Il giardino dei Finzi-Contini - Giorgio Bassani - copertina

Il giardino dei Finzi-Contini

Giorgio Bassani

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
In commercio dal: 27 dicembre 2012
  • EAN: 9788807881084
Salvato in 605 liste dei desideri

€ 9,02

€ 9,50
(-5%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Il giardino dei Finzi-Contini

Giorgio Bassani

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il giardino dei Finzi-Contini

Giorgio Bassani

€ 9,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il giardino dei Finzi-Contini

Giorgio Bassani

€ 9,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (15 offerte da 9,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Pochi romanzi italiani del Novecento sono entrati così profondamente nel cuore dei lettori come "Il giardino dei Finzi-Contini", un libro che è riuscito a unire emozioni private e storia pubblica, convogliandole verso un assoluto coinvolgimento narrativo. Un narratore senza nome ci guida fra i suoi ricordi d'infanzia, nei suoi primi incontri con i figli dei Finzi-Contini, Alberto e Micòl, suoi coetanei resi irraggiungibili da un profondo divario sociale. Ma le leggi razziali, che calano sull'Italia come un nubifragio improvviso, avvicinano i tre giovani rendendo i loro incontri, col crescere dell'età, sempre più frequenti. Teatro di questi incontri, spesso e volentieri, è il vasto, magnifico giardino di casa Finzi-Contini, un luogo che si imbeve di sogni, attese e delusioni. Il protagonista, giorno dopo giorno, si trova sempre più coinvolto in un sentimento di tenero, contrastato amore per Micòl. Ma ormai la storia sta precipitando e un destino infausto sembra aprirsi come un baratro sotto i piedi della famiglia Finzi-Contini.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,86
di 5
Totale 90
5
38
4
27
3
12
2
6
1
7
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    goldrake

    03/06/2020 14:16:46

    Lettura dell'adolescenza.. D'un tempo della mia vita ormai immerso nell'oblio, che non tornerà mai più. Ne serbo un ricordo profondo. Rammento dove e quando lo lessi: d'estate, all'isola d'Elba, l'ultima vera vacanza con i miei genitori... Bassani, con Pavese, Fenoglio e Calvino accompagnava quei miei giorni d'un ormai lontanissimo passato e dopo tanti anni i libri diventano anche questo.. tornano come canovaccio e occasione dei nostri ricordi... Le cinque stelle sono perché il libro le merita e perché.. scusate la mia malinconia.

  • User Icon

    Caterina

    15/05/2020 17:54:54

    Ho avuto la fortuna di leggere "Il Giardino dei Finzi-Contini" grazie ad un corso universitario. Il libro, che è un capolavoro della letteratura italiana novecentesca, coinvolge sin dalle prime pagine. La storia del protagonista (di cui non conosciamo il nome) e di Micol, entrambi ebrei ferraresi, è carica di intensità; è profonda e delicata allo stesso tempo. Sullo sfondo una delle pagine più buie della nostra storia: l'emanazione delle leggi razziali sotto il regime fascista. Con grande sensibilità e profondità vengono descritti gli stati d'animo dei vari personaggi; ogni vicenda è estremamente significativa. Superbo Bassani.

  • User Icon

    Santa

    14/05/2020 20:20:14

    Un bel libro che racconta di storie adolescenziali che si intrecciano durante il periodo del fascismo italiano con Ferrara che fa da sfondo. Consigliato.

  • User Icon

    Rosss

    14/05/2020 16:30:41

    Consiglio questo romanzo a chiunque voglia approfondire da un punto di vista differente, o meglio più "altolocato", i soprusi subiti dalla popolazione ebraica in Italia durante la metà del Novecento. Sono particolarmente legata a questo romanzo, poiché ho svolto proprio la traccia su Bassani alla mia maturità.

  • User Icon

    mena

    13/05/2020 22:26:38

    Mi sono accostata alla lettura di questo libro in quanto appassionata di storia e di storie ambientate durante la seconda guerra mondiale o sulla Shoah, ma devo dire che sono rimasta un po'a bocca asciutta. Il libro non parla di guerra e non parla delle persecuzioni razziali, si limita a narrare le vicende adolescenziali di alcune famiglie ebree, di cui conosciamo dall'inizio il tragico destino. E anche questo fa pensare che ne sapremo di più: quando e chi verrà ad arrestare la famiglia, dove verranno condotti i Finzi Contini, quali vicende particolari saranno costretti a vivere nei maledetti campi... Chi si aspetta una risposta a queste domande resterà purtroppo deluso. La narrazione si perde talvolta in dettagli che risultano a volte un po' noiosi, così come a volte i personaggi. La stessa Micol sembra non suscitare troppa simpatia con i suoi atteggiamenti, perfino la vicenda amorosa a lungo trascinata tra lei e il protagonista anziché creare attesa nel lettore, tende a stancare.

  • User Icon

    Gloria

    13/05/2020 20:11:28

    Scritto nel 1962, è stato uno dei primi libri a trattare il tema delle leggi razziali insieme a "Se questo è un uomo" di Levi e per questo è considerato uno dei romanzi più importanti della letteratura del Novecento. La storia tratta le memorie del protagonista, di cui non conosciamo il nome, durante il periodo delle persecuzioni, focalizzandosi soprattutto sul suo legame con i Finzi-Contini, una famiglia abbiente della comunità ebraica di Ferrara che possedeva una grande villa con un giardino e un campo da tennis. Da bambino, il protagonista, anch'egli ebreo ma di una famiglia meno ricca, aveva pochi contatti con i due figli dei Finzi-Contini, Alberto e Micol, condannati all'isolamento a causa dell'eccessivo senso di protezione dei genitori ma nonostante questo nasce in lui un tenero sentimento per la ragazza. Con l'avvento delle leggi razziali nel 1938, egli viene accolto dai due fratelli in un gruppo di ragazzi ebrei e coetanei che si riuniscono nella villa per discutere di politica o giocare a tennis: quel luogo idilliaco diventa per loro un rifugio in cui trascorrere pomeriggi spensierati. L'amore per Micol intanto aumenta ma, improvvisamente, le loro strade iniziano a dividersi lasciando il protagonista decisamente spaesato. È un romanzo sulla gioventù e sulla forza dell'amore, condito dal gusto amaro della guerra e dal terribile destino riservato agli ebrei. Assolutamente consigliato per chi vuole approfondire la propria conoscenza su questo periodo storico.

  • User Icon

    Lettrice

    13/05/2020 11:22:20

    Bel libro, interessante e un grande autore dietro questa storia.

  • User Icon

    maurizio

    12/05/2020 15:58:15

    me ne avevano parlato molto bene e quindi mi sono deciso a leggerlo e lo consiglio a mia volta, molto interessante

  • User Icon

    allebasi

    11/05/2020 15:04:18

    Grande classico, da leggere almeno una volta nella vita

  • User Icon

    Claudia B.

    11/05/2020 13:44:59

    Un romanzo in cui il racconto delle vicende di un gruppo di adolescenti viene sapientemente intrecciato con la narrazione storica di una Ferrara stretta nella morsa delle leggi razziali.

  • User Icon

    Fra

    08/04/2020 15:43:01

    Un libro ambientato nei tempi cupi del fascismo e della promulgazione delle leggi razziali. In questa atmosfera inizia quel viaggio che sarà di iniziazione alla vita e alla sua fase adulta del protagonista, anche attraverso l'esperienza dell'amore. Un romanzo che sa unire vicende storiche e vicende personali in un racconto che merita di esser letto.

  • User Icon

    giorgio g

    10/02/2020 13:13:26

    Ho voluto rileggere il bel (e sottolineo il bel) libro. Micòl è la più dolce creatura regalataci da Giorgio Bassani. Il campo da tennis, nascosto tra i meandri del giardino, sarà la causa dell’invito a frequentare la casa. E la frequenterà sino a quando avrà una rottura con Micòl. Ma Micòl è ebrea e sarà la causa della sua atroce morte nei forni crematori tedeschi.

  • User Icon

    Lucia C.

    04/02/2020 15:20:10

    Mi spiace, ma non mi è parso tutto sto gran capolavoro. Purtroppo non sono riuscita ad apprezzare né lo stile dell'autore né il modo in cui è stata raccontata la storia. Sono arrivata alla fine con grande fatica.

  • User Icon

    Sara

    04/02/2020 09:03:33

    Non so perché non sono riuscita ad apprezzare a pieno questo libro. Forse la scrittura di impronta classica che non sono più in grado di assimilare a dovere, o forse il fatto che ho odiato il comportamento del protagonista che ho trovato estenuante e odioso. Con ciò ammetto che senza dubbio la scrittura di Bassani è gradevole. Mi dispiace solo che non me l'abbiano fatto leggere in età adolescenziale quando sicuramente mi ci sarei approcciata diversamente. Sicuramente lo rileggerò!

  • User Icon

    Utente anonimo

    23/01/2020 15:15:46

    Brutto, il narratore introduce personaggi a caso, inizia con il raccontare un episodio e poi ne racconta un altro a caso. Non fidatevi delle recensioni con 5 stelle se non siete appassionati lettori. Se invece la prof vi obbliga a leggerlo, stringete i denti e pregate.

  • User Icon

    Ciri

    19/01/2020 23:53:32

    Capolavoro assoluto.Bassani ha ambientato tutta la sua letteratura nella propria città natale,Ferrara,e in questo libro stupendo ci parla della guerra, dell'amore e delle differenze di ceto.senza manierismi,con crudo realismo.verosimilmente autobiografico.

  • User Icon

    Anto

    10/11/2019 07:29:05

    Il protagonista e narratore di questa storia è un giovane uomo ebreo che, trovandosi durante una gita domenicale a visitare un cimitero etrusco, ripensa alla propria adolescenza e al legame con la famiglia Finzi-Contini. La famiglia Finzi-Contini era composta da 5 persone: il padre Ermanno, la madre Olga, i figli, Alberto e Micòl, e la nonna Regina. A parte un piccolo incontro antecedente con i fratelli Finzi-Contini e i rituali incontri al Tempio in occasione delle festività, l'avvicinamento vero e proprio avviene dopo l'emanazione delle leggi razziali. A causa di tali leggi, tutti gli ebrei, fino ad allora stimati membri della comunità ferrarese, sono allontanati dai luoghi pubblici, compreso il circolo di tennis. I due fratelli Finzi-Contini fanno della loro casa, una maestosa abitazione nella periferia di Ferrara, un luogo in cui potersi ritrovare liberamente per svagarsi e trascorrere i lunghi pomeriggi estivi. Ed è proprio allora che il narratore, che rimane anonimo durante tutta la narrazione, si lega fortemente alla giovane Micòl, scoprendo di provare per lei teneri sentimenti che non sono, però, ricambiati. Questa situazione sentimentale mette in crisi il giovane che, di fronte all'algida Micòl, non può che tirarsi indietro con rammarico e ridurre la frequentazione di casa Finzi-Contini, dove è apprezzato e benvoluto da tutti e dove ha trascorso molte giornate tra partite di tennis, discussioni politiche e chiacchierate con il capofamiglia. Il rapporto tra il narratore e Micòl e tutto il resto della famiglia è destinato a spezzarsi anche per la deportazione nei campi di concentramento di tutti i suoi membri, che, tranne Alberto, non riempiranno mai il grande mausoleo del cimitero ebraico di Ferrara! Davvero una bella lettura, intensa, ricca di fascino e di atmosfera e con personaggi molto ben caratterizzati che, con le loro personalità molto diverse, si incontrano e si scontrano di continuo.

  • User Icon

    Laura

    08/11/2019 21:10:21

    È stato il mio docente di Letteratura Italiana a farmi conoscere ed apprezzare questo romanzo. Mi è piaciuto lo stile di scrittura semplice di Bassani con il quale è stato capace di descrivere le emozioni dei suoi personaggi con semplicità e profondità allo stesso tempo. Sono rimasta colpita in particolare dal personaggio di Micol e dal triste destino della famiglia Finzi Contini, che è stato ahimè quello di tante altre persone in questa epoca buia della nostra Storia.

  • User Icon

    giorgia

    25/09/2019 21:02:24

    Scritto meravigliosamente, questo romanzo narra la storia di un ragazzo ebreo, innamorato di una ragazza, anch'ella ebrea, ma appartenente ad un ceto sociale più elevato. La vicenda si svolge nella città di Ferrara, sotto il fascismo, all'epoca delle leggi razziali. Il protagonista frequenta assiduamente la casa dei Finzi-Contini, famiglia di Micol, della quale è invaghito. Nel giardino della proprietà, vi è un campo da tennis dove giocano insieme ai loro amici, trascorrendo la bella stagione e la miglior parte della loro gioventù. La vicissitudine amorosa in sé ha poco di originale da offrire, a dire il vero; l'interesse principale dell'opera sta tutto sia nello sfondo storico e nei rapporti interpersonali e sociali coi personaggi secondari, sia nella pura e semplice qualità letteraria. Un classico da non mancare.

  • User Icon

    manuele

    24/09/2019 21:42:55

    Abbandonato dopo 60 pagine. Noioso. Non incuriosisce. Ho solo percepito la necessità di evidenziare uno snobismo di Ebrei molto facoltosi verso gli altri Ebrei del posto; perché non aspettarselo del resto? Anche gli Ebrei sono persone deboli e con pregiudizi, come tutti gli altri. Nulla di straordinario.

Vedi tutte le 90 recensioni cliente
  • Giorgio Bassani Cover

    Scrittore, critico, redattore e collaboratore di importanti riviste letterarie, è stato per un periodo anche vicepresidente della Rai. Trascorre l'infanzia e l'adolescenza a Ferrara, che resta per sempre nel suo cuore e diventa teatro delle sue creazioni letterarie. Partecipa alla Resistenza e, dopo la guerra, si dedica alla vita culturale come narratore e poeta. Nella sua veste di direttore editoriale, scopre "Il Gattopardo" di Tomasi di Lampedusa. Dopo la pubblicazione di "Cinque storie ferraresi" e de "Gli occhiali d’oro", Bassani raggiunge un grande successo di pubblico nel 1962 con quello che è considerato da più parti il suo capolavoro, "Il giardino dei Finzi-Contini".  Nel 1974 esce "Romanzo di Ferrara", che ne raccoglie l’intera... Approfondisci
Note legali