La Mennulara - Simonetta Agnello Hornby - copertina
Salvato in 4 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
La Mennulara
7,28 €
;
LIBRO USATO
Dettagli Mostra info
La Mennulara Venditore: Libri Appesi + 5,00 € Spese di spedizione Solo una copia disponibile
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libri Appesi
7,28 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Tomi di Carta
13,99 € + 5,00 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
7,56 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
ibs
13,30 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
13,30 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libri Appesi
7,28 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Tomi di Carta
13,99 € + 5,00 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
7,56 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
La Mennulara - Simonetta Agnello Hornby - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Sicilia, 1963. Maria Rosalia Inzerillo, più conosciuta come la "Mennulara" (la raccoglitrice di mandorle), è morta. Domestica della famiglia Alfallipe e amministratrice del suo patrimonio, la Mennulara è però soprattutto un mistero per la popolazione del paese. Tutti ne parlano perché si favoleggia sulla ricchezza che avrebbe accumulato, forse favorita dalle relazioni con la mafia locale. Tutti ne parlano perchè sanno e non sanno, perché c'è chi la odia e la maledice e chi la ricorda con gratitudine. Senza di lei Orazio Alfallipe avrebbe dissipato proprietà e rendite. Senza di lei Adriana Alfallipe, una volta morto il marito, sarebbe rimasta sola in un palazzo enorme. Senza di lei i figli di Adriana e Orazio sarebbero cresciuti senza futuro.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

6
2003
31 marzo 2003
209 p.
9788807016196

Valutazioni e recensioni

3,83/5
Recensioni: 4/5
(53)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(26)
4
(10)
3
(6)
2
(4)
1
(7)
Eleonora
Recensioni: 4/5

Roccacolomba non esiste su nessuna carta geografica. Eppure, se si è stati anche una volta sola nella vita in Sicilia, si visualizza immediatamente davanti agli occhi. Nobili palazzi barocchi, lustri viali del passio, assolate campagne dove ancora vige un sistema antico. Simonetta Agnello Hornby nel suo romanzo d’esordio non sposta quasi mai la narrazione da due case (quella degli Alfallipe e quella della Mennulara), eppure ricostruisce un vivido spaccato d’epoca, di società, di un paese che non c’è più. E così la storia della Mennulara è la storia della casata degli Alfallipe, ma è anche la storia di un intero paese: il capomafia locale, il prete, il medico, l’amico di famiglia, i commercianti. Singoli punti di vista incrociati sapientemente per un racconto corale. Tutti stretti attorno a un lutto e a un funerale di un mondo che oramai non c’è più. Sicilia dunque. E Donna. E’ questo l’animo del romanzo che si costruisce intorno alla misteriosa morte della Mennulara. Di lei si parla molto ma si poco. E quello che si sa si costruisce andando avanti con la lettura. Non le mille donne isteriche, in preda agli umori o tradite ma contente di conservare i propri privilegi, Maria Rosalia Inzerillo ha il lavoro e il rispetto nel sangue, l’integrità d’animo e la generosità nel cuore. La Mennulara è un libro dove l’assenza (quella della Mennulara, la serva di casa) conta più della presenza, dove si parte dal fondo per ricostruire la storia dell’inizio, dove il mondo si capovolge e il capomafia rispetta la serva, la serva gestisce gli affari di famiglia dei nobili, dove – alla fine – non esistono più le casate ma nemmeno le mennulare, le raccoglitrici di mandorle. E dove il mondo dei vinti, diventa il mondo dei vincitori.

Leggi di più Leggi di meno
AntonellaM.
Recensioni: 4/5

Ben scritto, divertente. All'inizio la protagonista viene descritta come una contadina ignorante ma poi si rivela una donna colta a cui si vuol bene.

Leggi di più Leggi di meno
aledifra
Recensioni: 3/5

Pur non avendomi particolarmente conquistata è, comunque, una lettura piacevole con tanti personaggi ognuno con il loro diverso punto di vista sulla misteriosa protagonista. Originale la vicenda narrata.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,83/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(26)
4
(10)
3
(6)
2
(4)
1
(7)

Conosci l'autore

Simonetta Agnello Hornby

1945, Palermo

Vive dal 1972 a Londra, dove svolge la professione di avvocato ed è stata presidente per otto anni del Tribunale di Special Educational Needs and Disability. Il suo primo romanzo, La mennulara (la “raccoglitrice di mandorle”) - pubblicato da Feltrinelli nel 2002 e ripubblicato sempre da Feltrinelli nel 2019 -  è stato un vero e proprio caso letterario, è stato a lungo ai vertici delle classifiche ed è stato tradotto in molte lingue, ricevendo nel 2003 il Premio Letterario Forte Village. Nello stesso anno, ha vinto il Premio Stresa di Narrativa e il Premio Alassio 100 libri - Un autore per l'Europa, ed è stato finalista del Premio del Giovedì "Marisa Rusconi". Tra i suoi titoli più celebri ricordiamo: con Feltrinelli...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore