Primo, non curare chi è normale. Contro l'invenzione delle malattie - Allen Frances - copertina

Primo, non curare chi è normale. Contro l'invenzione delle malattie

Allen Frances

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: A. Pizzone
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 14 novembre 2013
Pagine: 340 p., Brossura
  • EAN: 9788833924366

17° nella classifica Bestseller di IBS Libri Salute, famiglia e benessere personale - Famiglia e salute - Problemi personali - Malattia

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 22,10

€ 26,00
(-15%)

Punti Premium: 22

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Primo, non curare chi è normale. Contro l'invenzione delle m...

Allen Frances

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Primo, non curare chi è normale. Contro l'invenzione delle malattie

Allen Frances

€ 26,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Primo, non curare chi è normale. Contro l'invenzione delle malattie

Allen Frances

€ 26,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Considerato dagli psichiatri di tutto il mondo il testo imprescindibile di riferimento, il DSM (Diagnostic and Statistical Manual), pubblicato dalla American Psychiatric Association e tradotto in decine di lingue, è la fonte primaria che definisce il limite tra ciò che è normale e ciò che è patologico in relazione alla psiche. Passato attraverso quattro edizioni, il manuale è giunto ora alla quinta stesura, il DSM-5, ma questa volta la pubblicazione ha scatenato feroci e allarmanti polemiche. A capo dei critici più agguerriti si trova Alien Frances, l'autore di questo libro, scienziato autorevole e psichiatra tra i più apprezzati, che sa bene di cosa parla, dal momento che proprio lui aveva diretto la redazione del precedente DSM-IV. Secondo la sua analisi, precisa e convincente, la nuova edizione del manuale diagnostico rischia di fare più male che bene. L'impostazione del volume allarga infatti a tal punto lo spettro delle patologie psichiche da lasciare ben poco spazio alla "normalità", che quasi scompare. Siamo tutti malati: un regalo alle industrie degli psicofarmaci e una resa di fronte alla crescente medicalizzazione della società, divenuta sempre meno capace di gestire serenamente fenomeni comuni, che sono sempre esistiti, come il lutto, l'invecchiamento o la naturale vivacità dei giovani. Si moltiplicano invece le diagnosi di patologie per ogni comportamento, perdendo in questo modo la visione pluralista dell'universo psichico...
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Irene

    24/03/2019 15:44:51

    Le etichette oggi vengono affisse alle persone in medo troppo veloce. Questo è un libro che riflette sulla situazione attuale dell'infinita quantità di diagnosi, di qualunque genere, che investono oggi la società. Forse dovremmo riflettere se è realmente così o se è più un bisogno/comodità nostra attribuire delle etichette (diagnosi).

Questo è il messaggio inquietante trasmesso da “Primo, non curare chi è normale”, importante pamphlet contro l’invenzione delle malattie che lo psichiatra Allen Frances ha scritto in risposta alla nuova edizione del DSM, il Diagnostic and Statistical Manual of mental disorders che è riferimento per ogni diagnosi emessa in ambito psichiatrico.
Pubblicato dalla American Psychiatrist Association, il DSM giunge, con quella pubblicata recentemente, alla sua quinta edizione.
Ed è, quest’ultima, un’edizione sin da subito apparsa molto controversa; un’edizione che ha sollevato molti interrogativi e fatto alzare diverse sopracciglia a quanti conoscono l’importanza del testo in questione.
Frances è figura di spicco nel panorama culturale della psichiatria statunitense, avendo fra l’altro guidato l’équipe di studiosi che ha redatto l’edizione precedente del manuale, e allora il suo j’accuse risulta tanto più significativo e urgente da cogliere.
Il DSM è infatti diventato, nel corso della sua vicenda editoriale, un vero e proprio dogma: a partire dalla sua terza edizione, edita agli inizi degli anni Ottanta, è stato riconosciuto come spartiacque di riferimento per definire quale comportamento sia da considerarsi "normale", e quale invece debba essere letto come espressione di un’anomalia, e vada quindi opportunamente – leggi: farmacologicamente - trattato.
Si capisce in fretta dove andremo a parare: dietro alla compilazione, alla redazione e alla pubblicazione di ogni nuova edizione del DSM si muovono interessi miliardari, e chi si abbevererà ai fiumi di denaro che possono erompere dall’inclusione di una nuova patologia nel manuale, ha tutto l’interesse a inquinare la fonte.
Si chiamano diagnosi “false positive” quelle che riconoscono nei sintomi di un disagio gli estremi di una malattia clinicamente definibile come tale, e l’allarme di Allen Frances non potrebbe essere più chiaro: d’ora in avanti, le diagnosi false positive aumenteranno a dismisura.
Per dirla diversamente: nessuno è normale, e c’è da scommettere che nei prossimi anni assisteremo a una progressiva invasione di patologie di ogni genere.
Già, perché se nessuno è normale, tutti hanno bisogno di essere curati: chiunque si senta un po’ triste, è affetto da una qualche forma di depressione; le persone distratte, soffrono di Sindrome da Deficit dell’Attenzione; se alcuni bambini fanno fatica ad integrarsi con l’ambiente circostante, vuol dire che soffrono di Disturbo Bipolare Infantile; le ragazze o i ragazzi timidi sono affetti da Fobia Sociale…
E indovinate un po’ come si possono curare tutte queste patologie? A suon di Prozac, Paxil, Celexa, Zoloft e quasi qualunque farmaco il cui nome ricordi quello di un supereroe venuto da Krypton per alleviare magicamente le nostre sofferenze.
La mistificazione è colossale, ubiqua e c'è bisogno di tenere sotto gli occhi costantemente quel che accade, anche per poter informare chi ci sta attorno.
Ecco allora che il saggio di Frances ci viene in soccorso, e va assunto senza moderazione: è forse il primo bugiardino che dice la verità da molto tempo a questa parte.

A cura di Wuz.it

  • Allen Frances Cover

    Attualmente è Professore Emerito presso il Dipartimento di Psichiatria e Scienze comportamentali della Duke University School of Medicine di Durham, Carolina del Nord, che ha diretto per molti anni. Frances ha guidato la task force che ha pubblicato il DSM-IV ed e` stato in precedenza membro del comitato che ha steso il DSM-III, di cui ha redatto la sezione sui disordini della personalita`. Autore e coautore di centinaia di articoli specialistici e di vari volumi accademici, scrive frequentemente su «Huffington Post», «Psychology Today» e «Education Update».In Italia, Boringhieri ha pubblicato nel novembre 2013 il suo Primo, non curare chi è normale, pamphlet "contro l'invenzione delle malattie".  Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali