Il pianto dell'alba. Ultima ombra per il commissario Ricciardi - Maurizio De Giovanni - copertina

Il pianto dell'alba. Ultima ombra per il commissario Ricciardi

Maurizio De Giovanni

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 25 giugno 2019
Pagine: 336 p., Brossura
  • EAN: 9788806231378

25° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa italiana - Gialli - Gialli storici

Salvato in 127 liste dei desideri

€ 18,05

€ 19,00
(-5%)

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Il pianto dell'alba. Ultima ombra per il commissario Ricciar...

Maurizio De Giovanni

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il pianto dell'alba. Ultima ombra per il commissario Ricciardi

Maurizio De Giovanni

€ 19,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il pianto dell'alba. Ultima ombra per il commissario Ricciardi

Maurizio De Giovanni

€ 19,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 19,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Con un colpo di scena struggente il commissario Ricciardi chiude il suo ciclo.

«La paura, pensò Ricciardi. La paura, quella morsa allo stomaco e al cuore, il respiro che si fa corto, il sudore. Se hai qualcuno che ami, se qualcuno dipende da te, la paura è diversa. Cambia colore».

Tutto il dolore del mondo, è questo che la vita ha riservato a Ricciardi. Almeno fino a un anno fa. Poi, a dispetto del buonsenso e delle paure, un pezzo di felicità lo ha preso al volo pure lui. Solo che il destino non prevede sconti per chi è condannato dalla nascita a dare compassione ricevendo in cambio sofferenza, e non è dunque su un omicidio qualsiasi che il commissario si trova a indagare nel torrido luglio del 1934. Il morto è l’uomo che per poco non gli ha tolto la speranza di un futuro; il principale sospettato, una donna che lo ha desiderato, e lo desidera ancora, con passione inesauribile. Cosí, prima di scoprire in modo definitivo se davanti a sé, ad attenderlo, c’è una notte perenne o se ogni giorno arriverà l’alba con le sue promesse, deve ancora una volta, piú che mai, affrontare il male. E tentare di ricomporre, per quanto è possibile, ciò che altri hanno spezzato.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,17
di 5
Totale 126
5
36
4
23
3
20
2
20
1
27
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Raffaella S.

    16/07/2020 13:32:45

    Ma che ha fatto di male il povero Ricciardi al Sig. De Giovanni? Avrebbe potuto aprire un ventaglio di varie prospettive, pur vaghe e non necessariamente mielose, e invece no, lo punisce con cattiveria incomprensibile. Spero che gli anni a venire suggeriscano all'autore un seppur parziale rimedio.

  • User Icon

    Antonio

    05/07/2020 19:22:14

    Voto 4, ma solo per questo deludente finale. Ho letto tutta la serie. In ogni libro ci sono pagine bellissime al limete del lirismo che da sole valgono il prezzo del libro e anche di più. La descrizione di Napoli è realistica. In ogni libro ci sono però anche delle cadute di stile in netto contrasto con le pagine cui accennavo prima. La delusione più forte riguarda il finale di questo libro. Sono un realista e non credo nelle favole, va bene un finale tragico, ma che c'entra la povera Enrica ? Mi sembra una forzatura fuori luogo. Comunque le pagine liriche cui accennavo prima fanno di De Giovanni un grande autore.

  • User Icon

    Bruno elena

    22/06/2020 04:48:38

    Ho letto tutta la serie e mi chiedo perché questo finale tragico con che animo guarderemo la serie in tv non credo di seguirla come non leggerò gli eventuali libri che dovessero essere scritti in quanto ruoterebbero su livia e bianca sarebbe una forzatura peccato un finale inutile delusione pura che ha invalidato l'interesse per tutta la serie addio commissario

  • User Icon

    Adriana

    20/05/2020 13:06:34

    Come sempre Napoli è protagonista, i compagni di viaggio di Ricciardi sempre presenti.Ben delineati anche i caratteri dei personaggi secondari e chiara, senza essere politicamente caratterizzata, l'atmosfera dell'epoca. Un po' di rammarico per l'epilogo della vicenda personale di Ricciardi, ma considerando la caratterizzazione del personaggio fin dalla sua nascita, un finale diverso sarebbe stato stonato.

  • User Icon

    Bice

    16/05/2020 18:38:05

    Anche in questo testo un superbo Maurizio De Giovanni che, con il Commissario Ricciardi esprime al meglio le sue capacità di scrittore. Ultimo di una bellissima serie, lascia però la speranza di poterlo rivedere un giorno...

  • User Icon

    m.

    16/05/2020 13:11:17

    Meravigliosa e drammatica Napoli. che apre al mondo le proprie reti per assicurare una qualche forma di giustizia. Non ci sono regole in queste strade, ma sentimenti profondi. che parlano per tutto. Un libro che ti trasporta nel cuore delle persone.

  • User Icon

    Donatella

    15/05/2020 21:26:21

    Libro scritto molto bene, come tutti i libri di De Giovanni. L'unico però per il quale ho pianto leggendo le ultime pagine... Dilaniante, questa storia strappata, tirata e poi coronata nel nome dell'amore e poi il crollo, la fine che probabilmente ci si aspetta ma che non si vorrebbe mai leggere. Bello ma basta, non ne leggerò più anche se si parla di un probabile seguito.

  • User Icon

    Fabio

    15/05/2020 12:58:04

    Il romanzo conclude la serie di investigazioni del commissario Ricciardi. Rispetto agli altri libri non c'è una grande enfasi sulla parte investigativa, la componente tipica dei gialli viene a mancare per permettere all'autore di concentrarsi sui protagonisti della serie e dare a ognuno di loro la giusta importanza per permettere la chiusura della serie. Per questo motivo il libro è consigliato unicamente ai lettori dell'intera serie, che altrimenti faticherebbero a capire le vicende in atto e ad empatizzare con i protagonisti.

  • User Icon

    Antonio

    14/05/2020 10:15:45

    Sempre molto coinvolgente, la vicenda scorre senza fatica e ad ogni fine capitolo è una necessità continuare perché si è totalmente catturati.

  • User Icon

    Antonello

    14/05/2020 08:42:57

    Maurizio De Giovanni è uno scrittore che non delude mai. "Il pianto dell'alba" è, insieme a "Il senso del dolore", il libro che mi è piaciuto tra tutti i libri dell'autore (e li ho letti tutti)

  • User Icon

    Mara

    12/05/2020 15:12:11

    E con questo episodio si concludono le vicende del commissario Ricciardi, un finale degno e coerente con il profilo del protagonista che pare portare sulle sue spalle solo dolore, ma anche il dolore può portare un dono inaspettato, una speranza per il futuro, un nuovo inizio, ed è questo che ora aspetta Ricciardi e chissà se ne sapremo qualcosa in una nuova serie. In questo episodio non c'è un classico delitto di cronaca nera, ma una storia di spionaggio politico che mette in pericolo tutti, Ricciardi, Maione e il dott Modo si assumono la responsabilità di indagare in segreto mettendo in campo tutte le loro conoscenze con metodi più o meno legali. Ottimo episodio.

  • User Icon

    immagi77

    12/05/2020 10:06:12

    Per chi come me ha amato perdutamente questo commissario bello e impossibile questo é sicuramente un arrivederci, non un addio. Al culmine della felicità accade la catastrofe, il famoso Destino che nella nona sinfonia di Beethoven bussa alla porta per recriminare il proprio diritto e nessun essere umano può sottrarsi. Tutto il bello della vita e della morte in questo libro!

  • User Icon

    Elena P.

    11/05/2020 18:32:12

    Finale di serie meraviglioso e commovente. Questo libro è il perfetto incrocio di crimine e amore. Consiglierei di leggere prima tutti gli altri della serie, perché, leggendo prima questo, una parte degli altri non verrebbe apprezzata fino in fondo.

  • User Icon

    pavamau

    11/05/2020 12:50:23

    Non entusiasmante Ho letto di meglio di questo autore

  • User Icon

    Francesco

    11/05/2020 12:28:23

    Ultimo episodio della serie Ricciardi. Il finale, alquanto prevedibile, lascia aperta la possibilità di un ritorno del commissario a conflitto mondiale terminato.

  • User Icon

    Why

    30/03/2020 21:03:01

    Dopo tanti libri....delusa! Credo che non guarderò la serie tv

  • User Icon

    Alinghi

    04/01/2020 11:39:01

    Scoperta la serie Ricciardi solo sul finire... quest'ultimo capitolo alterna parti struggenti di amore puro a parti di un giallo povero di spunti. Sembra un riassunto delle puntate precedenti, un riepilogo frettoloso della vita del protagonista. Indubbiamente ben scritto, scorrevole con personaggi ormai consolidati, non è sicuramente all'altezza dei capitoli precedenti

  • User Icon

    laura

    03/01/2020 10:29:04

    L’ultimo della serie del Commissario Ricciardi. Denso di storie parallele, Modo, Bianca, eppure sembra monco. Tanto ci sarebbe ancora da raccontare di Maione, di Ganzo, di Bambinella, di Napoli. La conclusione dolorosa mette la parola fine ad una serie che è entrata nel cuore, ma era una fine inevitabile. In alcuni momenti fin troppo mieloso, in altri sfuggente, in altri ancora struggente. Bella come sempre la scrittura che alterna di continuo cifre diverse.

  • User Icon

    SilMan

    30/12/2019 10:24:23

    Il primo libro che leggo di Di Giovanni e sicuramente l'ultimo. Non succede nulla. L'assassinio della spia tedesca: già avvenuto. L'amante: già sparita senza dettagli. L'amante viene ritrovata. Il cadavere viene ritrovato. Il colpevole salta fuori così tra il lusco e il brusco. Tutto qua. Praticamente non succede nulla. Lo stile letterario non rispecchia l' età fascista. I momenti lirici tra lui e la moglie non c'entrano nulla e sono pure patetici

  • User Icon

    miele

    20/11/2019 16:15:13

    Ho smesso di seguire de Giovanni: questi gialli seriali che diluiscono la storia dei detective in più parti mi hanno annoiato, in questo romanzo, poi, il colpo di scena finale (peraltro intuibile) risulta macchinoso e poco plausibile. La saga di Ricciardi non meritava una tale fine (posto che sia davvero così)

Vedi tutte le 126 recensioni cliente

Mergellina e via Toledo. Ma anche i Quartieri. E la spiaggia. O meglio, il mare. Visto dall’alto, dal luogo del primo bacio e delle prime promesse tra due innamorati che temevano di non incontrarsi mai veramente. O dalle stanzulelle scavate nel tufo dove ha vissuto un altro grande amore finché ha avuto il tempo per farlo, ma è proprio quello stesso mare che risponde alla fine di Il Purgatorio dell’Angelo quello che accarezza la Napoli mai citata espressamente eppure personaggio essenziale anche del nuovo romanzo di Maurizio de Giovanni, Il pianto dell’alba. L’ultima ombra per il commissario Ricciardi edita da Einaudi è ancora una volta non solo indagine, ma anche e soprattutto poesia. E, questa volta ancora di più, poesia d’amore. Tra Luigi Alfredo Ricciardi, appunto, ed Enrica, per questa storia con la quale de Giovanni segna la conclusione del ciclo di romanzi che hanno per protagonista il commissario dagli occhi verdi che sente le ultime parole dei morti nella Napoli degli Anni Trenta.

Il pianto dell’alba è una lunga, appassionata, dolce, struggente dichiarazione d’amore che si muove non soltanto nei luoghi della città, ma principalmente in quelli del cuore. Dei cuori. Con anche la capacità bellissima di dare voce ai sentimenti forti, profondi, sinceri dell’animo maschile, esplicitando con le parole l’animo schivo, restio, proprio dell’essere maschile, che è invece meraviglioso quando riesce a esprimere la meraviglia di ciò che prova per l’amata.

Ricciardi saluta i suoi lettori con quella che il sottotitolo definisce la sua “ultima ombra”, ma che ultima non sembra davvero esserlo, nel senso che sicuramente accompagnerà per sempre chi si lascia coinvolgere dalle pagine del libro.

Il viaggio verso la verità per chiarire un omicidio che chi è in alto vorrebbe far passare per passionale e nello stesso tempo sembra voler nascondere è un passaggio obbligato per questo nuovo Ricciardi, cambiato dalla felicità di un amore che, seppure ambientato negli Anni Trenta, è descritto da de Giovanni in modo estremamente moderno, nel rapporto, negli sguardi, negli atteggiamenti: senza remore nel mostrarsi. E altrettanti viaggi sono quelli nel modo di essere dei personaggi che nella saga di Ricciardi si è imparato a conoscere, da Maione a Modo, da Enrica a Bianca, da Livia ai coniugi Colombo, da Bambinella a Nelide, la giovane governante del commissario che in questo pianto dell’alba non resta sullo sfondo, ma diventa tassello di svolta e unione del tutto.

E infine le parole, esse stesse viaggio e luogo per una scoperta che tiene con il fiato sospeso sino in fondo. Per confermare quello che lo stesso Maurizio de Giovanni aveva detto durante una presentazione di un romanzo precedente in cui aveva annunciato l’ultimo atto dedicato a Ricciardi: la sfida è trovare qualcuno che, arrivato alla fine, riesca a nascondere le lacrime. Perché al di là della storia, Il pianto dell’alba, in fondo, è anche viaggio in quel luogo che è se stessi.

E nel profondo, immenso, immortale significato dell’amore.

  • Maurizio De Giovanni Cover

    Nato nel 1958 a Napoli, è autore della fortunata serie di romanzi con protagonista il commissario Ricciardi, attivo nella Napoli degli anni Trenta, su cui è incentrato un ciclo di romanzi, tutti pubblicati da Einaudi, che comprende finora: Il senso del dolore (2007), La condanna del sangue (2008), Il posto di ognuno (2009), Il giorno dei morti (2010), Per mano mia (Einaudi, 2011), Vipera (2012, Premio Viareggio, Premio Camaiore), Anime di vetro (2015) Serenata senza nome (2016), Rondini d'inverno (2017) e Il purgatorio dell'angelo (2018). Insieme a Sergio Brancato ha pubblicato due graphic novel sulle inagini del commissario Ricciardi: Il senso del dolore. Le stagioni del commissario Ricciardi (Sergio Bonelli 2017) e La condanna del sangue. Le stagioni del commissario... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali