La legge del sangue. Pensare e agire da nazisti - Johann Chapoutot - copertina

La legge del sangue. Pensare e agire da nazisti

Johann Chapoutot

Scrivi una recensione
Traduttore: V. Zini
Editore: Einaudi
Collana: La biblioteca
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 7 giugno 2016
Pagine: VII-463 p., Rilegato
  • EAN: 9788806227128

21° nella classifica Bestseller di IBS LibriSocietà, politica e comunicazione - Politica e governo - Ideologie politiche - Fascismo e Nazismo

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 27,20

€ 32,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

27 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Sono stati scritti migliaia di libri - riflessioni teologico-religiose, indagini storiche, interrogazioni filosofiche, analisi psicopatologiche eppure, per molti aspetti, l'enigma del nazismo resiste alla gran parte degli sguardi che su di esso vengono gettati. Possediamo descrizioni minuziose della nefasta impresa di "governo biopolitico" allestita dal nazismo; ma continuiamo a non capire come un'intera società poté essere coinvolta, indotta ad agire, a essere complice o docile testimone dell'orrore. Il libro di Chapoutot tenta di risolvere tale enigma rendendo visibile qualcosa che fino a oggi era stato solo sfiorato, come se si trattasse di qualcosa di secondario e accessorio. Lo fa analizzando la formazione, i fondamenti e i modi di funzionamento del "discorso" nazista. L'autore esamina una messe impressionante di libri, articoli, documenti, anche iconografici e filmici, prodotti nell'arco di circa mezzo secolo in Germania da filosofi, giuristi, medici, antropologi, biologi, storici, etnologi, studiosi delle razze, chimici, e persino botanici o zoologi, cosí come registi o giornalisti. L'analisi dell'insieme della "cultura" nazista mostra come in essa tutto converga verso un focus fondamentale: la "legge del sangue". Un brusio interminabile, durato decenni, che diventa rumore sordo e inquietante, per trasformarsi alla fine nell'urlo agghiacciante e mostruoso che ha accompagnato il graduale insediamento e poi l'entrata a regime del nazismo.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Moreno Oldani

    21/06/2016 10:29:03

    Anche se all'inizio risulta di difficile lettura è un grande libro! Da non perdere per chi si interessa alla storia dei regimi totalitari.


Indice

Introduzione

Prima parte: Procreare
I. Origini: natura, essenza, nascite
- Nascita ed essenza: il germano, la natura, l'animale - Nudità, natura, autenticità - L'archetipo e l'arcaico: per un'archeologia normativa - L'immediatezza germanica - Unità, separazione, mediazione - La pietà nordica: serenità, amicizia, armonia - La morale nordica, ovvero l'istinto del bene - La razza germanica, unica razza morale - L'ordine del mondo - Norma, popolo e vita - Sul diritto come folklore

II. Alienazione: acculturazione e snaturamento
- Come si snatura un piccolo tedesco - Gli ebrei, popolo della Legge - Rivoluzione francese, rivoluzione ebraica - Insurrezione razziale, universalismo e liberalismo - L'universalismo e le sue aporie - L'alienazione del diritto: la ricezione del diritto romano - Acculturazione e snaturamento del popolo tedesco - Cattolicesimo, monachesimo e antinatura - Contrastare la natura, uccidere la razza III. Restaurazione: rinascere
- Stato e natura: la restaurazione della norma originaria - Degiudaicizzare il cristianesimo? - Ritrovare nella razza, ritrovare attraverso la razza - Vita del popolo, morte del paragrafo - La rinascita del diritto tedesco - Far vivere il diritto: il ruolo del giudice - Chi ha il diritto di nascere? La questione della sterilizzazione - Procreare dei puri e dei forti - Rivoluzione nazionalsocialista e rivalutazione dei valori

Parte seconda: Combattere
IV. Ogni vita è lotta
- L'uomo è natura, la natura è lotta - L'uomo e la legge naturale - Leistungsgemeinschaft: chi ha il diritto di sopravvivere? - L'etica del medico - Ripudio e uso del decalogo - Not: pericolo, urgenza, necessità - Kampfgemeinschaft: una comunità di lotta - Rimuovere gli ostacoli, sradicare il cristianesimo - Del buon uso della pietà

V. Guerra interna: la lotta contro i Volksfremde
- Il campo di concentramento: proteggere e rieducare - Il diritto penale come guerra - Le divisioni blindate del diritto - Natura e funzione della polizia tedesca - Kriminalbiologie: quando la guerra contro il crimine è una scienza - Prevenzione e sradicamento: Schutzhaft, Vorbeugungshaft e Sippenhaft - Combattere l'omosessualità - La lotta contro gli asociali - Soffocare la rivoluzione sul nascere

VI. Guerra esterna: La durezza è dolce per l'avvenire
- Durezza tedesca - Guerra in Polonia e guerra all'Est - L'Est, spazio di eccezione permanente - Spazio ostile, spazio contaminato - Da est a ovest: l'importazione della violenza sui teatri occidentali - Kein Kamerad: il trattamento dei prigioneri di guerra sovietici

Parte terza: Regnare
VII. L'ordine internazionale da Westaflia a Versailles: "finis Germaniae"
- Guerre dei Trent'anni (1618, 1792, 1914) - 1648: la pace di Westfalia e l'ordine internazionale - Fabrizierte Konstruktionen: l'assurdità giuridica internazionale - Il diritto internazionale: un fatto - Gli imbrogli del trattato: il diritto come dolo - Ingiustizia dell'ordine internazionale e giustizia naturale

VIII. Reich e colonizzazione dell'Europa dell'Est
- Lebensrecht: il diritto più elementare - Tornare a radicare la razza - Lo sfruttamento della Polonia - Colonizzare un clima familiare - Suolo e sangue - Lo Herrenmenschentum in atto - Untermenschentum e schiavitù

IX. Il millennio come frontiera
- Una Volksgemeinschaft solidale - Rinchiudere, segregare, isolare: il trattamento dei Fremdvolkische - L'Est come frontiera - La frontiera spaziale: l'Ostwall - I limiti del biotopo nazista: Marca dell'Est e Buchenwald - Una frontiera fisiologica: carestia, sfruttamento, esaurimento - Mantenere le distanze - Seimila anni di odio ebraico - L'introvabile crudeltà tedesca - Contro la criminalità ebraica - La Shoah: una guerra - Pericolo biologico, trattamento medico

Conclusione

Note
Appendici
Glossario
Bibliografia
  • Johann Chapoutot Cover

    È professore di Storia contemporanea all’Université Paris-Sorbonne e membro onorario dell’Institut Universitaire de France. Tra i suoi volumi ricordiamo Le nazisme et l’Antiquité (Presses Universitaires de France 2012) e, per Einaudi, Controllare e distruggere (2015) e La legge del sangue (2016). Per Laterza è autore di L’affaire Potempa. Come Hitler assassinò Weimar (2017). Approfondisci
Note legali