Categorie

René Guénon

Traduttore: T. Masera, P. Nutrizio
Editore: Adelphi
Edizione: 5
Anno edizione: 1982
Pagine: 270 p.
  • EAN: 9788845904790

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alberto

    25/01/2013 13.31.32

    E' la prima volta che leggo un testo di Guenon, spinto dalle recensioni positivi di questo libro. Lo trovo quanto mai attuale e stimolante, consente una sorta di autocritica verso il pensiero moderno occidentale (sebbene l'autore sia vissuto agli inizi del secolo!). Contiene vari collegamenti con la filosofia, la scienza, il pensiero induista. Nel complesso mi pare comunque troppo pesante e pieno di elucubrazioni mentali che potevano essere risparmiate per un lettore "medio". Lo consiglio solo ai veri appassionati del tema.

  • User Icon

    Lino

    03/09/2007 20.05.41

    Nella collana di perle costituita dalle opere di R.G., questo libro è tra i meno 'iniziatici' e, forse, proprio per questo può aiutare meglio degli altri chi si avvicini per la prima volta a questo Maestro, certamente più, per esempio, de 'Gli stati molteplici dell'essere'. Non so quante volte io lo abbia già letto ma ogni volta mi offre nuovi spunti di riflessione e la stupefacente chiarezza di esposizione non cessa di meravigliarmi, pur avendo già letto tutta la bibliografia disponibile in italiano. Il libro è in grado di offrire una nuova visione alla mente del lettore, specie quando quest'ultimo presenti determinate caratteristiche ( stavo quasi per scrivere 'qualificazioni', per usare un termine caro a R.G. ) Lo considero uno dei libri in assoluto più importanti che abbia letto ma consiglierei a chiunque di leggere con gradualità TUTTI i libri di questo Maestro del Pensiero Tradizionale, autentico titano del pensiero, la cui opera è destinata a rimanere intangibile, almeno sino a quando esisteranno uomini che non si fermano alle apparenze.

  • User Icon

    Daniele

    31/01/2007 20.16.48

    Probabilmente la visione più esatta e coerente sull'epoca moderna e le sue implicazioni sotto ogni aspetto di Qualità. Consigliato come primo dei libri di Guenon da acquistare. Suggeriti tutti gli altri suoi testi! CAPOLAVORO.

  • User Icon

    massimo

    01/12/2006 19.16.24

    opera immancabile a chi, assetato di conoscere ciò che è al di là del velo delle apparenze, cerca instancabilmente l'essenza delle cose. Guenon è un vero maestro spirituale e con questo studio penetra fino al midollo della sottile e a volte non evidente distinzione tra Qualità e quantità.

  • User Icon

    maurizio

    29/09/2003 17.55.26

    Questo libro, per chi non conosca Guenon, può rappresentare una autentica "porta". Assordati da tante voci, che pretendono di conoscere dottrine profonde, oggi più numerose che mai, ai giorni nostri intonate sul registro polifono della new-age, le conoscenze di Guenon possono essere, per così dire, una "botta" nell'orecchio, oppure, forse per la maggior parte delle persone, semplicemente confondersi nel coro sopradetto, solo un'altra voce in più nel marasma generale. Sarà non inutile ricordare che l'autore è considerato quasi unanimemente un alto iniziato (autentico) alla dottrina interna islamica. Forse il libro più adatto da leggersi per primo di quelli scritti da Guenon, per poter capire se questa dottrina può rappresentare la nostra porta. Maurizio

  • User Icon

    GIARDINO GIACOMO

    07/12/2002 00.56.50

    E' uno dei libri più interessanti che abbia letto. Dopo il re del mondo, la grande triade e gli stati molteplici dell'essere, credo che questo libro rappresenti il testamento spirituale dell'autore.

  • User Icon

    luca

    28/08/2002 00.55.58

    Questo libro, ancorche' un poco impegnativo, e' nondimeno illuminante e chiarificatore, poiche' e' qui che Guenon definisce il suo pensiero in rapporto alle principali categorie della mentalita' moderna. Non siamo di fronte ad una sterile e stravagante polemica, bensi' ad una lucida disamina del carattere essenzialmente negatore del mondo moderno, dal quale Guenon si stacca idealmente per riconsiderarlo alla luce delle dottrine tradizionali. Esse leggono nella storia una progressiva degenerazione, uno sfaldamento inesorabile che dall' Unita' primordiale distacca i molteplici esseri, ridotti infine a semplici enti corporali, quasi del tutto sprovvisti di qualita' differenziatrici. Il mondo attuale rappresenta la fase ultima di questo processo, il Kali Yuga indu, nel quale in rapidissima successione (si ricordi la legge fisica della caduta dei gravi) si affermano le teorie meccaniciste e poi materialiste nella filosofia e nella scienza,anti-gerarchiche e poi democratiche nella politica. La stessa granitica certezza materialista viene quindi a polverizzarsi ulteriormente e ad aprirsi, avendo l'uomo rotto i ponti con il Cielo, alle forze demoniche degli Inferi, alle turbe di Gog e Magog, rappresentanti le influenze del mondo sottile (oggi le chiameremmo energie negative), lasciate, diro' cosi', a se stesse. Se e' vero che il contatto con cio' che vi e' di superiore richiede un'iniziazione, simmetricamente la realizzazione delle possibilita' inferiori della realta' si imperniera' su di una contro-iniziazione.Nondimeno Guenon si professa alieno da ogni pessimismo, perche' cio' che per il nostro ciclo di manifestazione appare esiziale, e' pur sempre qualcosa di necessario e "provvidenziale" in un ordine piu' generale. In definitiva i temi trattati in quest'opera sono numerosi e a nulla varrebbe cercare di elencarli; piuttosto fate in modo di procurarvi questa ennesima perla di Adelphi.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione