Categorie
Editore: Mondadori
Collana: Oscar storia
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
Pagine: 396 p.
  • EAN: 9788804556428
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 8,62

€ 11,50

Risparmi € 2,88 (25%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    mario

    01/11/2008 10.46.32

    Le sole note positive sono l'ampio spazio dedicato alla definizione del concetto metastorico e metapolitico di Imperium, incarnato in quegli anni dal Barbarossa.Per il resto il ritmo della narrazione e' interrotto in maniera estenuante da date, nomi di localita' e nomi dei potenti del'epoca, il che conferisce al testo un taglio tecnico,noiosissimo e mai divulgativo.Peccato!

  • User Icon

    sandro landonio

    05/01/2008 10.50.26

    Cardini oltre ad essere un medioevalista documentato e preciso ammalia con la sua prosa scorrevole, se a ciò si aggiunge una conoscenza della lingua di Federico che gli permette la citazione frequente dei termini originali tedeschi ne esce un opera dignitosa ed interessante. Illuminante, anche se giustamente limitata nello spazio dedicato, la breve cronistoria delle sfortune letterarie ottocentesche (Berchet, Carducci) del protagonista, soprattutto per la personale scoperta del totale asservimento della realtà storica ai fini della poetica romantica. Anche la denominazione della Lega Lombarda attuale rientra nello stesso leitmotiv ? Cosa avevano di poco padano Pavia od il Monferrato ? Eppure stavano dalla parte imperiale. E ancora…. ma questi comuni continuamente in lotta fra di loro, capaci di unirsi solo di fronte al castigamatti, non rappresentano già la stessa italianità al negativo dei nostri partiti politici attuali ? A voler cercare difetti direi che la scelta di iniziare alcuni capitoli con argomenti generali sul Medioevo, non direttamente attinenti le vicende di Federico, rompe un po’ il ritmo della narrazione e che i grecismi sono troppo frequenti per un opera divulgativa.

Scrivi una recensione