Globalizzazione, crisi e riorganizzazione industriale

Patrizio Bianchi

Anno edizione: 2014
In commercio dal: 1 settembre 2014
Tipo: Libro universitario
  • EAN: 9788838674525
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 22,80

€ 24,00

Risparmi € 1,20 (5%)

Venduto e spedito da IBS

23 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

In questo libro Patrizio Bianchi affronta direttamente i grandi temi dell'economia dei nostri giorni. Con il collasso del mondo bipolare, uscito dalla Seconda Guerra Mondiale, quella vasta area che veniva definita solo come residuo, il Terzo Mondo, diviene protagonista del nuovo secolo. Nel contempo nei paesi sviluppati si afferma un'ideologia iperliberista, che discredita la produzione, il lavoro, la manifattura, considerati quasi relitti del passato, per sostenere una finanziarizzazione dell'economia, senza regole e senza etica. Proprio la crisi di questa "economia di carta", che negli Stati Uniti ha avuto il suo punto più alto nel fallimento della Lehman Brothers, segna in modo drammatico la società occidentale, richiamando la necessità di un rilancio basato su una più ampia partecipazione dei cittadini, su più educazione e formazione, quindi più innovazione non solo tecnologica, ma anche organizzativa e sociale, più radicamento nel territorio per consolidare comunità locali aperte, resilienti e competitive nel nuovo contesto globale. Ritorna così l'attenzione per l'analisi dell'organizzazione della produzione, qui vista con gli strumenti dell'economia politica classica, così come per nuove politiche industriali, intese non più come sussidi per imprese inefficienti, ma come capacità di coniugare diverse politiche per il welfare, per l'educazione, per l'innovazione, per lo sviluppo del territorio, in una visione di lungo periodo volta a consolidare un ambiente per la crescita, in cui i diritti dei cittadini diventano la base per uno sviluppo partecipato e sostenibile. Una lunga riflessione finale sull'Italia e su diverse esperienze sul campo completano questa ricerca verso una "Good Economy".

Premessa I. Una crisi lungamente preparata II. La crisi americana e la ricaduta sull'economia globale III. Il mondo oltre la crisi IV. Riflessioni sul caso argentino, V. L'Europa e le sue crisi VI. Le nuove politiche industriali in un contesto globale (con S. Labory) VII. Riorganizzazione industriale e globalizzazione, la posizione dell'Italia VIII. Mezzogiorno, crisi globale e riorganizzazione industriale nelle aree marginali IX. Cambiamento economico e nuovi approcci di politica industriale per una "Good Economy". Riflessioni ed esperienze sul campo (con S. Labory) X. La ricchezza delle nazioni, scelte collettive e democrazia.