Categorie

Michela Murgia

Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 166 p. , Brossura
  • EAN: 9788806221898

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Amalia

    21/11/2015 11.52.37

    La storia sarebbe abbastanza bella non fosse che: 1) in realtà di sardo ci sono solo dei nomi che finiscono in u: 2) la giovane protagonista ha un quoziente d'intelligenza bassissimo; 3) tutta la parte che si svolge al nord non c'entra niente, sembra messa lì solo per aumentare il numero delle pagine. Conclusione: più facilone che facile.

  • User Icon

    zia dalia

    15/11/2015 16.09.06

    In una terra scarna e arcaica,la Sardegna, i fatti narrati e i personaggi ci conducono in un mondo affascinante che sembra estremamente lontano dal nostro. Ben scritto e ben delineato, questo romanzo si presenta come una interessante lettura.

  • User Icon

    Attilio Alessandro

    02/07/2015 11.07.31

    Non è un libro ma una pietra, un macigno. Il tema dell 'eutanasia non si può trattare che così come la Murgia ne ha scritto in questo libro stupendo. Assolutamente da leggere.

  • User Icon

    Raffaella

    22/12/2014 22.49.23

    Molto bello. Scorrevole, personaggi ben delineati. Argomento molto delicato, ma esposto con grande delicatezza. Porta a riflettere su un tema di grande attualità quale è quello dell'eutanasia. Sembra una storia di secoli fa in realtà molto vicina ai nostri tempi.

  • User Icon

    Luigi

    07/12/2014 10.25.18

    Il libro merita di essere letto così come ha meritato senza dubbio il premio Campiello . Val la pena di sottolineare la levità e la maestria con cui la scrittrice ci fa respirare "l'atmosfera" isolana grazie a poche pennellate e costrutti sintattici originali ,sintetici e mai debordanti. Dall'altra parte emerge la cultura millenaria dell'isola,sicuramente ascrivibile ad epoche pregiudaico-cristiane,di una "sorta di solidarietà che abbraccia l'intera vita dell'uomo dalla nascita alla morte". Aspetto che potrebbe risultare scabroso perché infrange il tabù della morte,ma che si innesta nella contemporanea sensibilità dell'uomo alla ricerca di libertà e dignità anche nella morte.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione