L' esercito delle 12 scimmie

(Twelve Monkeys)

Titolo originale: Twelve Monkeys
Regia: Terry Gilliam
Paese: Stati Uniti
Anno: 1995
Supporto: DVD

55° nella classifica Bestseller di IBS Film - Fantasy e fantascienza - Fantascienza

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Piero Suriano

    14/05/2013 01:29:22

    Film claustrofobico che punta il dito sui disastri e le perversioni di una visione antropocentrica del mondo. James Cole, un tormentato Bruce Willis, rimosso dalla quarantena, si rende volontario per un viaggio a ritroso nel tempo, come osservatore, per capire il perchè l'umanità nel 1997 sia stata colpita da un'epidemia e tentare di contribuire così al ritorno della razza umana sulla superficie terrestre. Solo che invece di andare nel 1996 piomba nel 1990 ed è costretto a rifare il viaggio all'indietro del tempo dopo varie peipezie che mettono a dura prova il suo equilibrio mentale. Ad aiutarlo nell'impresa da mission impossible ci sarà, solo in un secondo momento,la tormentata psichiatra Kathryn Railly, un'affascimante quanto insicura Madeleine Stowe. Il cattivo di turno è l'ecoterrorista Jeffrey Goines, un Brad Pitt schizofrenico quanto basta. La tesi antiscientista si esplica essenzialmente in tre modi: l'aria che respiriamo è meravigliosa perchè fresca e senza germi; se tutti gli svitati telefonassero la pazzia dilagherebbe attraverso il telefono; la fruizione della televisione farà degli uomini solo dei consumatori e li porterà a non produrre più niente. Ma l'ecologia portata alle estreme conseguenze da Jeffrey si dimostra nel film ancora peggiore dei mali che addita al pubblico ludibrio finendo per dare il vero e irrimediabile colpo di grazia alla morente civiltà umana. Il finale non sarà inneggiante alla redenzione, tutt'altro. L'uomo, una volta innescato il meccanismo autodistruttivo, non è più in grado di porvi rimedio e dovrà soccombere ai suoi errori e alla sua mania di grandezza nel volerli riparare o, semplicemente ignorare.

  • User Icon

    weach illuminati

    03/06/2011 13:47:55

    fantascienza criptata thriller ultima L'esercito delle 12 scimmie diretta da Terry Gilliam. Ispirato al cortometraggio la Jetée di Chris Marker ,questo lavoro è il sesto del regista Terry Gilliam e si impone per le invenzioni , per la scenografica particolare , per la comunicazione criptata della storia che ci porta tutti ad offrire grande attenzione se vogliamo capire il senso degli eventi. Trama : anno 2035 James Cole alias Bruce Willis, detenuto, in cambio di una promessa di libertà viaggia nel passato per salvare il futuro apocalittico in cui vive . James Cole accompagnato da una splendida Kathryn Railly alias Madeleine Stowe,e da un esuberante Jeffrey Goines alias Brad Pitt ,cerca di risolver l'enigma di un giallo fantascientifico complesso dove le tracce di verità compaiono a brandelli ed in modo contradditorio. Terry Gilliam con questo soggetto particolare ha l'occasione di giocare con la sua creatività smodata , generando un prodotto cinematografico incisivo, onirico, fantasioso, magico , funambolico,. Questo film è uno dei migliori prodotti del genere fantascientifico apocalittico. In questa eccezione di grosso budget Terry Gilliam resta comunque fedele a se stesso,riuscendo comunque a imporre il suo stile cinematografico tipicamente surreale al di fuori degli schemi. Insieme al "dr Parnassus "questa pellicola è uno dei lavori più ispirati di nostro Terry. L'atmosfera cupa, destabilizzante,sofferta accompagna una storia eccellente dove l'attenzione dello spettatore resta sempre rapita , anche par la difficoltà voluta dalla regia , di raccontare una storia celata sino all'ultimo fotogramma . Alcuni scorci alla Brazil accompagnano una paradosso temporale che si dischiude con infinite sorprese . Gilliam si aiuta con una colonna sonora accattivante, orecchiabile fortemente energetica e sentimentale . Qualcosa in più va detto per Brad Pitt per la sua performance artistica superlativa :veramente eclettico,speciale,incisivo,magni

  • User Icon

    Matteo

    01/02/2011 15:57:38

    Film spettacolare, un vero capolavoro: storia avvincente, ottima regia ed eccellente recitazione (indimenticabile Brad Pitt nel ruolo del pazzo).

  • User Icon

    *Sir Psycho Sexy*

    16/09/2007 12:35:39

    altro capolavoro di Gilliam, forse meno bello di Brazil ma + coinvolgente...Pitt in questo film nel ruolo del pazzo è spettacolare...

  • User Icon

    Dantes

    19/04/2007 19:56:23

    Grande regista e grandi attori per un film assolutamente SPETTACOLARE!

  • User Icon

    Mauro68

    27/11/2005 13:17:40

    Forse è il miglior film di Terry Gilliam, il che è tutto dire. Visionario e bizzarro come sempre nell'impostazione narrativa, genialoide e virtuosistico alla macchina da presa come non mai, quel geniaccio che non è altro di Gilliam sfiora il capolavoro assoluto con questo film. Gran merito va dato alla storia in sè, la quale non è sempre facilissimo seguire, ma che ha spunti e idee da vendere. E' uno di quei film che va visto più volte, ed ogni volta lo si capisce meglio per quel che è: un grande film. L'unica pecca è un po' di disordine qua e là, che a lungo andare può risultare fastidioso. Ma sono dettagli.

  • User Icon

    Gabriele

    05/10/2005 21:00:09

    E' un thriller con un po' di fantascienza dentro. Gli effetti visivi sono pietosi, ottime performance dagli attori. Abbastanza bello, ma non riesce ad appassionarmi.

  • User Icon

    miracleworker

    11/09/2005 15:40:40

    Grande, grandissimo film. non perdetevi il "cineromanzo" dal quale Gilliam ha preso spunto per questo film, "La Jetèe" di Chris Marker.

  • User Icon

    markus

    17/07/2005 10:45:24

    Gilliam non sbaglia un colpo e ci regala un film di fantascenza tra i più belli mai realizzati, riesce a far risaltare persino quel morto vivente di Bruce Willis, mentre Brad Pitt oltre a essere bello si conferma anche bravo. Da non perdere!!!

  • User Icon

    Revenhav

    28/06/2005 17:01:52

    Immenso Gilliam!

  • User Icon

    John Doe

    11/06/2005 11:30:05

    Bruce Willis, Terry Gilliam, Brad Pitt. Basterebbero i nomi per descrivere uno dei film più belli e allucinanti degli anni '90. L'Odissea al contrario di Gilliam lascia perplessi e si assiste ad uno spettacolo visivo per più di due ore, che si conclude con un finale veritiero e sconvolgente che vuole rappresentare l'inutilità della razza umana.

  • User Icon

    Adrian

    25/05/2005 22:29:11

    Opera visionaria, Terry Gilliam si esercita sulle ombre della nostra società, il risultato è un'eccellente fanta-thriller. Si segnala l'ottima performance di Brad Pitt come attore non protagonista ed un Bruce Willis in grande forma. Trama con esito brillante, forse sibillino ai più. Per gli appassionati del genere.

  • User Icon

    marpet

    17/04/2005 14:52:27

    E' un film che mi ha sorpreso. Quando ho cominciato a guardarlo non sapevo che fosse di terry gilliam e non avevo idea del cast. Via via che lo guardavo, mi appassionavo. Non posso non dare un voto alto.

  • User Icon

    maurizio

    21/04/2004 21:33:16

    Film "cerebrale", in linea con la produzione di Gilliam. Ottimo l'allucinato Bruce Willis, meno idoneo Brad Pitt nel ruolo dell'ecoterrorista. Intreccio a tratti confuso.

  • User Icon

    Hieronymus

    08/10/2003 13:57:18

    Una storia d'amore commovente. Ma perché nei film di Gilliam il tempo atmosferico é sempre brutto? Pioggia, buio, freddo... A proposito in che anno siamo?

Vedi tutte le 15 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Un viaggio a ritmo accelerato in un universo da incubo

Trama
Siamo nel 2035. La popolazione terrestre, decimata da un virus, vive nel sottosuolo. James Cole, un detenuto, viene mandato indietro nel tempo con la speranza di trovare un antidoto alla malattia. L'uomo, a causa di un errore, va a finire in epoche sbagliate e viene chiuso in un manicomio, dove incontra la psichiatra Kathryn Railly e un animalista pazzo, Jeffrey Goines. Giunge infine nel 1996, anno in cui l'epidemia ha avuto inizio, ma non comprende di aver seguito una falsa pista. Il suo viaggio nel tempo non avrà un lieto fine. Il film di Gilliam si riferisce in modo esplicito a un mediometraggio di Chris Marker del 1962 intitolato "La jetée".

  • Produzione: Universal Pictures, 2003
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 115 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; dietro le quinte (making of); commenti tecnici; note di produzione; filmografie