Il mondo classico. Storia epica di Grecia e di Roma

Robin Lane Fox

Traduttore: D. Tarizzo
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 1 marzo 2016
Pagine: XIV-708 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788806228835
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Il mondo classico è quello degli antichi Greci e Romani, che hanno dominato il mondo per secoli e continuano a ispirarci con la loro preziosa eredità: filosofia, scienza, teatro, poesia. Le loro esistenze si sono consumate migliaia di anni fa, eppure bruciano di un'umanità universale e senza tempo. In queste pagine prendono vita Omero, Socrate, Platone e Aristotele, Alessandro Magno, Giulio Cesare e Cleopatra, i primi martiri cristiani e gli sfortunati abitanti di Pompei. Parlano, amano, combattono, e raccontando, ancora una volta, rivivono sotto i nostri occhi le passioni, gli odi, gli amori e le battaglie che li hanno resi grandi. Un libro documentato e insieme appassionante. Un intrigante viaggio alle radici di ciò che noi stessi siamo e sentiamo.

€ 17,00

€ 20,00

Risparmi € 3,00 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    31/12/2013 22:49:37

    Davvero un bel libro: godibilissimo, personale ma piuttosto equilibrato nei giudizi e nella prospettazione dei fatti anche se, qua e là, si sente il retrogusto di qualche semplificazione. Per i miei gusti è un ottimo esempio di libro che si ha voglia di leggere durante un fine settimana di tranquillità.

  • User Icon

    luca bidoli

    15/10/2012 11:40:39

    Come nella migliore tradizione della saggistica anglosassone, questo volume coniuga l'estrema piacevolezza della lettura con il rigore della ricerca storica. Ne sorge un quadro affascinante di civiltà, colta in una prospettiva di analisi che è stimolante essa stessa: l'autore ha scelto di porsi nella veste immaginaria di un uomo del II secolo d.C., nell'età degli imperatori adottivi, che voglia capire l'origine del suo mondo, e il riaffiorare, prepotente, di un neoellenismo, ben rappresentato dall'imperatore Adriano. Un testo che si legge e si consulta con il piacere di percorrere strade sottili nella rivisitazione di un mondo restituito alla sua vita ed alla sua bellezza. Un'ottima lezione di stile storico, di narrazione che, in certe pagine, specie quando cita le fonti primarie, restituisce appieno l'aura di un'epoca. Si prova meraviglia, stupore e, a tratti, in questo immondo oggi, nostalgia, insopprimibile rimpianto per qualcosa che abbimao smarrito. Dov'è finito quello spirito, dove si è persa l'amima profonda di quegli uomini, nostri simili, sempre più nostri fratelli? ( Ma qui, mi rendo conto, scivolo su un crinale arduo, e già poeti come Eliot, ad esempio, hanno provato a dare delle risposte, possibili...).

  • User Icon

    M. T.

    07/10/2008 14:53:56

    Un testo affascinante che narra le nostre origini, ricco di immagini e mappe geografiche. Un testo per conoscere in modo accattivante la storia, con la cura di evitare lungaggini descrittive.

Scrivi una recensione