Buonanotte, signor Lenin - Tiziano Terzani - copertina

Buonanotte, signor Lenin

Tiziano Terzani

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: TEA
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 24 aprile 2014
Pagine: 423 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788850235865
Salvato in 108 liste dei desideri

€ 9,50

€ 10,00
(-5%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Buonanotte, signor Lenin

Tiziano Terzani

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Buonanotte, signor Lenin

Tiziano Terzani

€ 10,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Buonanotte, signor Lenin

Tiziano Terzani

€ 10,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nell'agosto del 1991 Tiziano Terzani si trova lungo il corso del fiume Amur, in Siberia, aggregato a una spedizione sovietico-cinese, quando apprende la notizia del golpe anti-Gorbacëv che ha appena avuto luogo a Mosca. Decide di intraprendere subito, questa volta da solo, un lungo viaggio che in due mesi lo condurrà, attraverso la Siberia, l'Asia centrale e il Caucaso, fino alla capitale. Un'esperienza eccezionale, fissata negli appunti, nelle riflessioni e nelle fotografie che compongono questo libro, una testimonianza in presa diretta di un evento epocale, una galleria di individui e popoli diversi, un panorama di città leggendarie, di luoghi sconosciuti e abbandonati ai margini della storia, di vestigia del passato e di segnali del nuovo che avanza. Un viaggio, e un libro, che riprende la fotografia istantanea del tramonto definitivo dell'impero sovietico.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,6
di 5
Totale 13
5
10
4
2
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Flip

    17/07/2020 15:08:09

    Probabilmente il libro di viaggio più autorevole, da uno scrittore di viaggio di tutto rispetto, sull'Unione Sovietica. Un misto di avventure (Terzani ha avuto la fortuna di trovarsi in Urss nel momento esatto del crollo dell'Unione) ben contestualizzate con le giuste nozioni storiche mai noiose o pesanti. Passando per tutte le Repubbliche, partendo dall'Estremo Oriente, arriva a Mosca, per questo quindi molto completo.

  • User Icon

    Lorenzo G.

    13/07/2020 12:39:45

    Questo bel libro pubblicato nel 1992 racconta del viaggio che l'autore ha fatto l'anno precedente partendo dalla Siberia per arrivare a Mosca, capitale dell'appena tramontata URSS, attraversando 9 delle 15 Repubbliche socialiste sovietiche. Interessante e affascinante  reportage sul comunismo sovietico e sulla sua dissoluzione del 1991 che il giornalista vive in diretta raccogliendo varie testimonianze dalla popolazione e dai burocrati locali. Molto belle anche le fotografie in bianco e nero scattate direttamente da Terzani. Questa edizione è completata dalla mappa del percorso fatto dallo scrittore.

  • User Icon

    AdrianaT.

    21/09/2019 07:54:07

    «Il fallimento del socialismo, visto attraverso gli occhi di quelli che ci han creduto o di quelli che ne sono stati vittime: gli uni e gli altri ora eguali, fra le macerie di questo disastro, a spartire la comune miseria.» Un fiume che separa Cina e Russia: «Ho visto l’Amur buttarsi nel mare! Ho toccato l’altro capo di questo continente! La commozione era grande. Il fiume si allarga, si apre come a prepararsi a questo enorme, tanto atteso abbraccio con l’oceano. Le acque rallentano, tremolano argentate nel vento e finalmente, con l’Amur, anche questa immensa, dura Siberia trova la sua pacifica, dolce fine nel mare.»; due popoli che si tengono sotto tiro, che giocano a braccio di ferro, dopo aver giocato per decenni al tiro alla fune con l'intento di rubacchiarsi qualche metro di argine a vicenda. Affascinanti e assieme desolanti i luoghi estremi di un lontanissimo Est del mondo e dell'Asia Centrale di cui Terzani raccoglie frammenti di rovine politiche, sociali e umane. «Un nuovo Turkestan? No. Storicamente siamo nati separati e tali dobbiamo restare. Nonostante la lingua e la religione comuni, siamo gente di razze diverse e la razza conta, è qualcosa di atavico, qualcosa che si mantiene attraverso i secoli, a dispetto di ogni sforzo di integrazione.» Col suo modo semplice e chiaro di narrare, attraverso esperienza, sensibilità, curiosità e coraggio, ogni suo viaggio diventa il mio; è uno dei pochi che riesce a farmi digerire e assimilare un po' di Storia, geografia e politica, accrescendo la sensazione che quello è stato proprio un uomo raro e prezioso. «Questo del giornalista è uno straordinario mestiere. Vengo pagato per fare quel che molti altri pagano per fare: viaggiare il mondo e cercare di capirlo.»

  • User Icon

    serafini lino pasqualino

    21/06/2019 13:23:27

    un viaggio per vedere con mano il disfacimento dell'URSS. mitico

  • User Icon

    Eleonora

    08/03/2019 10:36:40

    Una narrazione che conduce per mano il lettore attraverso il tramonto di un'epoca. Davanti agli occhi di chi legge sfilano l'esperienza di viaggio di Terzani, gli aneddoti e la contestualizzazione storica di ciò che l'autore osserva, la disillusione di una generazione di persone, la distruzione dei simboli comunisti. Contadini, operai, studenti, insegnanti, religiosi mostrano la realtà coi loro occhi tra speranza, rassegnazione e dolore. Questo racconto di viaggio-resoconto giornalistico permette di catapultarsi in terre lontane e immergersi nella storia in maniera allo stesso tempo intensa e leggera.

  • User Icon

    Sara M

    23/09/2018 19:33:24

    A mio parere, questo è il libro migliore di Terzani: ancora lontano da indovini e giri di giostra, ma già concentratissimo e attentissimo osservatore delle persone e dei luoghi in cui viaggia, ci offre uno spaccato su un mondo relativamente vicino all’occidente. Durante un viaggio/reportage lungo il fiume Amur, che separa la Cina dalla Russia e di cui Terzani dà delle descrizioni precise e impressionanti, il giornalista viene colto dalla notizia del crollo dell’Unione Sovietica e del tentato putsch ai danni di Gorbacev e decide di non rientrare a casa ma di proseguire il suo viaggio passando attraverso le ex repubbliche sovietiche dell’Asia Centrale per arrivare poi a Mosca. Il reportage quindi racconta gli incontri di Terzani con gli esponenti del vecchio regime ma anche le nuove figure che si stanno affacciando alla vita pubblica (vecchi esponenti e nuove figure molto spesso, in realtà, combaciano), con intellettuali e artigiani, con contadini e artisti, attraverso i quali lo scrittore si interroga sulle vecchie contraddizioni dello stalinismo ma anche sul preoccupante futuro dei diversi Paesi da lui visitati, sospesi tra nazionalismo e fondamentalismo islamico. La narrazione, oltre a essere ricca di descrizioni precise ma mai noiose, è costellata di aneddoti, riferimenti storici ai diversi personaggi che hanno vissuto nei luoghi attraversati da Terzani, curiosità naturalistiche, citazioni e soprattutto onestissime e lucide analisi socio-politiche, senza tuttavia risultare mai pedante/pesante. L’unico neo del libro, a mio parere, è l’assenza di una carta geografica: non conoscendo bene la geografia dell’Asia Centrale, come credo gran parte degli altri lettori, ho trovato a volte difficile orientarmi e ricordare e comprendere i continui spostamenti dell’autore.

  • User Icon

    manuela

    26/01/2018 11:34:53

    Storia del periodo della caduta del comunismo con la speranza di una nuova vita migliore ma solo una speranza. Un viaggio vissuto in prima persona da TT che lo lascia, a volte, sbigottito. Descrizioni di un "retroscena" che mi hanno lasciata basita. Al crollo di un'epoca, nella confusione totale di un improbabile futuro, i poveri diventano più poveri, nascono ricchi disonesti e malvagi e chi torna da una precedente emigrazione dimentica il proprio passato dimenticandosi il valore dell'umiltà.

  • User Icon

    KidChino

    20/05/2016 20:01:08

    Ci sono dei libri che una volta conclusi ti lasciano senza parole. È per me difficile scrivere una recensione per un'opera di questo livello. Terzani descrive una discesa. La discesa del glorioso (passatemi il termine) impero sovietico e la nascita di nuove realtà che si trovano di fronte ad un abisso. Perché ciò che il socialismo si è lasciato alle spalle nelle ex repubbliche sovietiche è disarmante. Tra i cumuli di macerie delle vecchie statue di Lenin devastate dopo la caduta dell'URSS una moltitudine di popoli e pensieri deve nascere. Deve rinascere. Ma rinascere dopo più di 70 anni di socialismo e dittatura è una missione impossibile. Tra diversità religiose ed odio tra vari popoli si snoda questo diario giornalistico che ripercorre i passi di uno straordinario giornalista che ha vissuto sul posto questo momento storico così delicato. Un'esperienza unica e delirante. Un popolo che ha faticato molto a risorgere e che ancora oggi si porta gli strascichi di un'epoca ormai finita. Ma che nel cuore e nella testa di molti forse non si concluderà mai.

  • User Icon

    Paolo

    23/12/2014 20:43:15

    Un libro di eccezionale interesse, come quasi tutti qualli di Terzani. Un viaggio nel crollo del comunismo sovietico attraverso l'Asia, la Siberia e il Caucaso. Paesi e regioni dove spesso il comunismo non è stato altro che la facciata esterna dei potentati locali. Ci aiuta a comprendere le ragioni di uno degli avvenimenti più importanti della storia recente e ci offre spunti per capire la realtà di oggi.

  • User Icon

    nobile

    23/11/2013 20:41:31

    Bel diario di viaggio.

  • User Icon

    emanuele

    09/02/2007 22:31:34

    Sicuramente il libro migliore di tiziano:appassionato e realista sempre alla ricerca della vera amima dei soggetti che passano accanto alla sua vita di giornalista ma soprattutto viaggiatore.Ci insegna a non fermarsi mai alle apparenze

  • User Icon

    sergio resta

    09/02/2006 19:29:06

    La caduta dell'egemonia comunista viene vissuta attraverso gli occhi di un giornalista avvezzo agli aspetti più miseri dell'esistenza. La fotografia delle repubbliche visitate, minuziosamente descritta da Terzani, evidenzia un panorama di miseria, abbandono, povertà ideologica e materiale che ha corrispettivi solo nelle descrizioni dell'Europa postbellica. L'impero si smembra e i suoi brandelli non sono autarchici, la giusta pretesa di libertà non é sostenuta dalla capacità di cammino autonomo. L'eclettismo dell'Autore dipinge in modo conciso la storia delle neorepubbliche, spaziando da rimembranze storiche preelleniste a eventi conflittuali di più recente storia. Una lettura colta, caratterizzata dal colore delle fantastiche descrizioni dei poveri ma caratteristici mercati islamici, dalle tipizzazioni psicologiche dei nuovi egemoni politici, dalla compassionevole considerazione di un popolo la cui "pretesa" di libertà deve soggiacere al compromesso della schiavitù materiale. Com'è lontana la Russia di Lermontov!

  • User Icon

    Luca Angelino

    01/04/2005 07:26:11

    Tiziano Terzani non è morto, perchè con questo libro la sua immagine rimarrà sempre nella storia, irrimediabilmente legata al più importante evento del dopoguerra. La precisone e la passione con cui analizza luoghi, persone ed ambienti fanno vivere in presa diretta un evento che forse non si è potuto comprendere a suo tempo.. Con la sua immancabile schiettezza ed ironia, Terzani non giudica il sistema comunista da altipiani pregiudizievoli ed ideologici, bensì constata con i suoi occhi le macerie che il grande colosso si è lasciato alle spalle. Palazzoni di cemento, povertà, menzogna e... le rovine della statua del padre della rivoluzione...

Vedi tutte le 13 recensioni cliente
  • Tiziano Terzani Cover

    Scrittore e giornalista italiano. Corrispondente per trent’anni dall’Asia per il settimanale tedesco «Der Spiegel», grazie al proprio stile diretto e divulgativo ha fatto conoscere a un vasto pubblico l’universo variegato e in continua evoluzione del continente asiatico. I suoi libri nascono dalle sue esperienze sui fronti «scomodi»: dei due anni trascorsi nel Vietnam in guerra raccontano Pelle di leopardo (1973) e Giai Phong! La liberazione di Saigon (1976); La porta proibita (1984) raccoglie l’esperienza cinese, durata cinque anni e conclusasi con l’arresto e l’espulsione per attività controrivoluzionarie; il lungo viaggio nell’Unione Sovietica (1991-92) è restituito in Buonanotte, Signor Lenin!, testimonianza... Approfondisci
Note legali