Sapiens. Da animali a dèi. Breve storia dell'umanità

Yuval Noah Harari

Traduttore: G. Bernardi
Editore: Bompiani
Collana: Tascabili. Saggi
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
In commercio dal: 18 ottobre 2017
Pagine: 544 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788845296499

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Sociologia e antropologia - Antropologia

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Serena

    14/10/2018 08:25:24

    Molto interessante e di facile lettura. I concetti sono epsressi in modo chiaro, anche se a volte usa fin troppe parole...avrebbe potuto essere un po' più conciso. Le teorie che espone si basano su documenti riportati in bibliografia, ma a volte alcune idee sembravano più un'interpretazione dell'autore piuttosto che un "fatto".

  • User Icon

    Martina

    21/09/2018 10:09:30

    Libro molto interessante. In esso l'autore, affrontando le tematiche più varie (dalla politica, alla religione, al denaro) sostiene la tesi secondo cui la vera differenza tra gli umani e tutti gli altri animali si fonda sulla capacità di creare "ordini costituiti immaginari", ovvero realtà intersoggettive basate su una cooperazione flessibile e su larga scala. Il linguaggio utilizzato da Harari, inoltre, permette a chiunque di comprendere i concetti spiegati. Lo consiglio moltissimo!

  • User Icon

    Maddalena

    21/09/2018 09:19:35

    Sembra un saggio di antropologia, ma è anche qualcosa di più: parla di storia (come dice il sottotitolo, ripercorre la storia dell'umanità), di filosofia (dà risposte interessanti alle domande che ci facciamo da sempre, "chi siamo?", "cosa ci facciamo qui?", "qual è la nostra direzione?"), di religione e archeologia. È lungo 500 pagine, ma vi prego, non vi fate spaventare: è il saggio più divulgativo che io abbia mai letto. Senza esagerare, posso dire che si legge come un romanzo, e avrete voglia di sottolineare tutto mentre mormorate a voi stessi "è vero!". ​

  • User Icon

    Filippo

    19/09/2018 10:03:57

    Bellissimo libro, lo consiglio a tutti... Usato per la preparazione di Storia del pensiero scientifico

  • User Icon

    Daniele

    18/09/2018 21:01:52

    Ottimo libro, scrittura chiara e scorrevole. Non aspettatevi un libro che vi spieghi e rinfreschi in sistesi la Storia - il titolo può essere fuorviante: Sapiens racconta in modo conciso, ma non per questo banale e superficiale, le rivoluzioni e le tappe fondamentali dell'evoluzione - che sia biologica, sociale e così via - umana. Forse l'unico difetto è la troppa bravura a convincere il lettore delle tesi e dei ragionamenti dell'autore: a tratti alcune affermazioni sono azzardate, forse poco oggettive, basta tenere in mente che chi scrive è umano. Questo non toglie nulla alla precisione e scientificità con cui Sapiens è scritto (si veda la corposa bibliografia in appendice). Un saggio ben architettato che riesce a stupire; ricca di spunti per approfondire diverse tematiche, un indice che, a mio parere, la dice lunga sulla serietà e il valore di un testo.

  • User Icon

    Alessandro Parrinello

    09/09/2018 14:51:17

    Ho riletto il libro e dopo attenta riflessione devo modificare il mio giudizio dando 5 stelle. Pur confermando i dubbi espressi su alcune posizioni della prima parte del libro devo riconoscere che il libro merita di essere letto senza se e senza ma. Anzi è un libro che tutti dovrebbero leggere. La semplicità del linguaggio e la chiarezza degli esempi ne fanno un tesoro di informazioni e di sapere con pochi uguali nella letteratura scientifica a me nota.

  • User Icon

    Alessandro Parrinello

    05/09/2018 12:24:43

    Libro discreto e interessante in alcune parti. L'autore sottolinea l'importanza della selezione culturale in contrapposizione a quella naturale evidenziando in particolare gli effetti deleteri dell'espansione dell'homo sapiens a detrimento degli altri animali e della sua stessa specie ormai prigioniera dell'istituzionalizzazione di antiche scelte casuali (ad esempio quella fra agricoltura e raccolta/caccia propria delle prime comunità) e incapace di affrancarsi dalla illusoria libertà che ne è derivata. Al di là di questa importantissima intuizione la scrittura risulta spesso ridondante (gli stessi concetti potrebbero essere espressi con un terzo delle parole)., Piuttosto discutibili inoltre alcune interpretazioni dei comportamenti umani mentre in alcuni casi la narrazione manca di coerenza e il punto di vista è il risultato di evidenti forzature interpretative. Nel complesso vale la pena leggerlo ma non più di altri autori più sistematici (Diamond, Harris, Lorenz ecc.)

  • User Icon

    n.d.

    24/07/2018 09:27:26

    Eccezionale la semplicità e l'oggettività con la quale l'autore presenta e spiega. Dovrebbe essere lettura d'obbligo dalle scuole medie in avanti per evitare che un mucchio di futuri cittadini sviluppino gli stessi preconcetti (es; noi - loro - religioni - denaro - imperi, ecc.) di tanti dei loro genitori, capiscano meglio cosa succede intorno a loro ed evitino di farsi imbonire da ciarlatani della politica, giornalisti, propagandisti vari e loro organizzazioni

  • User Icon

    Tommaso

    08/07/2018 20:23:43

    È uno dei libri più interessanti che abbia mai letto. È un breve riepilogo della storia umana, affrontata, più che per ordine cronologico, soprattutto per tematiche. Particolare spazio viene dato alla descrizione della rivoluzione cognitiva e a quella agricola, nonché all'introduzione del denaro nella società, le sue origini e le sue conseguenze. Leggere anche solo i capitoli che affrontano questi argomenti è sufficiente per avere una visione totalmente diversa non solo della Nostra storia, ma anche di chi siamo veramente e del perché la nostra società è strutturata in questo modo. Forse si possono non condividere alcune considerazioni dell'autore (riguardo, ad esempio, la religione o il futuro della genetica), ma senza dubbio ogni pagina di questo libro può potenzialmente accrescere la nostra cultura e permetterci di avere una visione d'insieme più completa di prima.

  • User Icon

    maurizio .mau. codogno

    17/06/2018 17:29:20

    La tesi che Harari espone in questo suo libro è semplice: L'Homo sapiens ha fatto fuori tutti i suoi concorrenti (e ce n'erano!) perché grazie a chissà quale mutazione ha imparato a "credere a sei cose impossibili prima di colazione". Le religioni sono messe allo stesso piano delle leggi o degli enti giuridici: parlano di cose che non esistono, ma che tutti (o quasi) accettano. Il punto di vista di Harari è sicuramente spiazzante e quindi ci costringe ad azionare il cervello e ripensare a quanto abbiamo sempre dato per scontato: per esempio il motivo per cui gli europei sono riusciti a dominare è per lui fondamentalmente la loro curiosità e il pensare in grande. L'unica parte che mi ha convinto poco è quella sul presente, dove l'autore è molto ottimista sulla nostra capacità di trovare tutta l'energia che vogliamo. È vero che finora siamo sempre riusciti a trovare qualcosa di nuovo, ma questa è per me soprattutto fortuna. Nota negativa sulla traduzione di Giuseppe Bernardi. Se in tre pagine io trovo due frasi che evidentemente sono errate vuol dire che c'è qualcosa che non va.

  • User Icon

    angelo

    01/06/2018 13:09:16

    Ingredienti: una specie di animali insignificanti diventata dominatrice/serial-killer del globo, tre rivoluzioni (cognitiva, agricola e scientifica) che hanno determinato il nostro presente, i tre grandi elementi unificatori dell’umanità (denaro, imperi, religioni), il passaggio da tante piccole culture ad una grande società globale. Consigliato: a chi cerca in un solo libro elementi di storia, filosofia, antropologia, economia e tanto altro, a chi ha a cuore il destino della specie umana e ancor più del mondo.

  • User Icon

    alessandro

    20/05/2018 16:09:41

    Bel libro. La storia dell'uomo dalle sue origini ad oggi, sintetizzata in maniera efficace. Scorrevole e abbastanza piacevole da leggere. Due critiche: l'autore è evidentemente agnostico e riduce l'uomo a materia, ignorandone ogni dimensione trascendentale. Questa sua visione è molto enfatizzata in tutto il libro e per chi non la pensa come lui, questo è piuttosto fastidioso. Allo stesso modo è sgradevole il suo marcato e non celato disprezzo per le religioni, in particolare quella cristiana.

  • User Icon

    matteo.dagostino@gmail.com

    03/03/2018 14:15:48

    scritto con grande intelligenza e competenza, è una lettura affascinante e aggiornata con le ultime scoperte della paleontologia e della composizione dei vari genomi. Grande Sapiens!

  • User Icon

    Miriam C.

    26/02/2018 09:10:53

    Catalogato come saggio di sociologia e antropologia questo libro è molto di più: partendo dalla rivoluzione cognitiva, con la dominazione di Homo sapiens sulle altre specie di Homo, fino ai giorni nostri e oltre con uno sguardo al futuro, questo saggio analizza aspetti storici, politici, economici, religiosi, biologici, scientifici e psicologici. Al suo interno ritroviamo gran parte di dati e informazioni che abbiamo già avuto modo di apprendere durante la formazione scolastica; la bravura dell'autore sta nel riuscire a farci rivedere tutte queste nozioni sotto una nuova luce, facendoci cogliere aspetti dell'evoluzione su cui normalmente non ci si sofferma e allo stesso tempo fornendoci numerosi spunti di riflessione. Gli argomenti sono esposti in modo molto chiaro, in diversi casi anche correlati da esempi e lo stile di scrittura è scorrevole. Testo illuminante che tutti dovrebbero leggere.

  • User Icon

    Giuseppe Roberto Mignosi

    26/01/2018 19:53:38

    Dopo le prime cinquanta pagine, ho ritenuto di trovarmi di fronte ad un ottimo manuale divulgativo di antropologia ma poi mi sono accorto che il volume che avevo tra le mani era molto di più. Si tratta di una storia dell'umanità dai primordi ai giorni nostri, seguendo il cammino di alcuni profili fondamentali, dalla Rivoluzione cognitiva a quella agricola, dalla rivoluzione industriale a quella tecnologica, senza mai dimenticare sia gli aspetti politico- sociali che quelli economici (la funzione degli Imperi, il ruolo della moneta, ecc). Tutto questo dimostrando una eccezionale chiarezza di idee e una capacità espositiva quasi straordinaria. Non sono d'accordo con tutto ciò che dice Yuval Noah Harari che talvolta pare troppo indulgere in simpatie terzomondiste ma scrive bene, argomenta bene e, sopratutto, illustra concetti facili ed interessanti. Da leggere assolutamente.

  • User Icon

    n.d.

    08/01/2018 23:03:08

    E' un libro fondamentale di base per conoscere l'origine dell'uomo e capire molti dei nostri comportamenti.

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione