Traduttore: A. Zabini
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
In commercio dal: 29 gennaio 2009
Pagine: 358 p., Brossura
  • EAN: 9788850217915
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,56

€ 8,90

Risparmi € 1,34 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più

€ 4,80

€ 8,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Claire

    28/09/2011 20:27:46

    Molto appassionante! Nulla di più, nulla di meno del primo libro. Tranne il fatto che Jean-Claude da Master della città è ancora più figo...se possibile!

  • User Icon

    Dj

    18/04/2010 13:30:33

    Carino e cruento al punto giusto. L'ho trovato più scorrevole ed appassionante del primo. Vediamo come prosegue questa infinita saga.

  • User Icon

    Dj

    18/04/2010 13:29:59

    Carino e cruento al punto giusto. L'ho trovato più scorrevole ed appassionante del primo. Vediamo come prosegue questa infinita saga.

  • User Icon

    chiaraIsabella

    12/04/2010 21:04:49

    Sto continuando la saga solo per la figura di Jean-Claude. La Hamilton come al solito si sofferma troppo sulle scene cruente e poco sui sentimenti. Anita non ha spessore psicologico. Comunque continuerò a leggere per il raffinato vampiro.

  • User Icon

    Jarva

    15/01/2010 13:25:42

    L'unico libro decente della saga. Mi è piaciuto il tema del vudù (anche se lo avrei approfondito ulteriormente), e per una volta ci evitiamo i soliti vampiri stereotipati, sexy, tenebrosi, belli belli in modo assurdo. Resta il fatto che Anita non mi sta particolarmente simpatica: non è "tosta", è solo sbruffona.

  • User Icon

    Marco_77

    02/02/2009 11:32:00

    Questa è la seconda avventura di Anita che leggo dopo nodo di sangue, suspance e azione non mancano così come vampiri, zombie e licantropi, per gli amanti del genere un libro da leggere assolutamente.

  • User Icon

    Maria

    03/12/2008 20:45:08

    La Hamilton è la mia ultima scoperta letteraria e ringrazio il fato per avermela fatta scovare.I suoi libri horror si fregiano di una protagonista carismatica,di scure incognite,del richiamo suadente del sangue ...il tutto su uno sfondo di giallo che ti tiene in suspance fino alla fine.La caratteristica che adoro di lei è che sa dosare le apparizioni di Jean-Claud,lasciandomi sempre con un gusto agrodolce in bocca.Se la Meyer scrive per i teen-agers,con molta grazia,la Hamilton si rivolge ad un pubblico più maturo con protagonisti molto affascinanti.

  • User Icon

    sara

    03/05/2008 10:35:09

    é bellissimo e scorre che è una meraviglia!il linguaggio è molto "diretto" e informale ed è semplice entrare in sintonia con anita.Questo è il primo libro che ho letto della Hamilton e sono sicura che continuerò a seguire la saga!!

  • User Icon

    Jess

    16/11/2007 19:11:12

    Questo libro è molto bello e scorrevole; vorrei fare una precisazione a Ginuzzella il libro "Nodo di cenere" non esiste!!!!!!!!!!!!!Semmai esiste "Nodo di sangue" e "Dono di cenere"!!!!!!!!!

  • User Icon

    ginuzzella

    22/09/2007 04:00:23

    Mi sono voluta ricredere sulla Hamilton leggendo anche "resti mortali" dopo "nodo di cenere", ma lo considero perggiore del primo. Lo SCONSIGLIO A TUTTI GLI AMANTI DEI VAMPIRI!

  • User Icon

    Enrico

    25/12/2006 21:12:27

    Davvero GANZO !!! Anita è TOSTISSIMA in questo episodio. Per ora ho letto i primi quattro romanzi della saga e questo per me è il migliore, insieme con il Circo dei Dannati. Bello cupo, la nostra eroica Sterminatrice, Risvegliante, Negromante e chi più ne ha più ne metta, risalta tanto più dure sono le condizioni in cui si trova. Superdivertente, voto massimo!

  • User Icon

    Serena

    29/08/2006 14:32:05

    Io ho letto tutti i romanzi della Hamilton tradotti in italiano, (uno più bello dell'altro!)ma questo è sicurmante quello che mi è piaciuto di meno. Certamente la mancanza di Jean Claude ha giocato a suo sfavore, dato che in Nodo di sangue il loro rapporto era molto più fusionale e anche negli altri migliora. Qui c'è solo super Anita che però riesce a tenere in piedi bene tutta la storia. Bella la scena finale nel cimitero, frizzanti e vivaci i dialoghi come al solito che riscono a sopravvivere malgrado la traduzione giudicata da tutti mediocre. Speravo che almeno dopo aver letto questo romanzo non avrei risentito dell'effetto collaterale che hanno avuto su di me tutti gli altri libri della Hamilton... invece no! Come per gli altri ho sviluppato una certa dipendenza ed ora tutto ciò che leggo mi pare in un certo senso "insipido". Spero molto che Brunt Offering esca presto così potremo tornare al punto in cui avevo lasciato Anita e Jean Claude dopo il Ballo della morte. Punto davvero interessante... ;-)))

  • User Icon

    nox

    10/07/2006 15:43:12

    Un libro stupendo,come tutti quelli di Anita Blake,la mia serie preferita;mi sono appassionata a questo libro subito dalle prime pagime. Spero di leggere al più presto il seguito de "Il ballo della morte" visto che questo è solo il secondo della serie e la nord ne ha pubblicati gia 6 quì in Italia!

  • User Icon

    miraphora

    10/07/2006 09:51:42

    x Gio: qua (su anitablake.altervista.org) puoi trovare una parte dedicata all'incontro con la H, e in piu alcune foto! sono d'accordo con te per le traduzioni, anche negli altri libri ci sono tagli e traduzioni errate, ma che ci si puo' fare? avevo letto questo libro prima in inglese, e ora lo sto leggendo in italiano, anche se leggere in lingua nn è semplicissimo, in italiano si perde moltissimo del senso e dell'ironia delle battute. come 2° libro della serie, il libro è simile al primo, ma per certi versi migliore. si sente pero la mancanza fino a meta del libro di Jean-Claude, compare si, ma poco. per chi nn ha ancora iniziato la serie, consiglio vivamente di leggere RM come il secondo in ordine, la lettura nn risentira' di uno stacco che per fortuna è stato colmato!

  • User Icon

    la Gatta

    21/05/2006 14:11:03

    libro consigliato, bella trama e belli i personaggi!!! x elian: Nodo di sangue, Resti mortali, Il circo dei dannati, Luna nera, Polvere alla polvere, Il ballo della morte :)

  • User Icon

    elian

    17/05/2006 14:11:52

    Ho scoperto solo di recente la Hamilton e me ne sono subito appassionata.Ho letto per adesso solo "nodo di sangue" e "il circo dei dannati"vorrei tanto sapere qual'è l'ordine esatto della saga di Anita Blake così da poter leggere i libri in ordine.C'è qualcuno tra voi che mi potrebbe dire esattamente qual'è l'ordine?grazie Elian

  • User Icon

    Gio Vampire Lover

    25/04/2006 08:44:06

    Nella versione originale (da me letta-nella traduzione italiana alcune frasi vengono interamente saltate-), il titolo di questo 2° romanzo della serie “Anita Blake Vampire Hunter” è “The laughing Corpse”, il nome di un altro locale di cui Jean-Claude è proprietario. Rispetto a “Guilty Pleasures”, l’intreccio mi è sembrato più sfaccettato, ma meno ben contenuto a causa della divergenza e divagazione nell’azione e forse anche per il gran numero dei personaggi minori coinvolti (arrivata fino a “The killing dance” compreso, devo comunque riconoscere alla Hamilton un raro pregio: ogni romanzo è superiore al precedente). Emergono altri particolari della vita e della personalità della protagonista (il cui sarcasmo ed auto-ironia diventano sempre più esilaranti), mentre ancora poco spazio viene concesso al sensuale Master Vampire di St. Louis, stigmatizzato unilateralmente come “walking dead” e deprivato di quella diversità e complessità di aspetti e sfumature che, sotto sotto, lo caratterizzano (che fascino!). Ciò, invero, rispecchia l’opinione iniziale della scrittrice nei confronti dei vampiri: in un’intervista ha, infatti, dichiarato che era sua intenzione originaria togliere di mezzo JC (facendolo morire) alla fine di “Circus of the Damned”. Per fortuna che ha poi cambiato idea, non solo perché -come Anita ammette al cap. 20- “vampires are sexy”, ma anche perché, altrimenti, la serie avrebbe perso tantissimo! Vorrei consigliare due siti Internet sull’Anitaverse: halo-productions (con dettagliati riassunti capitolo per capitolo di quasi tutti i libri) e anitablake (in italiano. Glossario eccellente!). In cambio, c’è qualcuno che, avendo avuto la fortuna di assistere alla presentazione de “Il ballo della morte” a Milano lo scorso novembre, vorrebbe raccontarmi che cosa ha detto e fatto la bravissima Hamilton? Please!

  • User Icon

    Virginia

    24/04/2006 18:47:43

    Bellissimo!!!La Nord finalmente ci ha regalato il 2' libro della serie...che nn delude affatto!Pieno di azione e suspance ci ha fatto ricordare la VERA Anita: poche smancerie e tanti mostri!!! E' vero,e' bella anche la storia d amore,ma volete mettere... consigliato alla grande!!

  • User Icon

    Gio Vampire Lover

    23/04/2006 08:19:01

    Nella versione originale (da me letta, poiché nella traduzione italiana alcune frasi vengono interamente saltate), il titolo di questo 2° romanzo della serie “Anita Blake Vampire Hunter” è “The laughing Corpse”, il nome di un altro locale di cui Jean-Claude è proprietario. Rispetto a “Guilty Pleasures”, l’intreccio mi è sembrato più sfaccettato, ma meno ben contenuto a causa della divergenza e divagazione nell’azione e forse anche per il gran numero dei personaggi minori coinvolti (arrivata fino a “The killing dance” compreso, devo comunque riconoscere alla Hamilton un raro pregio: ogni romanzo è superiore al precedente). Emergono altri particolari della vita e della personalità della protagonista (il cui sarcasmo ed auto-ironia diventano sempre più esilaranti), mentre ancora poco spazio viene concesso al sensuale Master Vampire di St. Louis, stigmatizzato unilateralmente come “walking dead” e deprivato di quella diversità e complessità di aspetti e sfumature che, sotto sotto, lo caratterizzano (che fascino!). Ciò, invero, rispecchia l’opinione iniziale della scrittrice nei confronti dei vampiri: in un’intervista ha, infatti, dichiarato che era sua intenzione originaria togliere di mezzo JC (facendolo morire) alla fine di “Circus of the Damned”. Per fortuna che ha poi cambiato idea, non solo perché -come Anita ammette al cap. 20- “vampires are sexy”, ma anche perché, altrimenti, la serie avrebbe perso tantissimo! Vorrei consigliare due siti Internet sull’Anitaverse: halo-productions anita (con dettagliati riassunti capitolo per capitolo di quasi tutti i libri) e anitablake (in italiano. Glossario eccellente!). In cambio, c’è qualcuno che, avendo avuto la fortuna di assistere alla presentazione de “Il ballo della morte” a Milano lo scorso novembre, vorrebbe raccontarmi che cosa ha detto e fatto la bravissima Hamilton? Please!

  • User Icon

    Elena

    13/04/2006 19:08:37

    Bello! Nell'inconfondibile stile Hamilton,la nostra cara Anita ci regala un altra delle sue avventure,come al solito scrittura e trama scorrevole e mai noiosa....si arriva alla fine e come al solito vorresti già leggerne un altro! E pensare che la nord non voleva pubblicarlo! ciao!

Vedi tutte le 22 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione