Categorie

Eugenio Montale

Curatore: T. De Rogatis
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 283 p. , Brossura
  • EAN: 9788804525950

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    03/11/2012 16.19.01

    Anche solo nella sezione dei Mottetti, in questo libro: piccoli componimenti d'una decina di versi ... ma quanto mi ci sono perduto! Capolavori.

  • User Icon

    Michele Scala

    25/09/2011 01.09.18

    Le occasioni sono,per chi ama la poesia,un libro imperdibile,il migliore,per me,di Montale.Diviso in quattro sezioni,il volume inizia con un proemio(Il balcone)e termina con un poemetto,il Bellosguardo.La prima stesura è del 1939 e viene successivamente riordinata dallo stesso poeta. Che cosa sono le occasioni?Sono l'attimo in cui l'uomo si riappropia,seppure brevemente e attraverso di un particolare in sé insignificante ma decisivo,di un frammento della realtà,della memoria.Servono ad alleviare la pesante sensazione che il tempo sia sempre uguale,indifferente,immobile se non addirittura ostile all'uomo.L'immobilità è rappresentata da delle figure come il prisma,il gorgo;dall'acqua di un lago.Talvolta compare un diversivo a questa monotonia;si tratta dell'apparizione di animali che,però,sono negativi.Una farfalla mostruosa che di notte entra nella casa di Montale alla presenza del poeta e della madre e che finisce col bruciarsi finendo contro la fiamma di una candela;oppure di un cigno malvagio che si torce nelle acque calme di un lago.Ma un barlume di speranza illumina, anche se fiocamente,la vita.Sono alcune donne,magiche,le uniche che possano colla loro presenza salvifica tentare di cambiare il corso del tempo.Montale usa i nomi di quattro donne realmente esistite per questa operazione.In special modo quello di Dora Markus,un'ebrea austriaca,che Montale fa diventare la donna angelo ricollegandosi così alla donna angelicata del dolce stil novo. Alla fine del libro,però,anche questa speranza viene meno e si torna a un pessimismo cupo. Montale cita Dante,nomina oggetti moderni(penne,orologi,treni,etcetera)riuscendo ad innestarli nel libro pienamente,senza storture di alcun tipo.Infine,pure il nazismo e il fascismo(Montale aveva firmato il manifesto contro il fascismo)entrano nell'opera. Grande poesia che unisce il lirismo alla modernità,per il più grande poeta italiano del XIX secolo.Uno dei più grandi di sempre.

Scrivi una recensione