DISPONIBILITA' IMMEDIATA

The art of singing

Enrico Caruso

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Nemo Editrice
Formato: EPUB
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 4,83 MB
  • EAN: 9788898790876
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 2,99

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

The historical revelations of the vocal technique of the Greatest Tenor, the “world’s first popstar” Enrico Caruso

In this book, Caruso himself analyzes and describes his phenomenal breathing technique and how he practices it. The great tenor remarks on tone production; such faults as the “white voice”, “throaty voice”, and “goat voice”; the necessity of good diction; and also diet and the part superstition plays in certain singers’ performances. He shows what not to do, as well as what to do, and brings the pupils back to first principles — the art of singing naturally.
Based on the treatise "Caruso and Tetrazzini On the Art of Singing", this little but precious book, is  a “must read” for all vocalists and it is also an  historical reference for anyone who loves Opera.
It also features some photos showing the process of Caruso’s vocal production.  
  • Enrico Caruso Cover

    Tenore. Debuttò al Nuovo di Napoli nel 1895 con Cavalleria rusticana e dopo i primi successi ottenuti a Pietroburgo, a Buenos Aires e alla Scala di Milano, si trasferì al Metropolitan di New York, dove rimase dal 1903 al '20. Voce eccezionale (che univa vellutate ombreggiature baritonali a solari vibrazioni tenorili) e temperamento caldo e comunicativo, espresse come nessun altro lo struggimento sensuale e la passionalità degli «amorosi» del repertorio pucciniano e verista; seppe anche rendere in modo personalissimo, con fraseggi incisivi, larghi e nobili, diversi personaggi verdiani, e colse felicemente il lirismo di Nemorino dell'Elisir d'amore, Lionello della Marta, Faust dell'opera di Gounod. Resta tuttora il più «mitico» tenore del nostro secolo. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali