Il golpe inglese. Da Matteotti a Moro: le prove della guerra segreta per il controllo del petrolio e dell'Italia

Mario Josè Cereghino,Giovanni Fasanella

Editore: Chiarelettere
Collana: Tascabili
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 20 marzo 2014
Pagine: 354 p., Brossura
  • EAN: 9788861905368

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Economia e diritto - Industria e studi industriali - Industrie e servizi energetici - Industrie petrolifere

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    MA

    07/09/2018 19:47:08

    Un libro fondamentale ,soprattutto documentato,per la comprensione de fatti passati della nostra penisola e del nostro presente.Molto accurata e documentata anche la parte iniziale relativa al Regno delle Due Sicilie e alle causa reali della sua caduta per la mano occulta inglese.Un libro da conoscere e far leggere.

  • User Icon

    n.d.

    13/10/2017 11:20:06

    notizie interessantissime

  • User Icon

    Gianni Santi

    21/03/2014 09:55:57

    Come molti libri di Fasanella, partono da un'idea ottima, ma poi lo svolgimento è molto deludente. La parte sulla propaganda è molto interessante, ma per il resto è inutile pubblicare decine di documenti se poi non si sanno leggere o contestualizzare. Francamente ridicolo (mi si passi il termine) il capitolo su Matteotti ucciso per ordine inglese (ma siamo seri, Matteotti denunciava proprio gli intrighi di una compagna petrolifera americana concorrente degli inglesi). Molto modesto il capitolo sulla seconda guerra mondiale. E' evidente che gli autori non conoscono minimamente la già ampia bibliografia sui rapporti tra Italia e Inghilterra durante quel periodo (si pensi sopratutto al fondamentale studio di De Leonardiis). Davvero approssimativo il capitolo su Mattei e sulla politica neo-atlantica dell'Italia. Anche qui è palese che non si conoscono i già ampi studi scientifici usciti sul tema. Poi, ripeto, la parte migliore è quella sull'Ird e sulla propaganda. Ma per il resto è un libro che parte da un'idea ottima, ma poi la mette in pratica in modo molto deludente. Sorvolando peraltro su dietrologie, complottisimi, congetture varie, spesso basate su fonti di nessuna attendibilità.

Scrivi una recensione