Gli indifferenti - Alberto Moravia - ebook

Gli indifferenti

Alberto Moravia

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Bompiani
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,97 MB
Pagine della versione a stampa: 324 p.
  • EAN: 9788858773017
Salvato in 20 liste dei desideri

€ 8,99

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Quando Alberto Moravia cominciò a scrivere questo capolavoro, nel 1925, non aveva ancora compiuto diciott'anni. Intorno a lui l'ltalia, alla quale Mussolini aveva imposto la dittatura, stava dimenticando lo scoppio d'indignazione e di ribellione suscitato nel 1924 dal delitto Matteotti e scivolava verso il consenso e i plebisciti per il fascismo. Il giovane Moravia non si interessava di politica, ma il ritratto che fece di un ventenne di allora coinvolto nello sfacelo di una famiglia borghese e dell'intero Paese doveva restare memorabile. Il fascismo eleva l'insidia moderna dell'indifferenza a condizione esistenziale assoluta.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,22
di 5
Totale 50
5
24
4
17
3
5
2
4
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Debora

    02/08/2020 20:58:32

    Un capolavoro. L'ho studiato all'Università e me ne sono innamorata. Moravia ha uno stile incredibile.

  • User Icon

    GD

    29/06/2020 15:59:42

    Libro secondo me largamente sopravvalutato, come del resto largamente sopravvalutato fu il suo autore. Di Moravia a me piacciono i racconti, credo che quella sia stata la sua dimensione. Tutti i romanzi di Moravia sono a tema, guidati dal voler dimostrare. E noiosi, senza guizzi, piatti.

  • User Icon

    Massimiliano

    22/06/2020 08:33:26

    Un libro di cui si è scritto di tutto e sul quale si sono fatti studi e tesi di laurea, indiscutibilmente importante e primo esempio di esistenzialismo, ricordando che è un libro del 1929! Purtroppo a me nn è piaciuto, l'esistenzialismo in se del protagonista Michele mi rende alquanto nervoso, tutti i personaggi mi fanno venire l'orticaria per la loro indifferenza, la loro lascività e inedia. Davvero tutto quello che fanno causa in me disprezzo e devo ammettere che in questo Moravia è stato magistrale riuscendo a trasmettere davvero quella sensazione attraverso le pagine del romanzo. Molte volte durante la lettura mi sono trovato in accordo con una delle prime critiche che ricevette il testo, prima ancora di essere pubblicato e cioè che fosse una "nebbia di parole".

  • User Icon

    engmio

    17/05/2020 20:33:29

    Un romanzo che fa vivere le vicende di una famiglia che si nasconde dietro il conformismo borghese dell’Italia anni ‘30. Si evince il decadimento prima economico e poi morale di chi per mantenere il proprio apparente status è disposta a scendere a compromessi accettando situazioni rifiutate fino a poco prima.

  • User Icon

    Alice_1391

    16/05/2020 22:33:26

    Romanzo d’esordio di Alberto Moravia, che all’epoca aveva soltanto 18 anni. Pensato inizialmente come un’opera teatrale “Gli indifferenti” svela le bassezze della classe borghese. “Sai cosa si fa quando non se ne può più? Si cambia” è una delle battute più emblematiche del libro, che narra le vicende della famiglia Ardengo e dell’avventuriero Leo Merumeci. Letto tante volte, lo consiglio davvero! Il mio preferito di Moravia. Un classico del ‘900. Dialoghi molto particolari, romanzo intenso.

  • User Icon

    Anna

    16/05/2020 12:42:57

    Un grande capolavoro. La storia, seppur ambientata nell'Italia del Novecento, è di grande attualità. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Sarah

    14/05/2020 19:14:37

    Lessi questo libro per la prima volta alle elementari per caso, ma lo abbandonai dopo qualche pagina poiché lo trovavo estremamente noioso e astruso. In quinto superiore, mi feci coraggio e lo rilessi. L'ho divorato in due giorni e mi ha fatto arrabbiare moltissimo: è una critica geniale alla borghesia. Consiglio a tutti di leggerlo!

  • User Icon

    je

    13/05/2020 22:27:12

    Una torbida storia di borghesia. Più che un romanzo pare una rappresentazione teatrale. Non esistono altri personaggi che non siano i protagonisti. Molto belle le situazioni ipotetiche descritte nel corso del romanzo. La scrittura è bella soprattutto con l'incedere della storia anche se a volte un'abbondanza di punteggiatura rallenta la lettura,

  • User Icon

    iaamferr

    13/05/2020 20:20:20

    Finito proprio questa mattina di leggere, avevo enormi aspettative da questo romanzo che però non sono state, aimè, soddisfatte. Ho trovato le descrizioni lunghissime e quasi inutili, le sequenze soporifere e a tratti noiose oltre che la storia, proprio come dice il titolo (e probabilmente quindi questo non è un punto a sfavore, se non per me) totalmente indifferente.

  • User Icon

    marcella

    12/05/2020 16:10:55

    La maestria di Moravia nel creare un'opera leggibile in ogni epoca, rimanendo sempre attuale. Consigliato!

  • User Icon

    La Trama della Vita

    12/05/2020 11:38:45

    A me è piaciuto molto, è il primo libro di Moravia che leggo. Ho apprezzato molto il suo modo di scrittura. L'indifferenza dei personaggi per la vita e per quello che gli accade si percepisce immediatamente.

  • User Icon

    Pera

    11/05/2020 15:21:09

    Gli indifferenti è un libro che mi ha colpito sin dalle prime pagine. L’intrecciarsi delle varie storie rende la lettura molto coinvolgente, non so se fosse voluto, ma mi sembrava di leggere quasi una pièce teatrale immaginando la storia come se stessi vedendo un’esibizione o un film. L’indifferenza è la chiavetta che accomuna tutti i personaggi che si comportano in maniera quasi apatica, come se nulla al mondo può cambiare e si lasciano trasportare dalla vita. Questa indifferenza per tutto ciò che li circonda si percepisce appieno nel libro, pure da chi, come me, non ha mai studiato o letto qualcosa di Moravia. L’aspetto che mi ha più sorpreso è il fatto che sia riuscito a prendermi così tanto da non farmi smettere di leggere, seppure non accade praticamente nulla. Il libro racconta un brevissimo lasso di tempo in cui accadono pochissime cose rilevanti, ma nonostante ciò, riesce a emozionare e coinvolgere. Sicuramente leggerò altro di Moravia, questo libro mi ha davvero fatto amare il suo stile e sicuramente approfondirò la sua scrittura. Lo consiglio a chiunque voglia approcciarsi alla letteratura italiana del novecento.

  • User Icon

    b.93

    02/04/2020 17:30:12

    Merita certo una lettura! Un classico della letteratura esistenzialista, ma non per questo pessimista.

  • User Icon

    francesca

    17/03/2020 17:19:00

    il libro mi è piaciuto molto,lo trovo molto attuale e anche molto scorrevole. molto interessante il comportamento di ciascun personaggio.

  • User Icon

    nunzia

    17/01/2020 19:15:44

    Tutti i personaggi colpevoli di indifferenza. L'inettitudine e la vigliaccheria in questo romanzo la fanno da padrona. Un ritratto secco e duro dell'epoca. Si fa leggere però ancora dopo tanto tempo, per la caratterizzazione precisa e profonda che moravia riesce a infondere al nulla delle sue creature

  • User Icon

    Cristina

    23/11/2019 22:04:35

    Un classico di inestimabile bellezza

  • User Icon

    sofia

    27/09/2019 16:28:49

    Molto bello

  • User Icon

    Joe

    25/09/2019 07:36:30

    Un romanzo in grado di manifestare le enormi capacità introspettive dell’autore attraverso una narrazione che è sospesa sopra le teste dei personaggi , che sembra apparentemente non entrare nelle loro menti, ma che al contrario rivela proprio attraverso le motivazioni non date dei loro gesti, i pensieri non espressi di questa famiglia, che consuma la propria rottura in un silenzio greve, tutto il loro mondo interiore, il quale inesorabile muove verso un’evoluzione negativa, che si sarebbe potuta evitare se solo ciascuno di loro non fosse stato così chiuso, così sfiduciato rispetto alla capacità di essere ascoltato, compreso. Un piccolo nucleo di corruzione morale, di analfabetismo emotivo prende forma in questo capolavoro assoluto di un all’epoca giovanissimo Moravia. Un esordio da vero, grande scrittore.

  • User Icon

    vera

    24/09/2019 20:03:18

    "Gli Indifferenti" ebbe un grande successo di critica e di pubblico ma non piacque alla dittatura fascista che, in seguito, ne vietò la ristampa. Il romanzo, in effetti, fornisce un quadro della società italiana del tutto diverso da quello rassicurante che la propaganda di regime si preoccupava di diffondere. Qui la borghesia, descritta senza alcuna reticenza, si svela in tutta la sua corruzione morale al di là del paravento del suo ipocrita perbenismo.

  • User Icon

    Giuseppe

    20/09/2019 14:08:58

    Scritto da un Moravia giovanissimo, stile fresco. Qui affronta molti dei temi che saranno poi ripresi in fase più matura.

Vedi tutte le 50 recensioni cliente
  • Alberto Moravia Cover

    Alberto Moravia esordì giovanissimo pubblicando, a sue spese, il primo romanzo, Gli indifferenti (1929). Penetrante e spietato ritratto della borghesia italiana agli inizi del fascismo, l’opera rivelò immediatamente, nella incisività di una prosa secca e analitica, la maturità di uno scrittore capace fin da allora di far tesoro delle diverse lezioni dei grandi modelli europei, dalla oggettività di De Foe alla problematicità dei romanzieri russi (specie Dostoevskij), al realismo tipologico dei francesi dell’Ottocento. Il romanzo, accolto con ostilità dalla cultura fascista che ne proibì la diffusione, fu salutato con entusiasmo solo da pochi critici accorti (Borgese, Pancrazi, Solmi).M. cominciò poi a collaborare a riviste... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali