Categorie

Valerio M. Manfredi

Editore: Mondadori
Anno edizione: 1999
Formato: Tascabile
Pagine:
  • EAN: 9788804470809

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ilaria

    25/07/2014 11.36.26

    la trama è davvero molto interessante; l'intreccio tra il mistero di un passato lontanissimo e la cruda realtà del presente è particolare. tuttavia in alcuni punti della narrazione mi perdevo perchè si appesantiva di descrizioni. ciononostante non vedo l'ora di leggere un altro suo romanzo (era il primo per me). Anzi, se qualcuno che conosce meglio l'autore, mi volesse consigliare un altro suo libro, gliene sarei grata.

  • User Icon

    annalisa

    10/09/2012 14.24.28

    è stato il primo romanzo di Manfrdi che ho avuto modo di leggere... poi li ho letti tutti...questo mi era piaciuto moltissimo per l'articolazione della trama...bellissimo

  • User Icon

    KANO

    12/01/2010 14.11.02

    Tra i più riusciti di Manfredi. Ha una sola pecca: assomigliare troppo ad uno dei miei libri preferiti “L’armata perduta di Cambise”!!! Tra i due titoli consiglierei decisamente quest’ultimo.

  • User Icon

    emanuele

    05/01/2010 19.26.29

    Sicuramente il miglior libro che manfredi abbia mai scritto.L'autore e riuscito a fondere passato presente e futuro con grande maestria.

  • User Icon

    nihil

    29/04/2009 18.38.43

    Ahimè, Manfredi vuole scrivere un libro d'azione ed avventura, ma non è nel suo stile.

  • User Icon

    Agostino D'Agostino

    26/02/2009 21.14.11

    Un romanzo con una trama intricata e avvincente. Manfredi riesce a orchestrare una narrazione difficile rendendola facile al lettore, veramente bravo!

  • User Icon

    alessandro

    20/11/2008 11.27.49

    Seppur questo romanzo sia più vecchio, è uno degli ultimi che ho letto del grande V.M.Manfredi. Sicuramente lo metto un gradino sotto agli altri grandi romanzi perchè forse con Manfredi ero abituato a storie ambientate esclusivamente nell'antichità, che io preferisco di più, ma questo è un mio personalissimo gusto. Questo romanzo invece parla di un'avvincente storia di terrorismo internazionale, a cui fa da sfondo un grande segreto nascosto sotto le sabbie del deserto che potrebbe sconvolgere l'umanità. Merita comunque un bel 4/5

  • User Icon

    by Ax

    27/03/2008 21.56.13

    Non mi è piaciuto nonostante tratti di scoperte e sia d'azione; i dialogi sono banali, le caratterizzazioni stereotipate e le situazioni sono chiaramente rubate alle americanate. La parte storica è leggera come piuma e il resto è privo di carisma: potrebbe scoppiare la terza guerra mondiale da un momento all'altro e la decisione viene presa in una manciata di secondi senza tener conto di nessuna conseguenza. Manfredi è stato frettoloso e, probabilmente, con l'idea di farne un film d'azione più che un libro interessante.

  • User Icon

    Davide

    22/02/2008 20.30.36

    Un ottima avventura. Lo consiglio a tutti.

  • User Icon

    carlo

    10/07/2007 11.31.13

    Pur apprezzando moltissimo Manfredi, questa volta mi ha un po'deluso, tanto che a questo romanzo preferisco di gran lunga La Torre della Solitudine...Il faraone delle sabbie scompare misteriosamente neanche a metà romanzo (e non è che prima sia così tanto presente), per lasciare il posto ad un confuso teatrino spionaggesco con tanto di inseguimenti e sparatorie...fino a raggiungere il top quando uno dei protagonisti si riscopre capace di pilotare un aereo e l'altro coi polsi fratturati continua a far di tutto come niente fosse: a tutto c'è un limite!!! Nella prima parte sembra quasi di rileggere una brutta copia del Settimo Papiro smithiano, mentre nella seconda parte non si può che rimanere sbalorditi quando ci si rende conto dell'anno di pubblicazione (1998) e si consideri come in un modo quasi inquietante Manfredi sembri in realtà preannunciare fatti realmente accaduti (non dico altro per non rovinare la lettura)...anche dalle coincidenze fortuite si riconoscono i grandi scrittori!

  • User Icon

    Giuseppe Vico

    16/04/2007 11.17.04

    Questa volta, a differenza di Chimaira, Valerio Massimo Manfredi non mi ha deluso nella sua fusione tra passato remoto e presente, quanto mai attuale considerato l'anno di pubblicazione del romanzo. Interessanti le varie citazioni, sia della Bibbia che degli scritti non ufficiali, da cui in effetti è tratto lo spunto per il romanzo. L'unico neo può essere un po' di confusione e qualche lacuna sulle vicende legate ad alcuni personaggi. A me è piaciuto molto, mi ha appassionato e mi ha fatto ricercare notizie e fonti che non conoscevo.

  • User Icon

    Trixter

    02/02/2007 13.26.05

    che Manfredi sia uno straordinario scrittore non ci piove. Eppure, al termine de 'Il faraone delle sabbie', mi è parso che qualcosa stonasse. La vicenda è intrigante, interessantissima, ma forse a tratti un pò confusa. Le descrizioni sono puntuali ma qualcuna pecca per la noia cui indice il lettore. L'elemento spionistico è forse il più interessante dell'intero racconto benchè a tratti è possibile fare confusione tra i personaggi. Insomma, senz'altro un bel libro ma il ritmo non è sempre avvincente.

  • User Icon

    alex

    16/09/2006 22.37.28

    bellissimo. senz'altro il migliore di Manfredi che io abbia letto fino ad ora. finale eccezionale

  • User Icon

    Accipiter

    01/03/2006 13.42.26

    È forse l’unico libro del Massimo che non rileggerei. Manfredi non è Le Carre e l’interessante racconto storico-archeologico risulta appesantito dalla parte di spionaggio di cui non si capisce bene l’intreccio. A mio avviso Manfredi dà il meglio di sé nei racconti ambientati interamente nel passato e quando vuole mescolare passato, presente e futuro spesso crea solo confusione nel lettore. Comunque resta un libro da leggere, anche se forse non per i non appassionati dei romanzi manfrediani.

  • User Icon

    Edo

    20/09/2005 12.54.04

    Avvincente , ricco di colpi di scena e avventure con un finale inaspettato, da non perdere.

  • User Icon

    alessandro

    13/09/2005 09.49.55

    Un ottimo libro dove archeologia, suspense e intrighi internazionali si mescolano sapientemente grazie alla bravura di Manfredi. Consigliato.

  • User Icon

    Steve

    22/07/2005 12.43.14

    Questo romanzo è degno dei grandi autori internazionali. Si legge in un fiato e ti lascia senza respiro. Manfredi ti fa sempre sognare.

  • User Icon

    Chiara

    11/07/2005 09.55.35

    Bello! La storia è molto avvincente e mozzafiato!

  • User Icon

    aart365

    06/05/2005 13.56.28

    Banale e poco interessante, per niente avvincente lo sviluppo della narrazione. Stile di scrittura che lascia alquanto a desiderare più vicino alla trama di un videogioco per Pc che ad un romanzo.

  • User Icon

    Giuseppe Ricci

    19/04/2005 17.07.44

    Sono un ammiratore di V.M.Manfredi e questo thriller politico-archeologico non è altro che la conferma del suo talento. Niente da invidiare ai vari Wilbur Smith, Clive Cussler, ecc.

Vedi tutte le 33 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione