Categorie

Nino Haratischwili

Traduttore: M. Galli
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2013
Pagine: 271 p. , Brossura
  • EAN: 9788804624455

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    stefy75

    08/01/2014 16.18.05

    Intenso, appassionante, lancinante, emozionante, a tratti devastante (nel senso positivo del termine). Una scrittura densa, carica. Una storia esasperante e coinvolgente. Consigliato a chi piace sentirsi trascinare dentro alle storie.

  • User Icon

    Gresi

    16/10/2013 18.48.33

    Il romanzo di questa giovane esordiente autrice, con alle spalle anni di carriera nel mondo del teatro, è la vivida e intensa manifestazione di un amore profondo e intenso. Terribilmente realistico. Dolorosamente sentito, che trasuda dalle pagine di uno dei migliori esordi di quest'anno 2013. Consacra quest'autrice come una sorta di Shakespeare moderna poiché esamina le contrapposizioni che possono sorgere fra l'amore spontaneo, appassionato ma non del tutto libero fra due giovani, e con una storia bruciante di passione e intensità riesce a colpire per il modo in cui essa riesce a realizzarsi e a sottrarsi al destino. Tragico, delicato, realistico, terribilmente sensibile e poetico è il racconto bruciante dell'amore di due giovani. Il loro inizio e la loro fine. La quasi deprimente routine di una giovane mamma, di un figlio di soli sette anni, e moglie, di un marito premuroso e presente, che, a causa di una futile telefonata che infrangerà la quiete di una mattinata come tante altre, vedrà le proprie certezze sciogliersi come neve al sole. Una giovane donna che non aveva mai voluto avere dei figli e che non si è mai sentita all'altezza del suo ruolo di madre. Quella del romanzo della Huratischwili è una storia dal sapore aspro e amaro. Lacera e riduce a pezzi ogni minima parte del nostro essere. Ricorda vagamente storie altrettanto forti come Ogni giorno e Forte come l'onda è il mio amore, ed è portatrice di quei dolori e sofferenze che spesso la vita ci riserva.

  • User Icon

    rosanna

    02/06/2013 08.36.00

    Un romanzo lacerante,una storia d'amore struggente come tutti gli amori impossibili.la ricerca disperata di una normalita' di vita laddove non esiste alcuna possibilita' di realizzarla.due bambini ora adulti segnati per sempre da una tragedia di cui si sentono responsabili e che pesera' per sempre sulle loro vite ma soprattutto sul loro amore.una scrittura densa,incessante,inesorabile come il destino di stella e ivo ,uno stile serrato ,mai scontato,una capacita' di analisi dell'anima che attraversa e scalfisce anche il lettore nelle sue certezze lasciandolo ,ma dovrei dire lasciandomi,tramortita .se devo trovare una pecca direi che l'artificio dell'ultimo viaggio alla ricerca della verita' risulta un po' forzato ma nel vortice degli eventi e nella totale assenza di normalita' di vita dei protagonisti del romanzo si puo' inquadrare anche questo.io ne sono uscita lacerata,esasperata,emozionata come tutte le volte che un romanzo mi entra nell' anima.

Scrivi una recensione