I custodi del libro

Geraldine Brooks

Traduttore: M. Ortelio
Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
Pagine: 416 p., Brossura
  • EAN: 9788865590201
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 4,86

€ 9,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luisa

    06/03/2016 22:55:12

    Libro abbastanza scorrevole (caratteristica necessaria, vista la mole di pagine) e storia abbastanza avvincente (attira ancor di più, considerato il fatto che si tratta di una narrazione fondata su una storia vera). Ciò nonostante non me la sento di dare il massimo dei voti, per diversi motivi: i voli pindarici tra i vari secoli, all'interno della narrazione, mi ha sempre affascinato, ma questa volta erano storie senza un filo logico, solo quella di Hanna (1996) ha un vero prosieguo, mentre nelle altre i personaggi appaiono e svaniscono come per magia; inoltre, io avrei ben volentieri desiderato sfogliare, alla fine del libro, un glossario, perché non siamo tutti a conoscenza dell'intera cultura giudaica o musulmana; e poi, ciò che lascia a desiderare, è decisamente il finale, non perché sia brutto, ma perché sembra scritto in 5 secondi, come una chiusura improvvisa di chi non sa come far finire la storia. Nonostante ciò, ne è valsa la pena ed è stata comunque una buona lettura!

  • User Icon

    Simon60

    22/01/2016 20:28:48

    Un bel romanzo, che ho gradito, però, in modo diseguale, a seconda delle sezioni e delle storie narrate. Stile sempre gradevole, pulito e scorrevole. Consigliato.

  • User Icon

    Smapel

    02/06/2014 23:21:29

    Un libro che per mezzo della trattazione di un libro apre finestre nei secoli di storia di un popolo tormentato. Consigliato

  • User Icon

    Roberta

    11/04/2013 11:24:44

    Prima di iniziare questo libro non sapevo niente della Haggadah, e poco sulle persecuzioni degli ebrei nel corso dei secoli, quindi sotto questo aspetto l'ho trovato molto interessante e ricco di dettagli storici. Quello che mi ha lasciata un po' perplessa è stato lo svolgersi della storia.. l'autrice ha cercato di collocare geograficamente e temporalmente il libro di preghiere dalla sua nascita fino ai nostri giorni, però il risultato finale è stato una sorta di grande puzzle a cui mancano però alcune tessere. Le vicende di Hanna nel 1996 sono le uniche ad avere una certa continuità, mentre le altre non sono collegate tra di loro e finiscono lasciando sospesi personaggi e vicende legate alla Haggadah. Mi è piaciuta particolarmente la parte ambientata a Siviglia nel 1480 con la nascita delle miniature, mentre ho trovato le altre poco coinvolgenti e anche un po' pesanti nelle descrizioni. Il finale è un po' rocambolesco rispetto al resto del romanzo, ma in definitiva è una delle parti del libro che mi sono piaciute di più. Nella postfazione ho letto che parte di questa storia è inventata mentre alcuni passaggi sono ispirati da realtà storiche documentate.. Credo proprio che la storia completa della Haggadah di Sarajevo e tutte le sue vicissitudini rimarranno un mistero.

  • User Icon

    MARIA CECILIA

    28/11/2012 22:13:54

    straordinariamente avvincente!

  • User Icon

    filippo nox

    03/11/2012 12:16:12

    Sono d'accordo con l'opinione di wentworth. L'avvicendarsi dei tanti personaggi e dei periodi storici avviene in maniera rocambolesca e spesso in modo affrettata. Un pò deludente il finale col furto del manoscritto. Alcune rievocazioni storiche sono comunque interessanti e la lettura è scorrevole. Voto 3,5

  • User Icon

    Francesca

    04/03/2012 14:34:14

    Buon libro, che alterna la narrazione tra passato e presente. Filo conduttore un prezioso manoscritto ebraico e le sue vicissitudini nei vari momenti storici. Un pò fuori luogo il finale ma nel complesso un bel libro.

  • User Icon

    pasquale

    06/10/2011 00:49:38

    Libro molto interessante anche dal punto di vista storico !!!! voto 4,5

  • User Icon

    LUCIA

    07/03/2011 18:04:12

    Che avventura emozionante! Una restauratrice trova in un haggadah un'ala di farfalla, una macchia di vino e granelli di sale marino.Dietro ad ognuno di questi indizi una strabiliante porzione di vita e di storia. Un'idea geniale per strutturare il racconto e per tenere, letteralmente, incatenato il lettore alle sue pagine. Mentre lo leggerai, non ti sentirai più seduto sulla comoda poltrona del tuo salotto, ma sicuramente altrove.

  • User Icon

    wentworth

    11/01/2010 11:01:09

    Troppa carne sul fuoco. Le vicissitudini dei tanti personaggi coinvolti con la Haggadah sono talmente rocambolesche e spesso raccontate in modo affrettato, che si fatica a capirne il senso immediato. Ridicolo, superfluo e quasi inspiegabile il furto finale del manoscritto, come a voler dare un tocco hollywoodiano al racconto, si sa mai che qualcuno voglia farne un film... Alcuni spunti di riflessione interessanti, ma non mi ha coinvolto come mi aspettavo, peccato.

  • User Icon

    maupes

    06/12/2009 19:54:55

    Splendido! Un viaggio nella storia attraverso un manoscritto che è comunque eccezionale: l’Haggadah è un libro ebraico di cerimonie e preghiere relative alla festa di liberazione degli ebrei dall’Egitto. Ce ne sono varie edizioni ma questa, che porta il nome di Haggadah di Sarajevo, è particolare perché è stata salvata curiosamente e coraggiosamente da almeno due musulmani e contiene una sequenza di immagini di grande finezza artistica, relative ad animali, cose e persone che, quando è stata creata in Spagna, oltre 600 anni fa, erano proibite dalla religione ebraica. Tuttora conservata a Sarajevo, ha vissuto una serie infinita di vicissitudini nel corso del tempo, reinterpretate da Geraldine Brooks. Hanna Heat è una giovane e bravissima restauratrice australiana di libri antichi ed a lei viene affidato l’incarico di sistemare il prezioso manoscritto danneggiato da tanti anni di difficoltà in mezzo ad eventi travagliati, persino durante la recente guerra serbo-bosniaca. ‘I custodi del libro’ si svolge quindi in parte ai nostri giorni, ma l’autrice ha voluto ricostruire la storia di questo libro, come fosse un giallo, impreziosendo la narrazione con una serie di lunghi aneddoti, capitoli dedicati, che sono ambientati a Sarajevo nel 1940, a Vienna nel 1894, a Venezia nel 1609, a Tarragona nel 1492 ed a Siviglia nel 1480, partendo da alcuni indizi, insignificanti ai più, ma che l’occhio acuto ed esperto della restauratrice ha scoperto visionando attentamente il manoscritto. Un grande affresco, impreziosito da una serie di eventi storici che raccontano la natura, spesso drammatica, di quei tempi e dai quali spuntano pure alcune curiosità come, ad esempio, l’origine della parola ghetto, a Venezia. Un romanzo che si legge con grande interesse e scorrevolezza e nel quale l’autrice evidenzia una grande sensibilità e documentazione storica. Da non perdere!

  • User Icon

    deli

    29/09/2009 12:04:12

    era da tanto che non leggevo un libro così bello

  • User Icon

    Ozren Kamaran

    26/08/2009 19:45:18

    Copertina= 5 Trama= 5 Suspence = 2 Personaggi = 3 Ambientazioni = 3 Conclusione = 2. Dialoghi = 4 Principale difetto: la conclusione non è all'altezza del libro. In una parola= molto coinvolgente. Ultimo libro letto: la valle degli eroi.

  • User Icon

    Lomax

    24/08/2009 18:37:12

    Libro avvincente ma non convincente, che risente, a mio giudizio, della difficoltà di legare tra loro fatti reali ma troppo isolati e lontani nel tempo. Ne esce un romanzo che solo l'abiità narrativa della Brooks riesce a rendere credibile ma che purtroppo paga pegno soprattutto nel finale hollywoodiano. Bellissime, comunque, le parti storiche, che offrono interessanti spunti di conoscenza soprattutto grazie all'esperienza ed alla meticolosa preparazione dell'Autrice.

  • User Icon

    Ros

    06/07/2009 16:04:38

    Libro bellissimo, da leggere con calma,ed rileggere,per apprezzarne tutti i particolari, dei vari eventi storici del libro! Primo libro che leggo di questa autrice, che merita una mia lode! Consigliatissimo!

  • User Icon

    Linda

    26/05/2009 22:18:59

    Libro indimenticabile.. ogni pagina ricca di pathos

  • User Icon

    kalimera

    16/03/2009 08:56:35

    Bellissimo!!Ogni altro commento sarebbe superfluo.

  • User Icon

    beatrice

    12/12/2008 16:43:06

    Come sempre un bellissimo libro della Brooks, scorrevole e appassionante nella lettura.

  • User Icon

    claudia

    08/12/2008 17:19:59

    libro ben scritto, la trama è avvincente soprattutto nel continuo passaggio fra passato e presente. anche per me il finale è troppo da "mission impossible"

  • User Icon

    luigi

    26/11/2008 10:47:01

    un buon romanzo ma,come in annus mirabilis,conclusione affrettata e banale.

Vedi tutte le 31 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione