Categorie

Nikolaus Wachsmann

Traduttore: S. Crimi, F. Peri, L. Tasso
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2016
Pagine: 882 p. , ill. , Rilegato

41° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Storia e archeologia - Storia - Specifici eventi e argomenti - Genocidi e pulizia etnica

  • EAN: 9788804659945

Indice

Prologo

I primi campi
Un'estate e una primavera di sangue - Coordinamento - Terrore aperto

Il sistema dei campi delle SS
Un'eccezione permanente - Le SS dei campi - Mondi prigionieri

Espansione
Emarginati - Lavoro coatto - Ebrei

Guerra
Le SS dei campi vanno alla guerra - La strada verso la perdizione - Gradi di sofferenza

Sterminio di massa
Uccidere i deboli - L'esecuzione dei prigionieri di guerra sovietici - Utopie omicide

Olocausto
Auschwitz e la "soluzione finale" nazista - Le fabbriche di morte - Il genocidio e il sistema concentrazionario

Anus mundi
Detenuti ebrei nei campi dell'Est - La vita quotidiana delle SS - Saccheggi e corruzione

Economia e sterminio
Oswald Pohl e il WVHA - Il lavoro degli schiavi - "Cavie di laboratorio"

I campi dislocati
In Extremis - I campi satellite - Il mondo fuori

Scelte impossibili
Comunità coatte - I kapò - Insubordinazione

Morte o libertà
L'inizio della fine - Apocalisse - Le ultime settimane

Epilogo

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    luca bidoli

    11/02/2016 16.04.13

    Mancava, mancava un'opera completa sull'universo concentrazionario all'interno del nazionalsocialismo. Un lavoro immmane che prende l'avvio dall'acesa al potere di Adolf Hitler e che analizza in profondità e con una quantità incredibile di fonti, documenti, riferimenti ( sarebbe sufficiente l'apparato di note e la bibliografia di riferimento, a dimostrare la quasi esaustività di questo straordinario lavoro, che è un punto di riferimento per chiunque voglia studiare la storia non solo tedesca ma del secolo che abbiamo appena lasciato alle nostre spalle), l'universo dei KL, dei campi di concentramento, della loro genesi, del loro sviluppo, o meglio, degli sviluppi nel corso di dodici terribili anni. Un lavoro storiografico di prim'ordine, che desta stupore e reale riconoscenza, un'analisi serrata che rimuove molti luoghi comuni, restituendo al lettore la piena e reale dimensione del terrore di un epoca terribile, Grazie, anche a coloro che hanno pubblicato un saggio di questa importanza e mole.

Scrivi una recensione