Come sposare una donna russa ...e vivere per sempre felici e contenti

Gianni Bandiera

Collana: Le reti
Anno edizione: 2010
Pagine: 125 p., Brossura
  • EAN: 9788864310176
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 11,40

€ 12,00

Risparmi € 0,60 (5%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 6,48

€ 12,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    flavio

    03/10/2011 18:12:06

    Ho letto il libro e mi dispiace per le donne che si sono sentite offese dall'autore ma sono d'accordo praticamente su tutto. A differenza di altre opinioni infatti credo che ci voglia coraggio nello scrivere come ha fatto Bandiera, Anche a costo di farsi nemiche le donne locali, ha deciso di esporre una idea che a mio parere, e a mio sentire non è solo sua. Le donne stesse del resto ammettono che in italia se ci si avvicina a una donna carina il rischio di bruciarsi è alto! L'espressione 'se la tira' non è dell'autore ma è comune tra le persone che vivono e che si confrontano nella nostra societa. Dire che non viviamo un periodo storico particolare, difficile è un eufemismo. Vittima di pubblicita e genitori che esaltano la bellezza come prerogativa fondamentale nei confronti delle figlie è una triste realta. Ammetto che un po' di romanticismo esasperato verso le russe lo si percepisca nella lettura, ma io che ho sposato una donna Ucraina mi trovo d'accordo con l'autore. le donne italiane invece di arrabbiarsi e chiudersi dovrebbero accettare una critica per recuperare la femminilita, la dolcezza e tutto cio' che attrae del gentil sesso...

  • User Icon

    Lidia

    05/09/2011 18:31:14

    Ho acquistato questo libro in quanto, studiando Russo, e amando molto la cultura, la lingua e la letteratura Russa, ero curiosa di capire perche' molti uomini preferiscono una moglie/fidanzata Russa...Un po' immaginavo la delusione, ma non pensavo fino a questo punto...Il voto basso non e' per come e' stato scritto il libro, anzi, la scrittura e' molto scorrevole e accattivante, e neppure per l'argomento trattato in se per se, penso si immagini..bensi', per la superficialita' con cui l'autore giudica le donne, sia Italiane che Russe: le prime, non piacevoli esteticamente ( ?? ), non femminili, dedite solo al lavoro, che " se la tirano"..le altre, tutte bellissime, superfemminili, brave fidanzate-mogli-mamme-donne di casa...si, magari ce n'e' qualcuna che ti puo' fregare, ma insomma, piccolezze...sempre meglio una Russa che ti frega che un'Italiana che se la tira...insomma, la fiera dello stereotipo!!Per l'autore insomma, basta essere nate in terra ex-sovietica per essere belle, brave, buone, e chi piu' ne ha piu' ne metta, mentre invece, noi povere tapine nate nel bel paese, siamo destinate a rimanere sole, in quanto preferiamo il lavoro alla famiglia ( certo, come se si potesse scegliere...).Gli uomini Russi al contrario, sono tutti, ma proprio tutti, brutti ( ma dove????), ubriaconi, cattivi, traditori ( invece gli Italiani????), inaffidabili, mentre i nostri connazionali sono descritti come uomini affascinanti ( si si..), barvi, amanti della famiglia ( anche qui', ci sarebbe tanto da dire..), insomma, menomale ci sono queste meravigliose ragazze Russe che corrono il loro aiuto, e che gli salvano da un triste destino, da condividere con una terribile ragazza Italiana!!!!!La cosa divertente, e' che ho letto che l'autore e' ancora single, nonostante i vari viaggi in terre ex-Sovietiche.

Scrivi una recensione