Il colibrì - Sandro Veronesi - ebook

Il colibrì

Sandro Veronesi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: La nave di Teseo
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 6,19 MB
Pagine della versione a stampa: 368 p.
  • EAN: 9788834600801

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa italiana - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

Salvato in 8 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Marco Carrera, il protagonista del nuovo romanzo di Sandro Veronesi, è il colibrì. La sua è una vita di continue sospensioni ma anche di coincidenze fatali, di perdite atroci e amori assoluti. Non precipita mai fino in fondo: il suo è un movimento incessante per rimanere fermo, saldo, e quando questo non è possibile, per trovare il punto d’arresto della caduta – perché sopravvivere non significhi vivere di meno. Intorno a lui, Veronesi costruisce altri personaggi indimenticabili, che abitano un’architettura romanzesca perfetta. Un mondo intero, in un tempo liquido che si estende dai primi anni settanta fino a un cupo futuro prossimo, quando all’improvviso splenderà il frutto della resilienza di Marco Carrera: è una bambina, si chiama Miraijin, e sarà l’uomo nuovo. Un romanzo potentissimo, che incanta e commuove, sulla forza struggente della vita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,8
di 5
Totale 8
5
4
4
1
3
1
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    LillyFal

    14/11/2019 03:42:27

    Ero in dubbio se leggerlo per i temi che tratta e che riguardano (quasi) tutti noi di “una certa” età. Quando l’ho terminato ho avuto una sensazione di pienezza. E’ una storia magnetica e se il tempo non è un problema, si riesce a leggerla tutto d’un fiato, senza sentire stanchezza. Si sorride, si ride, si piange e ci si commuove profondamente per tutte quelle debolezze che seppelliamo dentro di noi. Molte le citazioni ampiamente commentate nei ringraziamenti. Splendido il dono all’amico Sergio Claudio Perroni. Un romanzo che sarà difficile dimenticare

  • User Icon

    Ross

    13/11/2019 13:52:54

    Un bel romanzo che si legge tutto d'un fiato. Eppure, ad esser sincera, ho avuto la sensazione come di vivere una sorta di déjà vu. Sarà che ho letto di recente "Terre rare" dello stesso autore, ma in qualche momento ho finito per confondere le famiglie protagoniste dei due romanzi. E' evidente che i temi di fondo si ripetono, sono i temi cari all'autore, e questo può non essere un difetto. Personalmente avrei preferito un finale meno scontato, magari neppure tanto originale, ma sicuramente più realistico.

  • User Icon

    Evelyn

    12/11/2019 12:39:34

    Ho scoperto Veronesi con questo libro, sono curiosa di leggere altro a sua firma. Certamente mi sento di consigliare questo titolo :)

  • User Icon

    Amy

    09/11/2019 20:18:19

    Un libro che, stando alle recensioni, credevo mi avrebbe deliziato.... È stata una delusione. Secondo me l'autore non ha saputo sviluppare alcuni aspetti presenti nella narrazione che avrebbero potuto dar corpo al tema della sofferenza e del superamento del dolore diluendoli in una rete di eventi non necessari.

  • User Icon

    Rosa

    08/11/2019 15:57:06

    Ogni volta Sandro Veronesi ti trascina nel suo mondo, molto "normale", molto quotidiano, dove tutti prima o poi ci ritroviamo a essere. Lo fa sempre guardando la situazione politica e sociale del nostro paese (anche se non sempre lo dà a vedere così direttamente). Marco Carrera è un italiano, è l'italiano, è il figlio del Novecento che si ritrova nel secolo nuovo e deve continuamente riprendere le misure. Lui come tutti quelli che condividono la sua vita, quelli che incrocia lungo il suo cammino. Sì, come un colibrì fatica a restare in volo, ma come scriveva Guccini, "quel suo volo certo vuole dire che bisognava volare, che bisognava volare".

  • User Icon

    Mauro

    06/11/2019 19:42:58

    Gli scrittori italiani che vanno per la maggiore sono tornati a scrivere "storie": banali, scontate storie di persone o famiglie la cui dimensione non riesce a valicare la loro vicenda per farsi di tutti. È scritto abbastanza bene, ci mancherebbe solo che non lo fosse.

  • User Icon

    Pa.Gri.

    28/10/2019 10:44:17

    Divorato in poche ore. Non mi addentro in giudizi tecnici ma questo credo basti.

  • User Icon

    Lucio Rossi

    25/10/2019 11:22:28

    Veramente bellissimo consiglio la lettura

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
  • Sandro Veronesi Cover

    Scrittore italiano, fratello del regista Giovanni Veronesi. Ha compiuto i suoi studi nel campo dell'architettura, optando definitivamente per la scrittura a 29 anni. Risale infatti al 1988 il suo primo libro Per dove parte questo treno allegro. Con Gli sfiorati Veronesi inizia a rivelarsi come uno scrittore fantasioso e raffinato. Nel 1992 esce Cronache italiane, raccolta di articoli apparsi per la maggior parte sul supplemento domenicale de il Manifesto negli anni tra il 1988 e il 1991.  Dopo lo studio sulla pena di morte nel mondo (Occhio per occhio), Veronesi scrive Venite, venite B 52 (vincitore del Premio Fiesole nel 1996), con cui si allontana fatalmente dalla narrativa della tradizione italiana, avvicinandosi a certi autori americani della cultura psichedelica, come Thomas... Approfondisci
Note legali