Il rumore della terra che gira - Roberto Saporito - copertina

Il rumore della terra che gira

Roberto Saporito

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Perdisa Pop
Collana: Corsari
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 15 marzo 2010
Pagine: 112 p., Brossura
  • EAN: 9788883724954
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 6,48

€ 12,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto tornerà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Alla morte del nonno, una donna eredita una notevole somma di denaro e tre case. Ha il dovere di trovare suo fratello e la figlia di lui, perché ognuno abbia la sua parte di eredità. Non ha però loro notizie da più di vent'anni. Tra le colline delle Langhe piemontesi, Alba, New York, Londra, Parigi, Torino e la Costa Azzurra, si snodano così le tre vicende parallele di una scrittrice omosessuale, un artista eroinomane e una ragazza confusa. Tre storie attraversate da continui flashback, tre frammenti diversi di un'unica, sfuggente, famiglia.
3,25
di 5
Totale 4
5
2
4
0
3
0
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    luciano

    25/01/2013 17:55:24

    Ottima scrittura, stile gradevole con qualche sbiadita idea di cui resta davvero poco.

  • User Icon

    rosarita

    16/04/2011 13:04:59

    Tre storie intrecciate, delle quali il filo conduttore e vero protagonista è il nonno, presenza ingombrante e condizionante; tre persone ormai adulte, così diverse eppure così simili, ognuna alle prese con i propri demoni e con la propria solitudine di sempre, destinate a ritrovarsi, scontrarsi e lasciarsi, in uno spaccato di vita assolutamente momentaneo... bel romanzo breve, con le Langhe sullo sfondo.

  • User Icon

    Adriana

    14/02/2011 09:36:55

    Di decente c'è solo il titolo e l'idea di base. Quando una moto è necessariamente una Harley D., una sigaretta per forza una Goluase senza filtro, un accappatoio assolutamente di Prada, le poltrone tutte di pelle (preferibilmente amaranto), i taxisti di New York "fastidiosamente" pachistani e i geometri malamente tollerati, ritengo che Saporito abbia già toccato il fondo appena dopo un debole tentativo di decollo in Carenze di Futuro. Ah,dimenticavo la Porsche! Snobismo datato, scontato e irritante.

  • User Icon

    Lorenzo

    09/11/2010 21:06:19

    Un romanzo veramente molto bello e scritto con uno stile assolutamente personale, originale.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
| Vedi di più >
Note legali