Emilia l'elefante

Arto Paasilinna

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Francesco Felici
Editore: Iperborea
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,77 MB
Pagine della versione a stampa: 252 p.
  • EAN: 9788870912395
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Se nel picaresco universo di Paasilinna gli animali selvatici sono i paladini di quella libertà irriverente che dà gusto alla vita, è l'elefante Emilia a essere stavolta catapultata nel selvaggio Nord. Corre l'anno 1986 quando al Circo Finlandia, a Kerava, nasce una stella, che a sei mesi sventola già fiera con la proboscide la bandierina finlandese e in pochi anni conquista il Circo di Mosca e parte in tournée sulla Transiberiana, allietando i passeggeri con la danza dei cosacchi. Ma l'Unione Sovietica è ormai al collasso, il circo al tramonto, e l'Europa si mette pure a vietare ogni esibizione di animali esotici, per quanto dotati di ben più talento di tanti umani commedianti. All'intrepida padroncina Lucia Lucander non resta che salire in groppa alla pachidermica compagna di mille ribalte e lanciarsi nel circo del mondo per riportare Emilia tra i suoi simili. Comincia così la loro acrobatica odissea dalle piane del Satakunta alle foreste del Pirkanmaa, dalla regione dei laghi alla Carelia e poi alla volta del Sudafrica, in fuga da eco-complottisti e macellai megalomani, con l'aiuto di un pompiere, un gestore di minimarket e un latifondista in pene d'amore, sotto la benedizione di un prete maniaco-suicida e di un industriale fallito intento a costruirsi un sommergibile per farne un museo sottomarino. La fantasia e il naturismo politicamente scorretto di Paasilinna si scatenano nelle più esilaranti avventure in questo barocco safari afro-finnico, che con il paradosso mette in scena la commedia umana, nella spensierata consapevolezza che se il mondo è pazzo, tanto vale fare di necessità risorsa e godersi a fondo le proprie follie.
4,29
di 5
Totale 7
5
3
4
3
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Alewoolf

    01/06/2019 09:58:14

    Come già per "L'anno della lepre" e "Il migliore amico dell'orso", Paasilinna dà il meglio di sé quando i protagonisti dei suoi libri sono gli animali. E non è un caso che siano più umani degli uomini e abbiano più personalità e più dignità.

  • User Icon

    mutzen00

    10/03/2019 17:10:24

    Questo libro sembra quasi imbastire una sfida con il lettore: raccontare una storia di ampio respiro piena di libertà e passione per la propria terra (seppur con qualche frecciatina), attraverso un'avventura lunga un anno dove ne succedono di ogni, con un personaggio vivo e simpatico, tutto con meno pagine possibili. E Paasilinna ci riesce in appena 200 pagine. Un testo che chi è interessato a scrivere dovrebbe leggere di corsa per capire cosa vuol dire essere sintetici senza sacrificare proprio nulla. Non avevo mai letto nulla di Paasilinna e ne ero incuriosito, per scoprire la narrativa finlandese. In primis, mi ha conquistato la prosa dell'autore, che ha la semplicità come modo per far emergere in modo diretto la storia e le emozioni che la accompagnano. E poi i personaggi, che si incontrano in casualità dickensiane, per permettere al protagonista di crescere come essere umano, scoprendo nella relazione con la lepre il piacere della dipendenza. "Emilia l’efelante", quindi, è un romanzo che non racconta nulla più che una storia, ma che sa far vibrare, senza trucchi da quattro soldi", il sangue nelle vene di chi legge.

  • User Icon

    Bob

    04/11/2018 17:39:24

    Un altro esilarante e ironico romanzo di Arto, purtroppo l'ultimo in quanto l'autore è mancato qualche giorno fa. Una storia divertente e affascinante con battute sarcastiche anche nei confronti di politici e animalisti estremisti. Ancora una volta l'autore inverte l'etica comune e descrive la follia come normalità, considerandola quasi il vero spirito libero dell'uomo. Un viaggio attraverso la Finlandia meridionale in groppa a un elefante, Emilia, con il quale anche il lettore entrerà in rapporto empatico fino ad amarlo e a rattristarsi della sua dipartita. Come sempre la Finlandia è al centro della narrazione e come sempre l'abbondanza di toponimi, nomi dei personaggi e nomi di ricette locali contribuiscono a fare innamorare di questo fantastico paese anche il lettore che in questa nazione non ha mai messo piede.

  • User Icon

    Lara

    19/09/2018 11:22:01

    Questo libro racconta l'avventura di un Elefante da circo attracerso la Russia e la Finlandia fino ad arrivare in Africa. Una storia bellissimina di amicizia tra uomini e animali. Un elefante gigantesco può sentirsi amato dagli uomini. Gli elefanti hanno una memoria ottima, ed Emilia non dimenticherà mai la sua avventura assieme alla sua ammestratrice in cui ha incontrato tanti personaggi che la hanno amata, accolta e aiutata. Una scrittura lineare, semplice e molto scorrevole. Una buona lettura se si cerca qualcosa di bello, ma mon impegnativo nella comprensione. Alla fine del libro, tutti vorremmo aver conosciuto e fatto parte della storia di Emilia. Un bellissimo libro breve, assolutamente da consigliare

  • User Icon

    Ritochka

    04/05/2018 10:27:28

    Avendo LETTO il libro interamente, non mi sento di esprimere un giudizio entusiasmante. Si tratta di una lunga favoletta che, talvolta, si dilunga su particolari descrittivi inutili e non risparmia critiche a posizioni politiche o ambientalismi ottusi ed estremi. Comunque, abbastanza divertente.

  • User Icon

    giulia

    01/03/2018 16:04:34

    Ricevuto oggi e già iniziato... promette benissimo, con i temi abituali e stravaganti tanto cari a Paasilinna.

  • User Icon

    Enza

    15/12/2017 14:04:17

    Attendo con impazienza l'uscita del nuovo romanzo di Paasilinna, uno dei miei autori preferiti. Per chi non ha mai letto nulla: ironia, storie surreali, umorismo nordico, molti animali stravaganti e uomini folli. Un mondo fantastico pieno di curiosità e stranezze.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
  • Arto Paasilinna Cover

    Scrittore finlandese, con un passato da giornalista, poeta e guardiaboschi; autore-culto in Finlandia, dove ogni suo libro ha superato sempre le 100.000 copie: uno dei pochi scrittori finlandesi che ha vissuto unicamente della sua penna. Molto amato all’estero per il suo humour travolgente, quella capacità tutta finlandese di raccontare ridendo anche le storie più tragiche, ha pubblicato più di trenta romanzi, oltre a pièces teatrali e sceneggiature. Nel 1994 gli è stato conferito in Italia il Premio Acerbi per L’anno della lepre, romanzo dal quale sono stati prodotti due film.Ha vissuto - alternando - in Lapponia e a Helsinki, ma con sempre più frequenti tappe nei paesi più assolati del Sud, spesso anche in Italia.Parte della sua... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali