Apocalittici e integrati

Umberto Eco

Editore: Bompiani
Collana: Tascabili. Saggi
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12 marzo 2001
Pagine: 400 p.
  • EAN: 9788845248382
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Con la sua intelligenza, la sua curiosità e la sua ironia ha accompagnato i lettori di tutto il mondo in un viaggio bellissimo, lungo più di cinquant'anni.

Quando questo libro è apparso in prima edizione nel 1964 Apocalittici e integrati era solo un titolo. Da allora è diventata una espressione di uso corrente, una opposizione quasi proverbiale. Quando il libro è apparso, applicare strumenti di indagine rigorosa ad argomenti come il fumetto, la canzone di consumo, la narrativa popolare, suonava alle orecchie di molti quasi oltraggioso: oggi nessuno potrebbe avanzare alcun dubbio sul fatto che l’enorme diffusione dei mezzi di comunicazione di massa abbia trasformato il cuore della nostra società, ne abbia permeato l’ideologia, e fornisca a tutti strumenti che fanno ormai parte del modo di parlare e di pensare quotidiano. Molti di questi saggi sono entrati nelle bibliografie internazionali sull’argomento, anche se alcuni risentono del clima e della problematica di quegli anni.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 12,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Davide Battaglia

    13/02/2006 16:21:51

    Nonostante lo stesso Eco affermi che "su questi argomenti ogni mattina ci si sveglia e le cose sono cambiate" le grandi linee tracciate in "Apocalittici e integrati" risultano ancora oggi, quasi mezzo secolo dopo, illuminanti. La sua lucida visione del problema della "cultura di massa" induce a una cauta verifica delle possibilità di un rapporto dialettico tra produttori e fruitori, senza l'ottimismo passivo dell'"integrato" nè lo snobistico rifiuto dell'"apocalittico". Perchè, ed è questo il punto, "l'universo delle comunicazioni di massa è(...)il nostro universo;(...)a queste condizioni non sfugge nessuno". Nell'articolata analisi sui linguaggi dei mezzi di massa, Eco ne sonda le forme e i valori che esse veicolano, destrutturando il Kitsch e la ridondanza, individuando le dichiarazioni ideologiche e le problematiche estetiche, ponendosi sempre il problema di un'"operazione educativa da intraprendersi(...)per fare veramente del mezzo un veicolo di cultura democratica". La ricerca di Eco si srotola dinanzi a una lettura attenta ponendo problemi a cui, prima o dopo, viene data una risposta; così che ogni conto torna, condiviso o meno, per essere allineato in attesa dell'operazione seguente. Trattandosi di un argomento delicato e sempre sull'orlo dell'ecquivoco, non è cosa da poco.

  • User Icon

    Duca Bianco

    14/02/2005 17:55:09

    Superman è un nuovo messia, i fumetti hanno influenzato la visione del mondo di milioni di individui e sono intrisi di filosfia esistenzialista..la cultura di massa messa sotto la lente del grande semiologo assume a rango di rispettabile fenomeno di studio, e apre una nuova dimensione intellettuale a chi si occupa di comunicazione. Questo libro ci fa capire che la comunicazione efficace è intrisa di mitologia; non solo quella di massa(fumetti,televisione,fotoromanzi ecc.), ma anche quella d'impresa: accendete il televisiore e fruite di una pubblicità, forse non ve ne siete accorti ma siete proiettati nel mito.....

  • User Icon

    Cristina Bellantuono

    25/03/2002 10:17:26

    Onore al grande coraggio che nel 1964 portò il giovane Umberto a pubblicare i saggi raccolti nel volume "Apocalittici e integrati". Finalmente la cultura di massa, con le sue canzonette, con i suoi fumetti, i suoi spot pubblicitari, la sua narrativa leggera di facile consumo ecc..., veniva fatta oggetto di studi seri ed elevata a rango di materia da trattarsi nelle aule universitarie.

Scrivi una recensione