Categorie

Margherita Oggero

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
Pagine: 315 p. , Brossura
  • EAN: 9788804553816

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    barbagianni39

    24/08/2016 19.04.25

    Ai romanzi della Oggero si sono ispirati gli autori delle fiction televisive "Provaci ancora prof" con Veronica Pivetti (e non Luciana Littizzetto). Le fiction hanno un po' inflazionato i personaggi, ma lo stile della Oggero rimane comunque brillante e i suoi racconti meritano di essere letti.

  • User Icon

    Giacomo Bellini

    19/08/2015 17.58.09

    Bel romanzo. La Oggero riesce a creare gialli credibili mantenendo una verve comica notevole. Da consigliare: la serialita' per adesso non ha intaccato lo stile

  • User Icon

    nanni

    11/10/2014 15.32.17

    Mi è piaciuto il libro; scorrevole ed ironico nella descrizione dei fatti e personaggi. Molto bella la caratterizzazione dei personaggi; i due barboni sono eccezionali. Insomma la storia non è particolarmente elaborata, anzi semplice direi, ma il libro non annoia.

  • User Icon

    Luigi A

    28/01/2014 18.00.41

    I libri di CAMILLA BAUDINO li ho letti nn in ordine di uscita ma devo dire che sono sempre più che piacevoli; anzi più ne leggi , più li apprezzi; certo è uno scrivere orginale, un po' pazzo, ma il bello stà proprio lì. Se posso osare un paragone irriverente... diciamo che la OGGERO è la CAMILLERI subalpina?

  • User Icon

    lalli

    26/02/2009 11.42.21

    la oggero scrive gialli leggeri ed ironici ma ben congegnati..unico neo non riesco a scindere la fiugura della profia baudino con il suo alter ego cinematografico luciana litizzetto!

  • User Icon

    Maia

    05/03/2008 14.55.24

    Questa terza indagine della professoressa Baudino è, finora, quella che mi è piaciuta di più. Mi è sembrato che il giallo fosse ancora meglio congegnato e dipanato rispetto ai due romanzi precedenti, "La collega tatuata" e "Una piccola bestia ferita". Ciò che apprezzo di più, nei libri di Margherita Oggero, è il suo stile particolarissimo, tanto particolare che, credo, o si ama o si odia. Per quanto mi riguarda, spero di leggere appena possibile l'ultima "indagine" della profia: "Qualcosa da tenere per sé"!

  • User Icon

    Valeria

    20/11/2007 22.57.26

    Questa volta la Oggero mi ha un po' deluso. Concordo con chi dice che dovrebbe lasciar perdere il genere "giallo": il finale di questo libro l'ho trovato confuso e tirato per i capelli. Mentre sono piacevoli e divertenti le descrizioni della sua vita e degli altri protagonisti. La profia, in questo libro, non brilla per simpatia: le sue attenzioni verso l'amica suonano troppo di compatimento e verso sua figlia è come minimo distratta. Un libretto carino, insomma, ma nulla di più. Molto meglio La Collega Tatuata.

  • User Icon

    rikred

    12/11/2007 15.02.08

    come sempre la oggero sfodera libri tanto leggeri quanto piacevoli alla lettura. la figura della protagonista ormai, per chi ha letto gli altri due, è quasi una persona di famiglia tanto è tratteggiata nei dettagli dall'autrice. resta molto piacevole e rilassante la lettura del libro, l'unica nota stonata forse è la trasposizione televisivo-cinematografica, ma qui si parla solo di libri...quindi la oggero è da consigliare.

  • User Icon

    PAOLA

    10/04/2007 14.59.19

    Carino.. si fa leggere volentieri senza alcuna pretesa. Scorrevole e ben organizzato.

  • User Icon

    elisa***

    01/04/2007 15.08.20

    troppo lento e piuttosto noioso, non sono riuscita ad arrivare alla fine.. bella la copertina pero'..

  • User Icon

    sarah

    02/10/2006 11.43.20

    mi piaccionoi libri della oggero soprattutto per la descrizione dei personaggi e della protagonista in particolare, non credo che il suo genere sia il giallo, dovrebbe orientarsi verso altri generi comunque si legge bene e appassiona, io li considero un ottimo intermezzo tra un libro e l'altro

  • User Icon

    Giulia Corradi

    26/05/2006 21.29.25

    Rispetto al secondo episodio, lo stile è molto più scorrevole e l'elemento giallo ben inserito anche se, alla fine, si perde un po'..romanzo gradevole ma nulla di eccezionale; secondo me il primo è il più carino.

  • User Icon

    Benedetta

    14/05/2006 11.11.15

    Ho aspettato l'edizione economica anche se avevo puntato da tempo questa terza puntata della serie incentrata sulla prof.ssa Baudino. Il romanzo merita: la trama si struttura bene, i protagonisti acquistano sfumature decisive di carattere, il flusso interiore alternato ad una narrazione esterna esplora tutti i modi del narrare. Rimangono alcune incongruenze inerenti il mondo della scuola: un alunno coinvolto dalla prof nelle indagini, una visita fiscale fin troppo poco "fiscale" et alia. Ma sono peccati veniali.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione