La lettera scarlatta

Nathaniel Hawthorne

Traduttore: C. Covito
Editore: Frassinelli
Anno edizione: 1998
In commercio dal: 7 luglio 1998
Pagine: 338 p.
  • EAN: 9788876845086
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
La vicenda si svolge nella Boston puritana del sec. XVII. Hester Prinne ha preceduto nel Massachusetts il marito, un anziano scienziato, e ha avuto una figlia, Pearl, da una relazione illegittima. Viene messa alla gogna e condannata a portare sul petto la lettera A (adultera), ritagliata "in un bel panno scarlatto". Rifiuta di dire il nome del suo amante, ma il marito, sotto falso nome, si mette alla ricerca dell'uomo. Riesce a scoprirlo: è il giovane revederendo Dimmesdale, che soffre moltissimo, ma, per orgoglio, non vuole confessare. Pressato dal marito di Hester alla fine confessa pubblicamente la sua colpa, ma stroncato dall'emozione, muore.

€ 5,70

€ 6,71

Risparmi € 1,01 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    luisa

    06/06/2011 16:24:15

    Romanzo classico veramente bello. Ben scritto e non noioso. Uno dei pochi classici che ho trovato piacevole leggere senza fatica. Consigliato

  • User Icon

    Elena

    10/07/2008 11:13:48

    5 per alzare la media (visto ke qualcuno ha dato 1 percisando di nn averlo letto). Mi è piaciuto, l'ho trovato intenso; belle descrizioni, alcune scelte lessicali ecc. Pearl è fantastica. Confesso: l'inizio nn mi è piaciuto, nn la parte della dogana, una parte ben più lunga. Fosse stato un libro "contemporaneo" l'avrei lasciato lì. Mi sono sforzata perchè incuriosita. e ne sono felice. Capisco - in parte - i voti bassi, tuttavia vorrei sottolineare alcune parti, a mio avviso meritevoli di attenzione: Hester ke si libera della lettera (nn trovo nulla di scontato nei suoi sentimenti, emozioni. Non c'è nulla di banale); Pearl ke si comporta come un piccolo oracolo (ma come anke questo si capiva dalle prime righe?); Pearl che nn è sicura di aver riconosciuto il pastore tra la folla, così diverso dall'uomo della foresta. Non vi è nulla di scontato in Pearl, Hester...!

  • User Icon

    PEARL

    06/11/2007 20:18:59

    SECONDO ME IL LIBRO E QUINDI LA STORIA NON è POI COSì BRUTTA ANZI MI PIACE LA GRANDA FORZA DELL AMORE KE VIVE IN HESTER...QUESTA è IL MIO SEMPLICE PENSIERO SUL ROMANZO.

  • User Icon

    Giu

    25/02/2006 00:56:10

    Non ho neanche finito di leggerlo questo libro da quanto l'ho trovato noioso.. Mi spiace per i lettori a cui è piaciuto, ma questa è la mia opinione ed è circa l'opinione di tutti quelli che conosco che l'hanno letto...

  • User Icon

    salvatore

    25/09/2005 16:16:43

    non ho letto il libro credo che stia vivendo le stesse emozioni la mia donna mene accennava, e ne sono curioso grazie

  • User Icon

    silvia - bg

    25/02/2005 20:57:46

    Una delle poche occasioni in cui il film mi sia piaciuto più del libro. Il narratore mi ha veramente innervosita con i suoi interventi! E poi che fine avrà fatto Pearl? Non è un finale quello............

  • User Icon

    Fflam

    24/07/2004 20:54:51

    Certo, è vero, ci sono delle parti molto pesanti, ma La Dogana è l'introduzione più bella che io ricordi di aver mai letto. La trama è forse prevedibile, ma abbastanza avvincente, e contornata da personaggi ben definiti. In definitiva, per me è stata una lettura piuttosto piacevole.

  • User Icon

    Ele

    20/09/2001 18:03:06

    Anch'io mi aspettavo qualcosa di più, l'idea è bella ma non attacca. E' un libro faticoso ripetitivo e conoscerne la trama è sufficiente per sapere tutto quello che accadrà nel romanzo, eh già, perchè non succede proprio nient'altro oltre a quello che già si intuisce dalle prime pagine... peccato..

  • User Icon

    Happy

    10/09/2001 16:42:07

    In realtà non è vero questo voto che do, ma voglio dire grazie a chi ha creato questo mitico sito, mi avete salvato... Grazie!!! Ora so cosa raccontare alla mia prof. anche se il libro lo dovevo leggere in inglese, ma questa piccola descrizione del libro mi basta x raccontare qualcosa alla prof. e sapere cosa parla il libro. Grazie da Happy!

  • User Icon

    francesca

    06/07/2001 20:51:32

    Conoscevo già vagamente la trama prima di leggerlo e per questo mi attirava, ma ho dovuto faticare a finire il libro perchè è risultato poco scorrevole e, mi dispiace ammetterlo, anche un pò noioso. L'idea è bella ma secondo me viene utilizzato il modo sbagliato di presentarla. Mi aspettavo qualcosa di più.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione