€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Teresa

    13/03/2008 20:51:47

    Non volevo offendere nessuno. Io il film l’ho visto per la prima volta quando ne avevo 15, l’ho rivisto altre volte ancora, e adesso che ne ho 40 e ho comprato il dvd apposta perché erano anni che desideravo rivederlo … ne ho solo rivisto per circa mezz'ora imponendomelo!!! di più non ci sono riuscita. Adoro questi vecchi film! Non sconfesso l’opera di Orson Welles. Welles è tra i miei preferiti. Sono queste “operazioni” di ridoppiaggio che non capisco. In giro ci sono tanti film con scene reintegrate senza sottotitoli, tanto da “costringerti” ad attivare il sottotitolo (quando è presente!) e non hanno subito questo “rimaneggiamento” … e io li preferisco pur non sapendo l'inglese! Ridoppiandoli tolgono tutta "l'atmosfera e la magia" del vecchio film, e poi non è carino trovare questo tipo di "sorpresa" sborsando non pochi euro!!!... se poi sta bene così! Ma perché non fare come per i libri? I vari editori pubblicano vecchi libri con traduttori diversi. Io ho la versione in lingua e tre versioni italiane de “L’isola del Tesoro”di R.L. Stevenson (i traduttori sono A. S. Novaro, L. Cangemi, e la versione a fumetti di Hugo Pratt) ... i diversi traduttori più o meno traducono alla stessa maniera, ma non stravolgono il libro ... quello economico, quello per ragazzi tutto illustrato, quello da collezione , … uno si regola quale acquistare! E allora perché non pubblicare il film nelle due versioni o almeno indicare sul DVD “edizione con doppiaggio originale” o “edizione con il nuovo doppiaggio”? Entrano in gioco diritti, tasse, concessioni, avvocati, eredi e … tanti bla bla bla? La legge di mercato impone certe “strategie e trovate” ... non è molto leale e certo non accontenta tutti.

  • User Icon

    Ferdinando

    30/01/2008 13:42:27

    Teresa,questo era il film che Orson Wells voleva.Anche a me non piace vedere film ridoppiati ma ti assicuro che se nel lavoro di restauro avessero inserito le scene tagliate lasciando le voci originali,avresti passato il tuo tempo a leggere i sottotitoli

  • User Icon

    Teresa

    13/12/2007 10:54:39

    Per caso leggo la recensione di “La signora di Shanghai” (bravo Werner!), su questo sito, e scopro che questo dvd che avevo comprato due giorni prima (mannaggia!!!) é RIDOPPIATO! “ Ma che ci fa la voce di Claudio Capone in un film del 1958?” Ma i recensori qui sotto se ne sono accorti!? Con tutto il rispetto per i nuovi doppiatori ma non c’è paragone che tenga col doppiaggio originario con i mitici EMILIO CIGOLI, MARIA PIA DI MEO, GIORGIO CAPECCHI, LAURO GAZZOLO, LUIGI PAVESE e tutte le altre Voci! Avessero un po’ d’onestà ad indicare sui dvd queste “trovate geniali”, oltre al director's cult, edizione straordinaria, versione integrale e bla bla bla!... Consideravo “L’INFERNALE QUINLAN” un capolavoro ma adesso se lo “vedo” in italiano si sembra una telenovela. È difficile abituarsi a vedere i film in lingua originale e con i sottotitoli in italiano!

  • User Icon

    Ferdinando

    05/04/2007 20:11:17

    Basta il piano-sequenza iniziale,effettuato in tempo reale con lo scoppio della bomba,per amare questo capolavoro del cinema.

  • User Icon

    Marco Scardella

    28/11/2006 02:17:32

    Capolavoro. Probabilmente il miglior film di Welles dopo "Quarto potere". Una maestria assoluta nella regia, recitazioni impeccabili, ricco di caratterizzazioni e arricchito dalla presenza di star anche in ruoli minori, qui al loro meglio. Osrson Welles amava il cinema e ne ha dato prova in più occasioni.

  • User Icon

    Gigi De Grossi

    03/03/2005 15:59:59

    Grazie ad un paziente lavoro di ricostruzione sulla base degli appunti lasciati dallo stesso Welles, è stato possibile restaurare "Touch of Evil" ovvero l'ultimo capolavoro americano del grande regista e cancellare sia gli orribili titoli di testa che erano stati inseriti nel magistrale piano-sequenza iniziale, sia le ridicole scene di raccordo che secondo la visione asfittica dei produttori dell'Universal, avrebbero reso più chiara la storia (e girate da Harry Keller, un mestierante ai loro ordini). Il film, dopo anni di oblio, ha riacquistato l'intensità della sua luce boreale, come se la notte non volesse mai cedere al giorno. Che altro non è se non la fosca luce del potere che prende il sopravvento sulla verità delle cose e dal cui fondo nebuloso emerge la sagoma debordante e sinistra del capitano Quinlan che amministra a suo modo la giustizia in una cittadina al confine col Messico, cioè corrompendo e inquinando. Tuttavia questo cinico professionista del crimine, intossicato di caramelle e di falsa moralità, oltre che di un infallibile fiuto, è dotato di una sua perversa umanità: riesce sempre a scovare i veri colpevoli e perfino a farsi amare. Sarà proprio il suo unico amico, un anziano poliziotto stanco dei suoi metodi, a tradirlo portandone però il peso. Come se solo un gesto abietto di tradimento potesse sconfiggere l'abiezione del male, come se dunque il male non potesse essere sconfitto dal bene ma solo da altro male. E' questo l'assunto del lucido e crudele apologo wellesiano. Cammeo di Marlene Dietrich nei panni di una chiromante che tanto tempo prima forse ha amato Quinlan e che da questi interrogata sul proprio futuro, dopo un rapido sguardo alle carte sparse sul tavolo, gli risponde - Non ne hai !-

  • User Icon

    paolo63

    07/09/2004 11:43:35

    Charlton Heston che interpreta un messicano, solo il genio assoluto di Welles poteva renderlo credibile. Tutto ruota sottolineato dal piano sequenza inziale, intorno al debordante Welles. Nessuno scrupolo pur di arrivare al risultato, la vertà....prove....basto io , anzi IO , basta la mia parola, sono il padrone del locale, il burattinaio, conosco tutte le vostre debolezze. Voi siete uomini IO sono Orson Welles.

  • User Icon

    NICOLA

    31/07/2004 14:39:50

    Un grande noir caraterizzato da grandissimi attori e una regia straordinaria....storia avvincente

  • User Icon

    Caesar

    23/03/2004 10:32:44

    Livello di cinematografia alla massima potenza. Arte visiva che illumina gli occhi. Tutto in modo impeccabile. Solo Kubrick riusciva a MOSTRARE LE SCENE DI UN FILM come lo faceva Welles. La profondità di un capolavoro come "L'Infernale Quinlan" (Titolo terribile a dispetto dell'originale "Tocco Del Male") rimane abissale nell'epopea del noir americano, e l'abnorme Orson entra in scena zoppicante e obeso, con la voce rotta dalla fatica e la sogghignante antipatia di uno dei suoi migliori personaggi. Ne esce come un'enorme carcassa galleggiante nel fiume (la scena finale è ormai un classico), dopo aver esordito con uno dei migliori (se non IL migliore) piano-sequenza della storia del cinema: la mano di un uomo che aziona un ordigno, lo nasconde nel bagagliaio di un auto, l'auto parte, la macchina da presa si alza e aggira l'isolato seguendo sempre l'auto, la segue fino alla linea di frontiera finchè non punta dritto al poliziotto Charlton Heston; il tempo di un bacio alla neo-moglie per sentire il boato dell'auto che esplode. Capolavoro assoluto!!!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Universal Pictures, 2004
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 114 min
  • Lingua audio: Francese (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono);Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Spagnolo (Dolby Digital 1.0 - mono);Tedesco (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Arabo; Danese; Ebraico; Finlandese; Francese; Greco; Italiano; Norvegese; Olandese; Portoghese; Russo; Spagnolo; Svedese; Tedesco; Turco
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2