Global Gay - G. Fracca,Frédéric Martel - ebook

Global Gay

Frédéric Martel

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: G. Fracca
Editore: Feltrinelli
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,93 MB
Pagine della versione a stampa: 324 p.
  • EAN: 9788858818121
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Frédéric Martel è entrato nei gay bar arabi e nei love hotels di Tokyo, nelle habitaciones cubane e nelle comunità indiane, per raccontare i successi e le sconfitte dei gay, trendy a New York e condannati a morte in Iran. Un racconto coloratissimo, drammatico, pieno di vita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Riccardo Alessio Oliva

    22/09/2019 17:22:34

    «Il governo cinese sta cercando di imporre ai produttori di computer di inserire software che blocchino tutta la pornografia, il che riguarderebbe anche i siti gay. Anche all'Iran piacerebbe poterlo fare. A Teheran faccio una prova: scrivo la parola "sesso" su Google... e sono subito reindirizzato a una pagina che mi propone di comprare il Corano. A volte il ridicolo prevale sull'efficienza. Noto anche come il nome di un ex vicepresidente americano sia spesso vietato in Cina o in Iran: Dick Cheney. Per antiamericanismo? No! Semplicemente perché il suo nome è "Dick" (letteralmente "pene", in inglese). La parola è censurata automaticamente.» Più di trecento pagine di vita vissuta, vera, pregnante i tre famosi: sangue sudore e lacrime. Dall'Occidente civilizzato ma non troppo, all'Oriente islamizzato, ma non troppo, all'Africa che soffre la cultura colonialista europea, a una Cina più opportunista che interessata ai diritti. Le persone LGBT sono la sabbia nel meccanismo, e il mondo andrà avanti senza uno di loro. Il meccanismo deve cambiare e lo sta già facendo, vedansi i progressi legislativi e culturali. Da altre parti si va indietro (Pakistan, Afghanistan, India), da altre ci si apre pian pianino, per vie traverse come serie tv, talk show, Internet. Questa enorme inchiesta di Martel e dei suoi collaboratori merita moltissimo, e sono curioso di conoscere i cambiamenti dopo il primo lustro dalla pubblicazione.

  • User Icon

    Kurt Kristensen

    12/04/2017 19:03:58

    Ho appena acquistato questo libro. Cercavo giusto una ricerca di tipo internazionale. L'autore ci porta in giro per il mondo e ci mostra le realtà in cui Gay e Lesbiche vivono. Davanti all'aumento di violenza nei confronti della diversità bisogna capire chi sono queste persone come vivono e le difficoltà che la vita gli riserva.

  • Frédéric Martel Cover

    Frédéric Martel è sociologo e lavora all’IRIS (Institut de Recherches Internationales et Stratégiques). Oltre a essere autore di libri, collabora stabilmente con giornali e radio francesi. Per Feltrinelli è uscito Mainstream. Come si costruisce un successo planetario e si vince la guerra mondiale dei media (2010), Global Gay (2014) e Sodoma (2019). Approfondisci
Note legali