Traduttore: T. Dobner
Collana: Pickwick
Edizione: 3
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 1315 p.
  • EAN: 9788868360269
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,82

€ 13,90

Risparmi € 2,08 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    n.d.

    14/10/2017 14:52:52

    Grandissimo romanzo. La prova più evidente che King fa letteratura di altissimo livello. Un linguaggio meraviglioso, personaggi costruiti alla perfezione e una capacità di raccontare il passaggio infanzia adolescenza che non ha pari. Non fatevi spaventare dalla lunghezza. La lettura scorre con velocità sorprendente. E per favore, non pensate, avendo visto trasposizioni cinematografiche, di conoscere questo capolavoro.

  • User Icon

    Vox

    30/09/2017 17:01:15

    Per quanto mi riguarda IT è il miglior lavoro di King. Una vera opera contemporanea che forse, fra qualche anno si studierà nelle scuole al posto dei Promessi Sposi;) Scherzi a parte, IT è un romanzo di formazione che ha al suo interno un universo di classici della narrativa, fino ai capisaldi del fantasy e dell'horror. Un'opera di una complessità inaudita, capace di trattare al contempo i sentimenti più genuini, e forse per questo a volte reconditi, dell'animo umano. Dare forme e origine alla paura non è mai stato così eccitante.

  • User Icon

    Marco

    16/08/2017 10:02:28

    L'immagine di copertina dovrebbe essere una bici lanciata a folle velocità. Questo libro è un "horror" per chi lo legge in superficie. A me è sembrato un viaggio dentro l'essere umano, al pari di altri Grandi Classici. Struggente, incalzante, dolcissimo e terribile. Si vedono le radici del male, e si vedono le armi per sconfiggerlo. Si dipinge il tempo mostruoso, e si intravedono le bellezze per distruggerlo. Lascia malinconici, e ottimisti. Nota: l'orrore attraverso il quale King più riesce a far accapponare la pelle, è tutto umano, tutto purtroppo reale.

  • User Icon

    michele

    12/07/2017 09:29:58

    Capolavoro assoluto, nient'altro da aggiungere!

  • User Icon

    Bruno Izzo

    21/06/2017 11:46:19

    Con “It” King fa rivivere magistralmente tutti i mostri “classici”, i vampiri, le mummie, i mostri della laguna nera, i ragni giganti, tutti i differenti modi di essere e di apparire, che assume ogni e qualsiasi babau per eccellenza. Ciascun ha, si può dire, un mostro personale, e pertanto non sintetizzabile solo in un modo ed in un genere, ma amorfo ed intricato ad un tempo, non riconducibile ad una sola categoria, potendo assumere forme e nomi diversi, e pertanto l’insieme di questo caleidoscopico mostro è indicato con un più appropriato termine neutro, “It” appunto. L’horror spaventa, ma affascina; l’horror terrorizza, ma incuriosisce; ne sono sempre vittime i ragazzini della prima adolescenza, perché non credono più alle favole, certo, e però credono ancora nelle storie “strane”, non sono più bambini, vero, ma nemmeno abbastanza grandi da limitarsi ad etichettare come illusorio ciò che non arrivano ancora cocciutamente a spiegare solo con la ragione. Gli adolescenti sono la parte bella dell’esistenza, “It” è quella orrenda. King scrive dell’eterna lotta tra bene e male dell’esistenza, è il suo talento a rendere un capolavoro la storia banale di un mostro nascosto nelle fogne di una città. Una storia d’adolescenti che sono, per definizione, dei perdenti e che invece vincono contro un clown, che è il condensato di quanto più falso e negativo esiste nell’animo adulto. “It” è subdolo, ma intelligente, è pervicace e perciò ritorna ciclicamente, fa parte della storia dell’uomo fin dalla sua comparsa sul pianeta terra; è abile, capace, affascinante, non a caso è femmina, in grado di moltiplicare sé stesso. Il gruppo dei perdenti, tuttavia, armato solo di buoni sentimenti, assicura il lieto fine, a maggior ragione se conserva nella memoria i buoni, puliti e disinteressati valori della gioventù anche nella crescita, e sa recuperarli all’occorrenza.

  • User Icon

    Martina

    05/03/2017 08:48:09

    It è il primo libro di Stephen King che ho letto e non posso che confermare le recensioni e le opinioni positive espresse su questo libro. Ottime le descrizioni dell'autore dei personaggi e soprattutto dei luoghi in cui si svolge la storia. A volte possono sembrare eccessive, invece, secondo me, sono funzionali per calarsi nella trama come se la si stesse vivendo. It non è semplicemente un mostro come quelli che popolano i normali horror: It è il male che scaturisce dalle nostre paure, ognuno di noi può essere It. Questo è uno dei messaggi più importanti: tutti nella vita qualche volta saranno impegnati a sconfiggere il proprio It. Lo dimostrerebbe il fatto che l'autore utilizzi come esempio per la storia sette ragazzini, ognuno dei quali con una caratteristica che li "limita" e che sono costretti a vincere per sconfiggere It. Soltanto superando le proprie paure e non facendosi vincere da queste si può impedire che il mostro che è in ognuno di noi venga alla luce. Questo è forse uno dei motivi per cui facilmente riusciamo ad immedesimarci nei personaggi e a percepirli quasi come amici. Consiglio davvero la lettura di questo "classico" di Stephen King!

  • User Icon

    Alessandro

    12/11/2016 13:45:25

    La cosa splendida che questo romanzo mi lascia e' l'impresione di aver vissuto tutta la storia come se fossi l'ottavo componente dei "perdenti". L'abilita' di King e' stata descrivere con assulta perfezione i caratteri di tutti i protagonisti, le loro vite, i loro sogni e le loro paure. IT e' il male...IT e' la paura....IT e' il buio....IT e' presente in tutti noi e solo con la vera amicizia possiamo sconfiggerlo per sempre. IT e' un romanzo straordinario. ^_^

  • User Icon

    Stefano Falotico

    01/11/2016 08:51:54

    Complesso, stratificato, interminabile, fiume, un capolavoro indiscusso di cui attendiamo la versione cinematografica definitiva. Un viaggio nella notte nera, buissima, laddove i babau abbaiano latrantissimi in glaciale, spettrale incubo ad occhi aperti che durerà tutta una vita.

  • User Icon

    Dami

    22/10/2016 20:19:27

    Un libro molto voluminoso ma piacevole e coinvolgente, alla fine vorresti che non finisse... I personaggi sono descritti magistralmente, soprattutto a livello psicologico, sembra di essere nella loro testa e accanto a loro nelle loro peripezie. Il finale è particolare e bisogna ricordare che è un'opera di fantasia in modo da non cadere in critiche gratuite. Un capolavoro da leggere assolutamente!

  • User Icon

    eri

    26/05/2016 11:01:25

    semplicemente bellissimo. strutturato in maniera magnifica. una volta iniziato non si può smettere più di leggerlo.

  • User Icon

    ludwig

    09/12/2015 22:40:34

    Libro da leggere per chi ama il Re e per chi vuole entrare in un mondo surreale e avvincente.l'unica nota stonata il finale,forse troppo immerso in situazioni poco convincenti .(mio parere senza voler denigrare il libro)

  • User Icon

    Daniele Ubaldi

    17/11/2015 14:34:13

    Ho letto IT due volte, a distanza di 10 anni l'una dall'altra. Di proposito. La prima quando ero adolescente, poi da persona quasi matura. It è tutto ciò che di oscuro alberga in ciascuno di noi, tenendoci compagnia dall'inizio alla fine. Certamente cambia con l'età, può essere domato e lasciato in un angolo come brace sotto la cenere. Ma resta comunque un parte ancestrale di noi. Non solo. It, a mio modo di vedere, è la provincia. nel caso del "re", la provincia americana, ma il discorso è facilmente traslabile al nostro mondo. La provincia apparentemente "ridente", ma che in realtà nulla offre ai suoi giovani se non meschinità, invidie, bullismo, senso di inquietudine, cattive strade. Il male di IT si evolve con le vite di chi lo subisce, proprio come l'ipocrisia delle piccole comunità si rivela, velo dopo velo, con il crescere dell'individuo che vi abita. E molto altro ancora... E' l'unico libro che ricomincerei a leggere fra dieci minuti.

  • User Icon

    Mau

    28/10/2015 14:57:05

    Immenso. Tra quelli che ho letto di King il più bello e credo rimarrà lì al primo posto anche quando proseguirò con la lettura delle sue altre opere.

  • User Icon

    fabio57

    23/09/2015 12:29:01

    Ho un debole per questo romanzo di King, che ritengo uno dei migliori. La descrizione minuziosa del carattere dei protagonisti, nella fase adolescenziale prima e da adulti dopo, è straordinaria, come è nello stile del migliore Stephen. La storia è calata nella dimensione ottimale, per consentirgli gli "excursus" a cui ci ha abituato. Importante in questo lavoro è proprio l'evoluzione dei personaggi, nel tempo, cosa erano e cosa sono diventati.La "questione adolescenziale" per King ha una valenza fondamentale, è il periodo di formazione delicatissimo, dove albergano paure, angosce ma anche speranze e progetti. Ottimo

  • User Icon

    Angela

    05/09/2015 15:43:00

    Mi ero sempre ripromessa di leggere i libri di Stephen King e così ho pensato di ben cominciare con quello che è considerato il suo capolavoro: It. Man a mano che proseguivo nella lettura, constatavo che la struttura di questo romanzo horror è complicata, con continui sbalzi temporali e pagine di diario che si inseriscono qui e lì senza preavviso. Anche i punti di vista cambiano repentinamente. Ci sono poi tante storie nelle storie che fanno quasi perdere il filo della narrazione, per non parlare delle innumerevoli lungaggini presenti. Per il resto, mi è venuta la pelle d'oca in diversi passaggi ed il mio livello di coinvolgimento emotivo è sempre stato molto alto. Struggente, secondo me, il finale: l'amicizia quando finisce lascia sempre l'amaro in bocca. Senza voler anticipare, mi ha profondamente colpito anche la scena di sesso che si colloca verso la fine del libro e che, mi sembra, sia stata anche ampiamente criticata. Io penso che, nelle intenzioni di King, questa scena volesse significare la fine dell'infanzia per i bambini protagonisti ed il loro affacciarsi sulla soglia dell'età adulta. In conclusione, a mio modesto avviso, It vale un meritatissimo 5, sia per tutte queste emozioni che ha suscitato in me, sia per le similitudini affascinanti e l'accuratezza della scrittura (a questo riguardo, faccio vivissimi complimenti al traduttore di questa edizione italiana). Consiglio caldamente la lettura di questo libro.

  • User Icon

    eds

    15/01/2015 11:37:27

    1300 pagine che si leggono facilmente. Libro assai accessibile e scorrevole. Consigliabile per gli adolescenti intorno ai 16-18 anni. Scade un po'nel finale

  • User Icon

    JushinThunderLiger

    16/11/2014 20:01:05

    Recensire in poche righe un libro di oltre 1300 pagine non è semplice ma diventa più difficile se il libro in questione è uno dei capolavori (o IL capolavoro) di Stephen King. It non è solamente una storia horror ma è molto di più. Penso che questa frase racchiuda l'essenza del romanzo: "Forse non esistono nemmeno amici buoni o cattivi, forse ci sono solo amici, persone che prendono le tue parti quando stai male e che ti aiutano a non sentirti solo. Forse per un amico vale sempre la pena avere paura e sperare e vivere. Forse vale anche la pena persino morire per lui, se così ha da essere. Niente amici buoni. Niente amici cattivi. Persone e basta che vuoi avere vicino, persone con le quali hai bisogno di essere; persone che hanno costruito la loro dimora nel tuo cuore". It è un romanzo che lo consiglio vivamente di leggere perchè, nonostante l'enorme mole di pagine, fa appassionare il lettore, grazie allo stile di scrittura di King (che è più unico che raro).

  • User Icon

    Borromini

    06/10/2014 22:24:04

    Capolavoro

  • User Icon

    Very

    25/08/2014 16:44:52

    Trama complessa, buona (e, in alcuni casi, ottima) psicologia del personaggi (il lettore riesce a comprenderli e appassionarsi alle loro vicende), storia avvincente e articolata. Forse un po' troppo banale la scoperta della "forma finale" di It, ma i colpi di scena e il fascino della lettura non abbandonano nemmeno il finale di questo bel romanzo. Ho scoperto King da poco e i suoi racconti "più datati" mi stanno davvero appassionando. Consigliatissimo!

  • User Icon

    zombie49

    20/06/2014 11:05:45

    Un mostro multiforme che vive dall'inizio del tempo nelle fogne di Derry nel Maine e ama presentarsi nelle sembianze di un clown torna ciclicamente x uccidere dei bambini. Un gruppo di ragazzini, uniti da una salda amicizia, lo combatte e lo ricaccia nell'oscurità. Gli stessi ragazzini, divenuti adulti, ancora si uniscono x combattere e sconfiggere il Male, anche a prezzo delle loro vite. Monumentale opera di King in cui si fondono due romanzi, sull'infanzia e l'età adulta, sull'amicizia e la solidarietà, che unite possono combattere i fantasmi della Paura, che si nasconde in ciascuno di noi ed assume le forme che noi vogliamo darle. I libri di King hanno una peculiarità unica: è più coinvolgente la descrizione degli eventi che fanno da corollario al fatto saliente (magistrale la descrizione dell'alluvione di Derry), che il fatto stesso. Stupendo romanzo sull'infanzia in cui tutti possiamo trovare un pezzetto della nostra: gli amici, l'avventura, i giochi segreti proibiti dai nostri genitori. Forse è scontata solo la morale: la lotta del Bene contro il Male fino all'inevitabile trionfo.

Vedi tutte le 35 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione