Logicomix - Apostolos Doxiadis,Christos H. Papadimitriou - copertina

Logicomix

Apostolos Doxiadis,Christos H. Papadimitriou

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Paola Eusebio
Editore: Guanda
Collana: Guanda Graphic
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 3 giugno 2010
Pagine: 352 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788860881687
Salvato in 20 liste dei desideri

€ 12,42

€ 23,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Chiamato a esprimere un'opinione sull'intervento degli Stati Uniti nella Seconda guerra mondiale, Bertrand Russell decide di cominciare il discorso da lontano, raccontando la propria vita. Così le vicende personali di Russell, dalla rigida educazione puritana dell'infanzia ai tormentati amori della maturità, si intrecciano alla sua storia di scienziato e filosofo, che getta le fondamenta della logica matematica moderna. Un viaggio che comincia sul finire del XIX secolo, per continuare in anni di grandi speranze e terribili conflitti, in compagnia di pensatori del calibro di Frege, Wittgenstein e Gödel. Ma anche insieme agli autori di questo libro, che intervengono in prima persona nel flusso del racconto, per coinvolgere i lettori in una storia che è quella di un cruciale capitolo della scienza. Logicomix segna un nuovo traguardo per il graphic novel come forma d'arte e strumento di divulgazione. La logica, la matematica e la filosofia non sono mai apparse così affascinanti ed emozionanti.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 5
5
5
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Isabella

    06/04/2019 22:00:13

    Se pensavate che matematica e filosofia fossero solo aride materie di scuola, questa graphic novel vi farà cambiare idea. Attraverso la biografia del filosofo Bertrand Russell, gli autori raccontano la storia della logica matematica moderna attraverso i suoi protagonisti. È tutto molto chiaro: la narrazione, le tavole, i disegni. Ciò che mi colpisce è che in mezzo a tanta matematica e filosofia alla fine faccia capolino la tragedia greca: è vero che i due autori sono greci, ma non basta..... Forse la letteratura, in tutte le sue forme, è la forma di comunicazione più efficace. Copertina: 5, Storia:5, Stile: 5

  • User Icon

    Laura

    08/09/2011 15:03:10

    Concordo con le altre recensioni: davvero una graphic novel di altissimo livello; geniale nello sviluppo del racconto, nella costruzione delle tavole, sottile nella riflessione. Un gioello che sono felice di aver scovato.

  • User Icon

    Antonio

    04/07/2010 17:38:20

    Graphic novel di altissimo livello in grado di condurre il lettore per mano in uno dei periodi più significativi per la matematica senza la volontà di rappresentare un "manuale a fumetti". Gli autori trattano i conflitti continui tra logica e irrazionalità, ragione e pazzia, attraverso le vicende umane dei protagonisti di quel periodo storico, in particolare del grande logico e filosofo Bertrand Russell. CONSIGLIATISSIMA !!!

  • User Icon

    AGT

    04/07/2010 11:08:53

    Per gli amanti della filosofia,della matematica,della logica,ma anche solo del fumetto come arte narrativa...un modo originale per avvicinarsi ad ognuno di questi mondi.Bellissimi i disegni e davvero piacevole la narrazione.Complimenti agli autori per l'idea.

  • User Icon

    Alan

    09/06/2010 00:36:15

    Bellissima "graphic novel" sulla storia della ricerca dei fondamenti della matematica che ha il suo apice tra la fine del XIX secolo e lo scoppio della II guerra mondiale. Mette una gran voglia di aprire i libri di Russell & Co. e quelli che consideravo astrusi libri di Logica... :)

Vedi tutte le 5 recensioni cliente

Logica, matematica e filosofia, unite in un romanzo a fumetti, sulla vita del grande filosofo gallese Bertrand Russell (1872-1970). È la scelta originale e avvincente proposta dall’editore Guanda nella serie Graphic, in un volume a colori opera di due studiosi greci, il matematico Apostolos Doxiadis e l’informatico Christos Papadimitriou, del cartoonist Alecos Papadatos e della grafica francese Annie Di Donna.
La narrazione inizia nel settembre del ‘39, quando Hitler invase la Polonia e il Regno Unito dichiarò guerra alla Germania. Bertrand Russell, all’epoca molto noto come intellettuale impegnato per le sue posizioni pacifiste, venne chiamato da un’università americana di Berkeley a tenere una conferenza sul rapporto tra la logica e le vicende umane. Un gruppo di americani variegato, i cosiddetti “isolazionisti”, composto da comunisti, filo-nazisti, pacifisti idealisti e semplici cittadini, si mobilitarono per protestare contro un possibile coinvolgimento degli Stati Uniti nel conflitto europeo. I manifestanti cercarono di convincere Russell a rinunciare alla lezione e unirsi alla protesta insieme a coloro «che difendevano la Ragione». Il professore invece li convinse a seguirlo alla conferenza perché lì avrebbe parlato appunto di Ragione, e nella sua espressione più alta: la Logica. «Quale modo migliore per introdurre un dibattito sulla guerra?». Prende il via così la lezione-racconto a fumetti della vita di Russell, cresciuto nella casa dei nonni con l’ossessione delle regole vittoriane, la scoperta della perdita dei genitori che gli era stata tenuta nascosta, la fascinazione giovanile per le scienze matematiche. Prosegue con gli studi di Matematica all’università di Cambridge, l’incontro con la donna che sarebbe diventata sua moglie, la passione della conoscenza che lo portò verso gli studi di filosofia e la scoperta di condividere con il pensiero di Leibniz il tentativo di dare basi solide, e un linguaggio logicamente preciso, al pensiero umano sulla realtà.
Non sappiamo se purtroppo o per fortuna, ma il tentativo russelliano di rendere il pensiero chiaro come la geometria, di fare della logica una scienza esatta di tipo booleano, andò alla deriva. Come scrive il filosofo della scienza Giulio Giorello, che ha curato la prefazione a questo graphic novel, il principale merito del libro è quello di spiegare proprio il fenomeno dell’autoriferimento logico, affrontato da Russell, e di mostrare come esso finì per sovvertire il progetto (di Frege) di fondare tutta la matematica sulla teoria logica delle classi. «C’era voluto un “centauro” come Russell, metà matematico e metà filosofo, - scrive Giorello - per far scoppiare quella “bomba a orologeria”, quella crisi dei fondamenti come un potente colpo di tuono che annuncia l’andare in pezzi del grandioso edificio della matematica “rigorosa”». Russell tentò, in anni di appassionata ricerca, di rifondare quell’ambiziosa costruzione, fino a giungere a conclusioni scettiche e disincantate sulla reale possibilità dell’impresa. In questo sforzo, e nel successivo riconoscimento dei limiti del sapere umano, si inserirono il duello tra “Bertie il distruttore” (così gli amici inglesi chiamavano Bertrand Russell) e quello strano “ingegnere tedesco”, come lui chiamava il filosofo austriaco Ludwig Wittgenstein (1889-1951), e anche il desolato confronto con la tragica parabola del Circolo di Vienna nell’Europa dilaniata dai totalitarismi.
Un’opera sorprendente e anche divertente, capace di infondere nel lettore passione per la logica e le scienze matematiche attraverso la giocosità del fumetto a colori e di trasmettere l’avventura umana e culturale di uno degli intellettuali europei più significativi del Novecento.

  • Apostolos Doxiadis Cover

    Apostolos Doxiadis è uno scrittore greco, nato in Australia ma cresciuto ad Atene. All’età di quindici anni è stato ammesso alla Columbia University, dopo aver presentato una ricerca personale al Dipartimento di Matematica. Ha lavorato come regista teatrale e cinematografico vincendo il premio International Center for Artistic Cinema, al Festival del Cinema di Berlino (1988), con il film Terirem. Tra il 1985 e il 1997 ha pubblicato quattro romanzi in greco, ma è stato Zio Petros e la congettura di Goldbach a renderlo famoso in tutto il mondo, e tradotto per la prima volta in Italia. Oltre ai romanzi si è dedicato alla stesura di testi teatrali, alla traduzione di classici del teatro in lingua greca, alla composizione di saggi e di racconti.In Italia... Approfondisci
Note legali