Köthener Trauermusik Bwv244a - CD Audio di Johann Sebastian Bach

Köthener Trauermusik Bwv244a

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Johann Sebastian Bach
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Harmonia Mundi
Data di pubblicazione: 30 settembre 2014
  • EAN: 3149020221129

Il principe Leopold di Köthen non fu un sovrano di grande importanza politica e il suo regno non lasciò tracce tangibili, ma la sua sensibilità verso la musica lo portò a fondare, per la cappella di corte, un ensemble di musicisti di alto livello e a instaurare una relazione confidenziale e di reciproca stima con Bach. Alla sua morte, nel 1728, gli verrà dedicata una cantata funebre quasi interamente costruita su due delle opere maggiori dell’epoca: la “Trauer-Ode” e la “Passione secondo Matteo” di Bach, compresa la celebre e commovente aria “Erhalte mich, mein Gott”. Il contesto musicale della cerimonia funebre può essere ricostruito solo parzialmente: Picander, librettista della Passione secondo Matteo, scrisse un poema di 24 strofe sul quale Bach compose una cantata monumentale, purtroppo non conservata. La disponibilità di una precisa documentazione ha permesso comunque di ricostruire l’opera con la giusta sequenza dei brani. Questa registrazione è il risultato di tre anni di lavoro e di numerosi concerti di Raphaël Picon, che esordisce su Harmonia Mundi con il suo gruppo Pygmalion. Fondato nel 2006 in occasione dell’Europa Bach Festival, l’ensemble nasce dall’unione di un coro e di un’orchestra che utilizza strumenti d’epoca concentrati in particolare sulle opere di Bach e di Rameau. Dall’inizio del 2014 ha come propria sede l’Opéra di Bordeaux.

  • Johann Sebastian Bach Cover

    Compositore tedesco.La vita: da Weimar, a Cöthen, a Lipsia. Figlio di un violinista, ricevette la prima istruzione musicale dal padre e, dopo la sua morte (1695), dal fratello maggiore. Nel 1700 entrò a far parte, come soprano, del coro di S. Michele a Lüneburg, rimanendo al servizio di quella chiesa anche dopo la muta della voce, avvenuta l'anno seguente. Nel 1703 ebbe un breve incarico a Weimar come violinista nell'orchestra ducale; pochi mesi dopo divenne organista di chiesa ad Arnstadt. Nel 1707, colpito da dure critiche perché si era assentato senza permesso e perché sottoponeva a eccessive elaborazioni l'accompagnamento dei corali, si trasferì a Mühlhausen, presso la chiesa di S. Biagio. Nello stesso anno sposò sua cugina. Nel 1708 tornò a Weimar come organista di corte. Deluso nella... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali