L' atteggiamento intenzionale

Daniel C. Dennett

Traduttore: E. Bassato
Editore: Il Mulino
Collana: Saggi
Anno edizione: 1993
In commercio dal: 17 settembre 1993
Pagine: 500 p.
  • EAN: 9788815041401
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
La trattazione prende avvio da un interrogativo di fondo: in che modo siamo in grado di capire, descrivere, prevedere gli atteggiamenti, le attività degli esseri umani? Non potremo dare risposte soddisfacenti a questo interrogativo se ci affideremo solo a metodi e concetti scientifici. Un approccio diverso, a noi familiare fin dall'infanzia, sembra capace di dare senso a questa complessità: viene denominato "psicologia del senso comune". I concetti su cui si fonda sono quelli di credenza, desiderio, conoscenza, timore, dolore, aspettativa, intenzione, intelletto, sogno, immaginazione, autocoscienza. In tale atteggiamento mettiamo in atto una strategia interpretativa in cui si presuppone la razionalità delle persone che vogliamo capire o prevedere.

€ 22,83

€ 26,86

Risparmi € 4,03 (15%)

Venduto e spedito da IBS

23 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Carlo M.

    24/05/2009 19:32:55

    Concetti tutto sommato abbastanza facili, esposti in modo difficile. Meno male che in seguito Dennett è migliorato ed è riuscito ad esporre idee più difficili in maniera gradevole e comprensibile anche ai "profani" e/o ai semplici curiosi (ad esempio ne L'IDEA PERICOLOSA DI DARWIN).

  • User Icon

    Fausto Intilla

    29/08/2006 19:45:10

    L'intenzionalita' non e' una proprieta' esclusiva della mente umana, ma risulta diffusa in diversi sistemi fisici e biologici. Gli stati dei sistemi intenzionali, in generale, misurano qualche grandezza dell'ambiente in cui si trovano. Gli stati mentali potrebbero non essere altro che un caso particolare di questo fenomeno, nel qual caso il pensiero stesso non sarebbe altro che la misura di una qualche grandezza che si trova nel mondo in cui viviamo.

Scrivi una recensione