Il pacco. Indagine sul grande imbroglio delle banche italiane

Sergio Rizzo

Editore: Feltrinelli
Collana: Serie bianca
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 22 febbraio 2018
Pagine: 217 p., Brossura
  • EAN: 9788807173363
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Un’inchiesta senza precedenti sulla miscela esplosiva che ha distrutto i nostri risparmi.

“Il conflitto d’interessi è la regola, le consulenze inutili e i favori agli amici all’ordine del giorno, la trasparenza una fastidiosa incombenza da evitare.”

Sono passati più di dieci anni da quando l’Italia ha scoperto gli intrighi dei “furbetti del quartierino”, con le scalate bancarie che avevano già sconvolto il nostro sistema finanziario. Cosa lega quelle vicende agli scandali che oggi hanno fatto perdere 800 milioni di euro a migliaia di risparmiatori, riducendo sul lastrico alcune banche dell’Italia più ricca? Come è stato imbastito il grande imbroglio che, con la collaborazione di istituti finanziari di mezzo mondo, ha rischiato di affossare un pezzo importante del nostro paese? “In Italia la reazione a catena partita da Siena e alimentata dalla crisi fa saltare una dopo l’altra le banche delle regioni ricche, quelle che foraggiavano i distretti industriali. Salta la Cassa di risparmio di Ferrara. Salta Banca Marche. Salta la Cassa di risparmio di Chieti. Salta la Banca popolare dell’Etruria. Salta la Popolare di Vicenza. Salta Veneto Banca. E il virus continua a camminare. La storia è comune. Ha a che fare con la modestia oggettiva di una classe dirigente scelta con criteri discutibili che si installa sul ponte di comando delle banche grazie a relazioni di potere. Quando non per meriti politici se non direttamente partitici, come avvenuto al Monte dei Paschi di Siena.” E proprio la banca senese, che ha dato inizio al contagio, ha fatto anche virare lo scandalo in tragedia, con la morte misteriosa di David Rossi, il capo della comunicazione della banca, precipitato dalla finestra del suo ufficio. In un’inchiesta capace di fare chiarezza una volta per tutte sui meccanismi malati e i rapporti di forza del sistema bancario, Sergio Rizzo racconta “una stagione terribile dove non è mancato proprio nulla. Neppure il sangue”. E compie un viaggio nella provincia profonda, da Siena a Vicenza ad Arezzo, alla ricerca dell’origine del veleno che sta inquinando il potere finanziario italiano.

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    dany

    14/01/2019 08:51:52

    Chiarissima descrizione dell'ennesimo buco finanziario. qualcuno pagherà...? dubito.

  • User Icon

    attilio

    23/09/2018 14:26:07

    “Vi sono stati comportamenti manageriali fraudolenti. Vi è stata debolezza di governance, ignavia negli obblighi di gestione e di controllo (…) Vi è stata la lentezza della vigilanza con scarsi poteri investigativi e sanzionatori (…) Vi è stato l'eccessivo peso della politica nella gestione e nell'indirizzo della banca, il ricorso frequente a finanziamenti relazionali, raccomandazioni, amicizie, parentele”. Lo racconta Francesco Greco, procuratore della Repubblica di Milano, alla commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche (Roma, 18 ottobre 2017). E' una sintesi drammatica e illuminante delle cause del disastro bancario in Italia. Il libro ci aggiorna con le avventure degli esaltati protagonisti veneti e si conclude con una nuova pagina sulla tragica morte del povero David Rossi, responsabile della comunicazione del Monte dei Paschi di Siena. Da leggere anche: Morte dei Paschi di Elio Lannutti, Franco Fracassi, PaperFirst, 2017

  • User Icon

    Nicola

    21/09/2018 20:23:24

    Buona sintesi sui recenti crack bancari, con al centro le vicende di MPS. Non aggiunge particolari novità rispetto fatti e notizie di cronaca, ma è un libro accurato che non cade mai nella banalità. L'autore ricostruisce l'origine e lo sviluppo delle ultime crisi bancarie, con stile giornalistico ma mai superficiale. Vengono alla luce gli intrighi e le commistioni tra la politica, la finanza e spesso il malaffare, che indubbiamente ha contribuito allo stato di sottosviluppo della nostra economia. La sensazione è che non ci siano vie d'uscita alla corruzione politico culturale del nostro paese.

Scrivi una recensione
Indice

I. Tutta colpa di Beatrice
Le ore che sconvolsero l'Europa - Reazione a catena con Cavalierato - Quando alla guida c'è l'autista - Non tutti i dissesti vengono per nuocere - Sponsorizzazioni e consenso - Il trucco dei prospetti e le lacune della Vigilanza - Fregature e morti

II. Il colpo grosso di Botín
La preda veneta nelle fauci degli spagnoli - Nove miliardi per comprare a scatola chiusa - Il maggior finanziatore del Pd - Il manuale Cencelli di Siena - C'è la politica nel dna del Monte - Come se il tempo si fosse fermato

III. Politica è affari
L'8 novembre - Il mondo di Consorte - Il contropotere rosso - Abbiamo una banca - Operazione Carroccio - Due scalate in una - L'ombra della massoneria - La tegola (carissima) siciliana - L'offensiva di Mantova e l'astro De Bustis

IV. Un'emorragia da 20 miliardi
Ubriacatura da Chianti classico - L'affare Jp Morgan - Il suicidio de3lla fondazione - Il Cencelli contagia Antonveneta - Ma sapevano che cosa compravano?

V. Sull'orlo del vulcano
L'uomo del crac a capo dei banchieri - Profumo e D'Alema - Trenta miliardi evaporati

VI. La grande giostra
Il ribaltone democristiano - Ribaltone bis - Lo slalom di Maria Elena - Da Boschi jr ai finanziatori di Renzi - Del Vecchio e i destini incrociati - Banca Etruria non c'è più - Relazioni e conflitti d'interessi

VII. Veneto connection
Finanziamenti al bacio - Azzardo (e baci) di Consoli - Quasi un punto di Pil - E un fido anche a Verdini. Garantito da Berlusconi - Prove di scalata aretina - Diecimila creditori

VIII. Dal setaccio al colabrodo
Sei mesi per scoprire la magagna - Bankitalia e Consob fra bisticci, ripicche e gelosie - Gli scenari Gli scenari scomparsi - Le porte girevoli - Dove sono finiti

IX. Dei delitti e delle pene
Le proprietà dissolte - La sfortuna di Consoli - Si fa presto a dire sanzioni - Una bomba genovese

X. Vicolo Monte Pio
Molte cose non tornano - Il movente che non c'è - L'ultimo giorno - C'è una pista mantovana? - L'enigma di Muto

Appendice. I protagonisti