Categorie

Ermanno Rea

Editore: Feltrinelli
Collana: Serie bianca
Anno edizione: 2011
Pagine: 219 p. , Brossura
  • EAN: 9788807172069

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    oliver61

    02/09/2012 11.03.00

    No. Non sono d'accordo. Sono uno di sinistra e sono arrabbiato, ma questo libro semplifica e banalizza. Ci sono anche troppi luoghi comuni. Non è in questo modo che si guarisce delle nostre malattie. Preferisco molto di più il Rea di Dismissione e Mistero napoletano.

  • User Icon

    Stefano Bono

    10/10/2011 11.24.48

    Fin dalle prime righe si evince che lo scrittore è sicuramente un uomo di sinistra. Durante la lettura si scopre che è stato anche partigiano. Tutto questo potrebbe sembrare sicuramente avverso a chi, come me, ideologicamente sta dall'altra parte. Invece la profondità degli argomenti esposti, la loro lucidissima collocazione storica e le inconfutabili verità che ne conseguono fanno di questo libro un magnifico testo che sarà condiviso da tutti coloro che godono di onestà intellettuale. Tutti gli italiani dovrebbero leggerlo, ed andrebbe addirittura divulgato nelle scuole. Veramente emozionante. Complimenti al Prof. Rea.

  • User Icon

    Gianpaolo Cordioli

    11/04/2011 20.07.58

    E' bello veder scritto, e bene, quello che già pensi: Rea lo fa in modo scorrevole, vorrebbe essere uno sfogo personale ma quanto scrive è ben documentato. Un libro da non perdere soprattutto in questi tempi così bui per il nostro paese, un libro da leggere e da meditare. In tutta questa infelicità sono orgoglioso di essere uno dei tanti italiani che non si vogliono arrendere, che non accettano l'egemonia culturale della chiesa cattolica che, putroppo, da sempre, ha condizionato sfavorevolmente la vita politica e culturale dell'Italia. Serve un nuovo rinascimento, un nuovo risorgimento, resistere non è più sufficiente.

Scrivi una recensione