Piazza Fontana. Noi sapevamo. Golpe e stragi di Stato. La verità del generale Maletti

Nicola Palma, Maria Elena Scandaliato, Andrea Sceresini

Editore: Mimesis
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,5 MB
  • Pagine della versione a stampa: 215 p.
    • EAN: 9788857544854
    pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

    Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

    Disponibile anche in altri formati:

    € 9,99

    Venduto e spedito da IBS

    10 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Descrizione
    Cosa accadde veramente in piazza Fontana alle 16.37 di quel 12 dicembre 1969? Per quale motivo i servizi segreti intervennero per depistare le indagini? Chi furono i responsabili di questa e delle molte altre stragi che si susseguirono in una micidiale escalation di violenza a cavallo tra la fine degli anni Sessanta e dei Settanta? Perché lo Stato, pur sapendo, non reagì? Dopo oltre 35 anni di latitanza sudafricana, l’ex generale del S.I.D. (Servizio Informazioni Difesa) Gian Adelio Maletti, unico condannato in via definitiva nei processi per la strage di piazza Fontana, accetta finalmente di raccontare la sua verità ai giornalisti Andrea Sceresini, Maria Elena Scandaliato e Nicola Palma. Superata la soglia dei novant’anni, Maletti rende noti per la prima volta nomi e cognomi di mandanti ed esecutori, complici e conniventi, sfogliando le pagine più oscure di un album di ricordi che attraversa un’intera, tragica stagione della storia italiana. I sette chili di tritolo alla Banca Nazionale dell’Agricoltura in piazza Fontana, la bomba nel cestino di piazza della Loggia, i quattro colpi di pistola con cui venne freddato Mino Pecorelli, si intrecciano alle trame della Loggia P2, alla storia di Ordine Nuovo e dell’Avanguardia Nazionale. “Io so i loro nomi”, afferma Maletti in un passaggio dell’intervista. L’indagine dei tre giornalisti riapre gli archivi del generale e uno spiraglio di verità lontano dalle versioni ufficiali.

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      Farside66

      19/11/2017 11:19:39

      Testo imprescindibile nella pubblicistica sulla "notte della Repubblica". Tre giovani giornalisti fanno quello che i giornalisti non fanno più: fare inchieste sul campo e andare a cercare i testimoni. Ne esce un libro a tratti agghiacciante. Ognuno può valutare a proprio modo le ammissioni (e i non detti) di Maletti, ma che non siano di assoluta rlevanza non si può proprio dire. Da non sottovalutare anche l'intervista a Gianni Casalini, all'epoca infiltrato del SID come fonte Turco.

    Scrivi una recensione