L' ordine della penna. Black Friars

Virginia De Winter

Editore: Fazi
Collana: Lain
Anno edizione: 2012
Pagine: 485 p., Rilegato
  • EAN: 9788876251610

Età di lettura: Young Adult

Disponibile anche in altri formati:

€ 14,88

€ 17,50

Risparmi € 2,62 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Clara Parravicini

    27/08/2013 19:30:50

    L'ordine della penna, è il terzo capitolo della strepitosa saga di Black Friars della eccelsa Virginia de Winter. In questo libro i riflettori sono puntati su Sophia Blackmore, che alla fine del primo romanzo aveva scoperto la sua vera identità, quella di unica erede in vita della ormai estinta famiglia Blackmore. Scopertasi principessa all'improvviso, la giovane Sophia da orfana si ritrova ad affrontare le nuove responsabilità che il suo titolo comporta, a schivare matrimoni indesiderati, a conoscere i suoi parenti redivivi e a cercare di reprimere l'amore per il suo irraggiungibile protettore e suo avo, il vampiro Ashton. A distrarre Sophia da tutto ciò ci penserà Gabriel Stuard Sinclare. Tra i due giovani le emozioni sono forti e travolgenti sin dal primo incontro, un odio e un astio profondo che li vede nemici e pretendenti allo stesso titolo. Di pagina in pagina però, i sentimenti dei due giovani si trasformano lentamente in passione e struggimento, perché i protagonisti di questo libro sono anime gemelle, destinate ad un amore immenso e senza pari. Ovviamente i protagonisti dei due romanzi precedenti, Eloise e Alex, giocano un ruolo fondamentale anche in questo terzo libro. Ultimo plauso per la meravigliosa copertina.

  • User Icon

    elynewyork

    21/10/2012 15:59:44

    Trovo che la lettura di questo libro sia un'ufficiale perdita di tempo, la trama è inconcludente, lo stile troppo barocco e rindondante e la lettura penosa. E poi cos'è qst mania di fare gli autori solo per non ammettere che il proprio lavoro è un altro? Lasciamo la penna a chi davvero la sa usare. Sconsigliato

  • User Icon

    Melody

    13/09/2012 15:06:58

    MERAVIGLIOSO! Terzo libro della serie "Black Friars", anche questo romanzo, come i due precedenti, ha saputo trasportarmi in un mondo incredibile, magico, pieno di personaggi fantastici e che mi mancheranno tantissimo ora che ho finito la serie. Le descrizioni accuratissime sia dell'ambientazione che dei personaggi catapultano il lettore dentro la storia: ho vissuto la paura, la gioia, l'amore e l'odio attraverso la scrittura di Virginia. Tre romanzi letti in una settimana. Li ho divorati. E le storie mi accompagnavano, vivide, anche nei sogni. Lì ci rimarranno, in attesa del prossimo libro firmato De Winter. Ho scoperto una scrittrice fantastica!

  • User Icon

    Stefania

    06/08/2012 13:50:47

    Cinquecento pagine ricche di intrighi, tradimenti, duelli, lotte di potere e amori contrastati e si arriva alla fine con un'unica esclamazione: già finito? Non vi nascondo che non ne avrò mai abbastanza. Come sempre lo stile di quest'autrice, con la sua ricercatezza e dovizia di particolari ammalia e affascina. Regina indiscussa di questo tomo: Sophia Blackmore. Ultima erede della dinastia più ammirata e temuta, nonché garante della pace tra le creature del Presidio e gli umani, ci delizierà con le sue numerose scappatelle, la sua propensione a cacciarsi nei pericoli e la nascita di un nuovo e improbabile amore per un ragazzo che "ha l'aspetto di un angelo, ma è cattivo come il diavolo". Ah l'amore! Quando cupido scocca le sue frecce non guarda in faccia a nessuno... Il linguaggio è come sempre poetico e le descrizioni dei luoghi e dei personaggi fatte a regola d'arte per sorprendere il lettore con la loro magia... In conclusione consiglio vivamente questo terzo capitolo a chi ha già letto i primi (tra i tre è quello che ho amato di più) e voglio consigliare ancora, a chi non l'avesse ancora letta, di leggere tutta la trilogia per regalarvi ore piacevolissime in sua compagnia. Virginia de Winter resterà sempre una delle autrici che più amo.

  • User Icon

    Vampire Lover

    05/08/2012 12:08:43

    Impossibile non rimanere irretiti nella magica ragnatela dell'evocativa, musicale e poetica narrativa di Virginia de Winter. In questo terzo capitolo della saga "Black Friars", le vicende ruotano intorno a Sophia Blackmore, l'ultima erede in vita del principato di Altieres (il cui insperato ritrovamento era stato descritto nel primo capitolo della saga "L'Ordine della Spada"). La fanciulla, nonostante la sua condizione di "principessa trovatella", darà inusitata prova di coraggio, forza e testardaggine e si innamorerà perdutamente di un giovane che tanto le aveva dato del filo da torcere. Intrecciate a queste ci sono non solo le vicende di Eloise Weiss, Axel Vandemberg, dell'affascinante redivivo Ashton Blackmore e degli altri indimenticabili ed egregiamente delineati personaggi incontrati precedentemente, ma anche quelle, ben più cupe e tipicamente gotiche, di invocazioni, riti magici, cimiteri e di inusuali e ripetute apparizioni di fantasmi. Il finale lascia presagire che altri libri tratteranno del mistero relativo al Presidio ed alla guerra che ne è scaturita e di che cosa sarà di Eloise e della sua capacità di governarne le forze demoniache e del suo contrastato amore per il principe Axel. Peccato solo per la brevità del romanzo, se confrontato col ben più ponderoso primo volume uscito nel 2010. Si ha come l'impressione che, forse per motivi editoriali, alcune frasi ed episodi siano stati "spolpati" della tipica ridondanza descrittivo-metaforica che così contraddistinguevano la scrittrice in nuce dell'Ordine della Spada, il mio preferito in assoluto dei tre finora editi.

  • User Icon

    alice75

    30/07/2012 15:56:31

    stupendo!!Virginia è una garanzia. L'ho appnea finito e .. non mi capacito che il prossimo anno non troverò il 4 episodio ad attendermi in libreria..o meglio..ci spero con tutto il cuore!anche perchè ci sono ancora troppi segreti da svelare, storie che devono proseguire, rapporti da approfondire..la fine spero non-fine mi sembra ancora lontana e se dovessse veramente terminare con questo terzo capitolo mi sentirei non abbastanza soddisfatta!!

  • User Icon

    Haine

    17/07/2012 22:44:38

    Decisamente il più bello dei tre, il più completo e il più ricco. Qui il mondo che Virginia ha creato ha contorni ancora più definiti, lasciandoci con la certezza che c'è ancora molto da svelare e da apprendere; sui regni, sulla Rivolta e sui personaggi stessi che non smettono mai di rivelarci nuovi aspetti delle loro personalità (uno su tutti: il fantastico Bryce). Trama e dialoghi ben costruiti, colpi di scena, sentimento, mistero, l'Ordine della Penna è uno scrigno prezioso che contiene tutto questo. Le atmosfere sono sempre le stesse ma l'autrice ha il magnifico potere di stupire, creare e affascinare.

  • User Icon

    Emily Alexandre

    13/07/2012 16:04:01

    Con questo terzo libro Virginia de Winter fa un salto di qualità non solo a livello stilistico, sempre più scorrevole e coinvolgente senza perdere nulla dell'eleganza e della classe che lo caratterizza, ma anche e soprattutto a livello di trama. L'Ordine della Penna traccia un disegno molto più ampio ed elaborato, una trama che si dirama tra ombre, magie e fantasmi dal passato, perché dietro le storie dei singoli personaggi, dietro i ragazzi delle Cinque Lune, dietro la fragile e coraggiosa Eloise, dietro l'imponente Ashton il cui colletto sporco di belletto strappa più di un inevitabile sospiro, dietro i vampiri, gli umani e le creature del Presidio si cela un mistero sepolto nel tempo che spinge per venire alla luce. E se la morte del vecchio re Vandemberg non fosse stata causata da un incidente? E perché le anime tormentate tornano sulla terra per terminare ciò che avevano iniziato in vita o, forse, per impedire che il disegno si compia? Gli spiriti sono in subbuglio e, con essi, anche il regno dei vivi, e quando una parete crolla all'Ordine della Penna tutto sembra ricondurre a Belladore. Se poi aggiungiamo che qualcuno sta raccogliendo gli oggetti che si ricollegano a lei, cosa sta accadendo? L'Ordine della Penna è un batticuore continuo in cui brillano di luce propria Sophia e Gabriel, perfetti nelle loro imperfezioni e nelle debolezze, nel loro respingersi e attrarsi in una danza sospesa tra la linea di confine tra dei e umani. E infine Bryce, che fornisce consigli sentimentali nonostante sia più abituato a scrivere testamenti che lettere d'amore, che è impegnato in una complicata relazione a tre con il becchino e il sarto, che scappa da qualsiasi donna non gli dia un prezzo, che sceglie l'urna perfetta e che, soprattutto, mostra un'umanità e un acume che negli altri libri ce lo aveva fatto apprezzare, ma che in questo ti fa semplicemente innamorare.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione