definito: "Un weekend postmoderno è un viaggio, per frammenti, reportage, illuminazioni interiori, riflessioni, descrizioni partecipi e dirette, nella parte degli anni Ottanta più creativa e sperimentale."
4,6
di 5
Totale 5
5
3
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Erika

    09/03/2019 13:00:02

    Una meraviglia assurda. Una raccolta di saggi, articoli, annotazioni di Tondelli scritte tra i primi anni Ottanta fino praticamente ai primissimi Novanta, poco prima della morte. Costume, musica, gioventù, droga, provincia, città italiane ed europee, letteratura, cultura, amore, sesso: tutto trattato con un occhio incredibilmente attento, sensibile, mai banale; con una scrittura ricca, talvolta anche articolata, ma al contempo scorrevole e mai volutamente sborona. Una mente superiore, uno sguardo unico e aperto: un narratore "di provincia" che era in realtà un intellettuale di ampissimo respiro. Forse uno dei nostri ultimi grandi classici. Assolutamente da leggere se si ama Tondelli.

  • User Icon

    piervittorio

    21/09/2018 05:07:20

    Una splendida enciclopedia degli anni ‘80, un affresco, un inno, una soggettiva cinematografica, questo e molto altro è il volume che vede raccolti tutte le cronache che il Tondelli giornalista ci dona nel decennio ‘80-‘90. Le tematiche spaziano dall’arte alla vita di spiaggia sulla costiera adriatica, dai nuovi sperimentalismi a teatro fino ai viaggi nell’America letteraria dei miti della Beat Generation, dal fumetto, dalla musica rock al fumetto. Il tutto scritto con lo stile inconfondibile di Tondelli e la grandissima capacità di creare immagini folgoranti. Consigliatissimo per binge-readers e anche per chi preferisce brevi testi letti senza continuità come in raccolte di articoli di vario genere.

  • User Icon

    Ariberto Terragni

    30/04/2008 12:51:07

    Ho riletto Un weekend postmoderno di recente, e l'ho ampiamente rivalutato: apre un nuovo modo di interpretare la critica di costume e, più in generale, affronta con bello stile un tema spinoso (la sociologia di massa di un periodo controverso del recente passato come gli anni Ottanta) senza cadere nelle trappole della banalizzazione. Qualche concessione di troppo al giovanilismo a tutti i costi - caratteristica tondelliana che mi piace sempre meno e che nel tempo per me tende a datare pesantemente la sua prosa-ma nel complesso si tratta di una lettura molto gradevole e di un buon esempio di scrittura in presa diretta: diretta appunto, non approssimativa. Da leggere.

  • User Icon

    Lizzie

    29/01/2005 18:16:58

    Geniale!

  • User Icon

    Fabio

    29/04/2003 17:19:44

    In una sola parola: bellissimo.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Pier Vittorio Tondelli Cover

    (Correggio, Reggio Emilia, 1955-91) scrittore e giornalista italiano. Alla sua opera guardano con interesse gli scrittori delle ultime generazioni. Con la raccolta di racconti d’esordio (Altri libertini, 1980) si è fatto interprete della generazione degli anni Settanta cogliendone istanze concrete, miti e utopie. La provocazione linguistica, l’esuberanza espressiva e il gusto per la rappresentazione della vita materiale caratterizzano anche le narrazioni successive, Pao Pao (1982) e Rimini (1985). La scrittura più controllata di Camere separate (1989), luttuosa storia d’amore omosessuale, riflette sulla solitudine rivelando grande spessore umano e letterario. Come consulente editoriale si è adoperato con passione per dare spazio ai giovani scrittori e ha dato vita al progetto «Under 25», curando... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali