Mr. Smith va a Washington di Frank Capra - DVD

Mr. Smith va a Washington

Mr. Smith Goes to Washington

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Mr. Smith Goes to Washington
Regia: Frank Capra
Paese: Stati Uniti
Anno: 1939
Supporto: DVD
Salvato in 19 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 7,99 €)

Per opera di un gruppo di finanzieri e politicanti è stato presentato al Senato di Washington il progetto di una diga la cui costruzione consentirebbe dei lauti guadagni agli interessati. Accade che uno dei senatori che rappresentano lo Stato in cui dovrebbe costruirsi la diga muoia. A rimpiazzarlo viene scelto Jefferson, giovane onesto, ingenuo, lontano dalla politica che i politicanti confidano di poter muovere a loro agio. Senonché a Smith, che ignora l'intrigo, viene in mente di presentare un disegno di legge per la costruzione di un campo nazionale di boy-scouts proprio sulle rive del fiume sul quale dovrebbe sorgere la diga. Gli affaristi ricorrono a tutti i mezzi per neutralizzare l'opposizione di Smith e, infine, per liberarsi di lui, l'accusano di disonestà e propongono la sua espulsione dal Senato.
3,67
di 5
Totale 6
5
4
4
0
3
0
2
0
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marika

    28/01/2019 13:10:48

    Ho visto questo film perché consigliato in un libro dell’università. L’ho adorato da subito. L’avrò rivisto diverse volte. Mi è piaciuto molto!

  • User Icon

    Giuseppe

    27/07/2008 00:30:42

    Bellissimo film di Frank Capra con un superlativo James Stewart più bravo che mai e con un cast favoloso,un film che parla del mondo corrotto della politica e di un uomo che combatte per i propri ideali affinchè il suo Paese sia migliore!DA VEDERE ASSOLUTISSIMAMENTE!

  • User Icon

    Teresa

    04/02/2008 19:02:29

    Comprendo Pennyjo ... il voto basso non è al film, un film stupendo magnifico, James Stewart, Jean Arthur, Claude Rains e tutti gli altri super bravi attori e il maestro Frank Capra ...da piccola quando la mandavano in tv lo rivedevo sempre ... non lo rivedevo da tempo e poi adesso quante lacrime!... Orribile idea di ridoppiare questo Capolavoro ... e purtroppo anche per tanti altri film sta capitando questa disgrazia!!!!!!

  • User Icon

    OskarSchell

    22/01/2008 11:27:17

    Mamma mia che capolavoro!

  • User Icon

    pennyjo

    27/09/2007 19:25:18

    Sto imparando a "riguardare" i film! Mal sopportavo i sottotitoli ma adesso che hanno "inventato il ridoppiaggio" li guardo in lingua originale (e dove è possibile imposto il film col sottotitolo in italiano). Insana idea quella del ridoppiaggio .... film che hanno più di 50 anni con voci cosi tanto giovani!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • User Icon

    Stefano Detoni

    08/03/2007 09:20:04

    Bellissimo film di Capra con tutte le tematiche a lui care: l'onestà, il dovere di opporsi a imbroglioni e sfuttatori, l'amore che vince il male, la coscienza che morde, e qui anche la democrazia. Interessante la scena in cui Stewart parla al telefono con la figlia del magnate (la quale gli sta tendendo una trappola) e il fucile alla parete retrostante gli appare puntato sulla testa. Dovrebbero organizzarne proiezioni periodiche (con obbligo di visione da parte dei nostri politici) al senato, alla camera, a Palazzo Chigi... Non vi fate problemi se vedrete in questo film un'immagine un po' strana, dubbia, che non fila bene, dei boy scout. Dal DVD ho controllato i dialoghi originali: si tratta in realtà dei Rangers, organizzazione giovanile americana ispirata all'amore per la natura e all'esaltazione dei valori americani, come la democrazia, l'altruismo, e l'impegno per una società migliore. Resta da chiedersi il perchè di certe libertà che si sono presi i doppiatori, anche a costo di rendere strane certe situazioni del film. Comunque, il doppiaggio sembra essere piuttosto recente (forse degli anni 90), il che non stupisce più di tanto. Come avrebbe potuto, del resto, l'Italia del 1939 importare un film che inneggia alla democrazia, all'onestà, al rispetto, e alla trasparenza?

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Columbia TriStar Home Entertainment, 2016
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 126 min
  • Lingua audio: Italiano (Mono);Inglese (Mono);Francese (Mono);Spagnolo (Mono);Tedesco (Mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese; Francese; Tedesco; Spagnolo; Portoghese; Arabo; Greco; Danese; Norvegese; Finlandese; Olandese; Turco; Ungherese; Ebraico; Hindi; Islandese
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; dietro le quinte (making of); foto; commenti tecnici; filmografie
  • James Stewart Cover

    Attore statunitense. Laureatosi in architettura a Princeton, dopo avere recitato a Broadway debutta a Hollywood in Ultime notizie (1935) di T. Whelan. Il primo ruolo da protagonista arriva nel 1936 in Nata per danzare di R. Del Ruth, e la sua stella si afferma con grande rapidità grazie a una recitazione garbata, un'affabilità istintiva e un misurato talento interpretativo che ne fanno l'attore in cui il pubblico americano si identifica con maggiore trasporto. Recita con grande assiduità in numerosi film di successo, tra cui L'eterna illusione (1938) e Mister Smith va a Washington (1939) di F. Capra, Questo mondo è meraviglioso (1939) di W.S. Van Dyke ii, e, nel 1940, Scrivimi fermo posta di E. Lubitsch, Bufera mortale di F. Borzage e Scandalo a Filadelfia di G. Cukor. Dopo aver combattuto... Approfondisci
  • Jean Arthur Cover

    Attrice statunitense. Modella di successo negli anni '20, gira da starlet una ventina di film muti finché approda alla Columbia e con Tutta la città ne parla (1935) di J. Ford, raccoglie il primo vero successo. Recita in quasi cento film ritagliandosi una piccola icona in ruoli di brava mogliettina, consapevole e coraggiosa, compagna ideale degli «eroi qualunque» di F. Capra, che non a caso la vorrà in È arrivata la felicità (1936), L'eterna illusione (1938) e Mister Smith va a Washington (1939). Il suo ultimo film, prima di dedicarsi alla tv, è Il cavaliere della valle solitaria (1953) di G. Stevens, in cui sublima la sua eroina muliebre nei panni della solida contadina Marian che, pur sposa e madre felice, s'innamora del rude ex pistolero Shane osservandolo alla fine, con il groppo in gola,... Approfondisci
  • Claude Rains Cover

    Attore statunitense di origine inglese. Figlio d'arte, debutta giovanissimo sul palcoscenico intraprendendo una carriera densa di successi. Viso duro ma ineffabile, ghigno sardonico sottolineato da un paio di ironici baffetti, portamento fiero ed elegante, voce ben impostata, al grande schermo arriva nel 1933 con il ruolo del protagonista che compare soltanto nel finale in L'uomo invisibile di J. Whale. Stabilitosi negli Stati Uniti negli anni successivi, offre notevoli interpretazioni drammatiche specializzandosi in parti da antagonista a lui ben congeniali: è l'avvocato assassino di Delitto senza passione (1934) di B. Hecht e C. MacArthur, il mercante di schiavi di Avorio nero (1936) di M. LeRoy, il senatore corrotto di Mister Smith va a Washington (1939) di F. Capra, lo sfigurato protagonista... Approfondisci
Note legali