Harmonie & Turcherie

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Direttore: Alfredo Bernardini
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Arcana
Data di pubblicazione: 13 novembre 2015
  • EAN: 3760195733912

€ 19,90

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Intorno all’anno 1800 si assistette alla convergenza tra il successo dell’Harmonie e la moda delle Turcherie. La formazione di fiati chiamata Harmonie si era elevata con autorità dalla fondazione di quella imperiale su iniziativa di Giuseppe II di Vienna nel 1782: la sua funzione principale era quella di evocare popolari temi d’opera a palazzo. Il fascino delle Turcherie come espressioni di una meravigliosa cultura lontana ed esotica, si manifestava in diverse forme artistiche come la pittura, la scultura, l’architettura e la musica. Al tipico organico dell’Harmonie, consistente in 2 oboi, 2 clarinetti, 2 corni e 2 fagotti, venivano dunque aggiunti strumenti a fi ato più sonori come le trombe, i tromboni, il controfagotto ed il cimbasso oltreché un gruppo i percussioni, che insieme potevano evocare le bande dei tanto temuti giannizzeri. I più autorevoli compositori dell’epoca, come Haydn, Mozart, Rossini, Donizetti, Menselssohn, Spohr e altri, furono affascinati da queste sonorità e scrissero pagine splendide e poco conosciute per questa formazione. Di questi autori, Zefi ro alterna nel suo CD una serie di marce turche con altri capolavori più spirituali, operistici o cameristici, mettendo in evidenza la versatilità del gruppo di fiati classico e romantico.
  • Gaetano Donizetti Cover

    Compositore.La formazione e i primi lavori teatrali. Di umili origini, nel 1806 fu ammesso alle «Lezioni caritatevoli di musica» dirette da S. Mayr. Questi curò personalmente la sua istruzione in clavicembalo e composizione fino al 1815, inviandolo poi al Liceo Musicale di Bologna a perfezionarsi in contrappunto col dottissimo padre S. Mattei. D. ebbe dunque una preparazione professionale non solo organica e seria, ma di buon livello dottrinale, improntata, tramite Mayr, ai modelli classici viennesi: significativa la presenza, accanto ai tentativi teatrali giovanili, di sinfonie, cantate, quartetti ben costruiti alla Haydn e alla Mozart. Viceversa, i primi melodrammi rappresentati rivelano, oltre a quello di Mayr, l'inevitabile influsso di Rossini (Enrico di Borgogna, 1818, e Il falegname... Approfondisci
  • Franz Joseph Haydn Cover

    Compositore austriaco.Le vicende biografiche. Iniziò lo studio della musica sotto la guida del cugino J.M. Franck; a sei anni conosceva già molti degli strumenti che si usavano in orchestra; a otto anni si trasferì a Vienna, essendo stato prescelto da G. Reutter quale ragazzo cantore per la cappella di S. Stefano. Qui proseguì gli studi di canto, di violino, di clavicembalo e di composizione, raggiungendo un tale grado di maestria che quando, giunto alla muta della voce, fu dimesso dal coro, era già in grado di affrontare la professione di musicista. Ogni tipo di attività musicale gli era congeniale: dava lezioni di clavicembalo, suonava il violino in orchestra, scriveva facili composizioni «alla moda», accompagnava strumentisti e cantanti. Proseguiva intanto gli studi di composizione, allievo,... Approfondisci
  • Wolfgang Amadeus Mozart Cover

    Compositore austriaco. Il «bambino prodigio». i primi viaggi a monaco, parigi e londra. Il padre Leopold era maestro di cappella presso il principe arcivescovo di Salisburgo quando Wolfgang nacque, il 27 gennaio. Prima ancora di imparare a leggere e a scrivere, il piccolo M. rivelò prodigiose doti musicali, tanto che a quattro anni già suonava il clavicordo e a cinque componeva minuetti che il padre trascriveva. Anche la sorella Marianna, detta Nannerl, di cinque anni maggiore, suonava il clavicembalo con grande abilità; cosicché Leopold, perseguendo tenacemente l'educazione musicale dei figli, pensò di metterne subito a frutto le qualità precoci. Nel gennaio 1762 Leopold si recò con la famiglia alla corte dell'elettore di Monaco di Baviera, dove i due piccoli musicisti tennero concerto, suscitando... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali