Resisto dunque sono. Chi sono i campioni della resistenza psicologica e come fanno a convivere felicemente con lo stress - Pietro Trabucchi - copertina

Resisto dunque sono. Chi sono i campioni della resistenza psicologica e come fanno a convivere felicemente con lo stress

Pietro Trabucchi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Corbaccio
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 18 ottobre 2007
Pagine: 200 p., Brossura
  • EAN: 9788879729116
Salvato in 118 liste dei desideri

€ 8,64

€ 16,00

Punti Premium: 9

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L'autore sostiene con certezza che gli esseri umani sono stati progettati per affrontare con successo difficoltà e stress. Gli uomini discendono da gente che è sopravvissuta a un'infinità di predatori, guerre, carestie, migrazioni, malattie e catastrofi naturali. Sono costruiti per convivere quotidianamente con lo stress. A questo scopo gli uomini possiedono, come un dono, un insieme di risorse che hanno ereditato dal passato: è la "resilienza" ad essere la norma negli esseri umani, non la fragilità; la "resilienza" psicologica è la capacità di persistere nel perseguire obiettivi difficili, fronteggiando in maniera efficace le difficoltà relative. L'individuo resiliente presenta una serie di caratteristiche psicologiche inconfondibili: è un ottimista e tende a "leggere" gli eventi negativi come momentanei e circoscritti; ritiene di possedere un ampio margine di controllo sulla propria vita e sull'ambiente che lo circonda; è fortemente motivato a raggiungere gli obiettivi che si è prefissato; tende a vedere i cambiamenti come una sfida e come un'opportunità, piuttosto che come una minaccia; di fronte a sconfitte e frustrazioni tende a non perdere comunque la speranza. La "resilienza" può essere potenziata, e l'autore, con esempi tratti dal mondo dello sport metafora della vita e ambito da cui mutuare metodologie ed esperienze - mostra come fare.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 6
5
3
4
2
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Daniela

    12/05/2020 19:59:49

    Libro illuminante che tratta in maniera ampia e dettagliata il tema della resilienza fornendo esempi concreti e spunti da portare nella propria vita. Da leggere e da rileggere. Lo consiglio!

  • User Icon

    Brandy

    15/12/2019 01:30:30

    Libro ben scritto e scorrevole, un punto di vista interessante sul quale riflettere che può aiutare a conoscere il peso reale delle proprie preoccupazioni. Lo consiglio.

  • User Icon

    rosanna

    09/03/2019 15:56:54

    libro che si legge bene scorrevole che può dare aiuto se lo si legge con vero interesse si trovano risposte che a volte si dimenticano

  • User Icon

    Giuseppe

    07/01/2015 09:45:43

    E' una lettura scorrevole, ricca di storie interessanti riguardo persone che hanno conseguito record in corse di resistenza o ultramaratone. La parte pratica rivolta al lettore che voglia migliorare la propria resilienza, è poco sviluppata e contiene cose arcinote a chiunque ha letto qualcosa di psicologia. In sostanza sono gli stessi principi della terapia cognitivo- comportamentale, applicati al conseguimento di obiettivi specifici. Ho messo un punto in più per le storie di sport intriganti, ma spero che il seguito sia più approfondito.

  • User Icon

    Alex

    12/12/2014 16:10:40

    Se volete un libro che parla di imprese sportive anche la di fuori degli schemi, come le ultra maratone e l'attraversate dei Poli, questo è il libro che fa per voi. Se volete un libro che vi spieghi cos'è la resilienza e come svilupparla, anche e soprattutto se non siete povero in canna e volete stabilire qualche record sportivo, ma siete una persona normale che vuole aumentare la propria resistenza alla stress per sopportare la suocera o un collega/capo che vi sta sui nervi cercate altro. C'è molto a riguardo.

  • User Icon

    Claudio S.

    23/08/2011 09:17:52

    Mi rendo conto che quello che sto per dire può apparire esagerato, ma è la semplice realtà. Questo è un libro che può cambiare il proprio approccio alla vita, ai problemi e al vivere quotidiano. Alcune cose le avevo elaborate in modo confuso e disordinato, trovarle razionalizzate ed esposte in modo piano mi ha procurato piacere. Un modo di affrontare non solo delle imprese sportive estreme, ma il vivere di tutti i giorni, alla ricerca ed alla valorizzazione del positivo, piuttosto che nel macerarsi a focalizzare le proprie energie sul negativo che esiste ed esisterà. La ricerca di alibi, la mancanza di motivazioni, la non voglia di fare fatica, l'educazione dei figli, sono trattati in modo efficace e sintetico. Esprimo qualche riserva sulle capacità fisiologico/immunitarie dell'individuo comandate dalla mente, ma per il resto mi capita di rileggere alcuni brani in momenti topici e ne ricavo sempre benessere e chiarezza di comportamento.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Pietro Trabucchi Cover

    È uno psicologo che si occupa di prestazione sportiva, in particolare di discipline di resistenza. Insegna all'Università di Verona. È stato lo psicologo della squadra olimpica di sci di fondo alle Olimpiadi di Torino del 2006 e da anni si occupa della preparazione mentale delle squadre nazionali di Ultramaratona. Autore di articoli scientifici e divulgativi, ha anche pubblicato diversi libri sul tema della motivazione e resilienza, come: Resisto dunque sono (Corbaccio, 2007), Perseverare è umano (Corbaccio, 2012), Opus. Manuale di automotivazione e resistenza alla fatica (Corbaccio, 2018). Si è occupato di spedizioni alpinistiche finalizzate al raggiungimento di record di ascensione e nel 2006 ha raggiunto la cima dell'Everest. Appassionato... Approfondisci
Note legali