Piove all'insù - Luca Rastello - ebook

Piove all'insù

Luca Rastello

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,14 MB
Pagine della versione a stampa: 259 p.
  • EAN: 9788833975696
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Una lettera di licenziamento rivela all'improvviso la realtà del nuovo mondo nascosta sotto i miti della flessibilità e della comunicazione. Per dare forma al
trauma, ritrovare le parole perdute e la possibilità di pensare un futuro, il protagonista di questa storia si trova precipitato in un viaggio vertiginoso dal presente al passato e ritorno, e costretto dal suo stesso smarrimento a orientarsi secondo tracce deboli e vaghe come le trame di certi romanzetti psichedelici letti durante l'adoloscenza.
La corsa attraverso gli anni riporta alla luce imbarazzanti verità pubbliche e private, come i segreti militari di un padre coinvolto nelle pagine più oscure della Repubblica o le velleità di un adolescente sospeso tra goffe esplorazioni sessuali e urgenze rivoluzionarie. Storie emerse dagli abissi di una guerra civile a torto definita «fredda», capace di dividere le famiglie e spargere sangue nelle strade, mescolando violenza, speranza e utopia, ma combattuta sulla superficie di un mondo già cambiato in profondità, già scosso dai germi del nostro presente fatto di precarietà e specchi di seduzione.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 3
5
2
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ferdi

    26/07/2015 11:39:30

    Probabilmente ho letto un altro libro...tutti qst riferimenti al nuovo mondo flessibile che,insieme alla recensione entusiastica di un amico fidato, mi avevano spinto ad acquistarlo nn li ho proprio trovati...Oltretutto nn ho neppure capito la finalità dell'autore (che ho sempre stimato e che so essere mancato da poco, lasciando un vuoto difficilmente colmabile nell'asfittico mondo culturale italiano): romanzo autobiografico, di formazione, storico? Forse un po' di tutto qst, però nn ben miscelato. Quegli anni li ho vissuti pure io essendo del 1963, dunque li ricordo abbastanza bene e tutto quel che nn ho appreso direttamente ho cercato di documentarlo...Rastello ha raccontato una storia troppo sentita e vissuta per esser riassunta in 259 pagine e proprio per qst nn è riuscito a trovare un giusto equilibrio. Ecco: un libro appassionato e sincero ma confuso, prolisso, a volte banalizzato...uniche pagine veramente poetiche, quelle relative alla malattia ed alla successiva ed inevitabile morte dei genitori...molto commoventi...ma a me nn è bastato per dare complessivamente un giudizio positivo. Peccato.

  • User Icon

    Andrea

    08/12/2009 11:03:27

    d'accordo al 100% con la recensione precedente. Un libro bello e importante (dove le due qualità vanno separate ma vanno anche insieme). Come direbbe Totò "pietra emiliana" della narrazione e della storia. Una narrazione storica, insomma, ma anche una storica narrazione....... Bravo Rastello!!!

  • User Icon

    pococurante

    21/05/2009 22:44:15

    Che emozione, che scuola di libro questo “Piove all’insù” di Luca Rastello, Già dalla copertina senti la tara di un libro importante, quel colore di foto ingiallita di passato che si racconta, di quel tenebroso candore di una gioventù che, forse, non c’è più. E dentro pagina con pagina, frammento con frammento ti accorgi che non sono tanto pezzi di vetro colorato, colorato di luce e nebbia di Torino e Milano, di Italia ormai scomparsa e già dietro l’angolo, ma sono incastri di un mosaico che rivedi e risenti dopo tutti questi anni che le meraviglie di questo Nuovo Mondo Flessibile non ti ha permesso, mai, di fermarti a chiederti chi sei a chi appartieni con chi hai provato a cambiare il mondo partendo da un cinema o semplicemente dalla stanza di casa tua, tra un padre che custodisce segreti militari e un’urgenza di violenza rivoluzionaria. Un libro che soffia di colpo tra i tuoi scaffali impolverati della memoria così da accorgerti di esserci stato, anche tu, in quei lunghi trent’anni per costruire i sogni e le lotte, gli amori, il piombo, gli acidi, un futuro diverso che ti è franato tra le mani, tra i vomiti dei dispersi e quelli fermi tra sagome di gesso lungo i muri ai bordi delle università e delle strade. Sconfitti e perduti, i peggio in multinazionali e consigli esecutivi d’aziende di detersivi perché dal tempo degli avi le pecore hanno sempre bisogno di un pastore. E qui Luca Rastello ci svela partendo da una lettera di licenziamento il trauma e le parole per raccontarlo, per resistergli, per capire che, senza forse, questa Lettera vuol essere – è stata – collettiva, per tutta una generazione. Per chi ragazzo è stato per chi ragazzo è. E per chi non c’era “Piove all’Insù” aiuta a capire i propri tempi, per evitare che restino incomprensibili a noi ed ai nostri figli. E’ anche qui la forza, la necessità di leggerlo e raccontarlo. Per noi Figli e per noi Padri. E’ da leggere con calma questo bel libro di Luca Rastello, lasciando che risalga ancora la forza di provare disgusto nei confronti

  • Luca Rastello Cover

    Laureato in filosofia, è stato direttore di alcune riviste fra le quali citiamo L'indice dei libri del mese e Narcomafie.Inviato per Diario della settimana, è stato in seguito collaboratore de La Repubblica.Negli anni novanta ha preso parte a diverse iniziative nell'ambito della cooperazione internazionale: fra il '93 e il '97 ha lavorato in particolare con il Gruppo Abele e l'Italian Consortium of Solidarity nell'ex-Jugoslavia.Da quell'esperienza è nato il suo primo libro La guerra in casa (Einaudi, 1998), ispirato alla guerra in ex Jugoslavia.Piove all'insù (Bollati Boringhieri editore) è il suo primo romanzo, uscito nel 2006.Seguono altri reportage, Io sono il mercato. Come trasportare cocaina a tonnellate e vivere felici (Chiarelettere),... Approfondisci
Note legali