Sei ricco, coniglio

John Updike

Traduttore: S. Bertola
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 03/06/2014
Pagine: 570 p., Brossura
  • EAN: 9788806214777
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 18,70

€ 22,00

Risparmi € 3,30 (15%)

Venduto e spedito da IBS

19 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    paolo

    01/04/2018 16:09:04

    Coniglio Angstrom non è un uomo simpatico e probabilmente nemmeno il suo creatore Updike lo è, ma questo è un grande romanzo. In esso non accade granché. I fatti, più che succedere, sono già successi, sono narrati e ricordati dai mediocri, ma straordinariamente delineati, personaggi. Il timoroso, irresponsabile, frastornato Harry del primo racconto di questa tetralogia, di vent’anni antecedente, ora ha messo su chili attorno alla vita e soldi nel conto in banca ma, con una coerenza meravigliosamente maneggiata da Updike, continua a non saper bene che fare di questa vita che, e questo è il vero dramma che sempre più prende corpo, un giorno finirà. Una bella casa, il sesso, gli oggetti e le persone che ci stanno in mezzo, i ricordi del passato, possono esser dei palliativi, piacevolissimi o terribili, per mettere la sordina alla consapevolezza della morte, ma coniglio ormai va per la cinquantina, e sa che davanti a se ha meno tempo di quanto ne ha trascorso, c’è ben poco da fare. ...un romanzo magnificamente scritto sulla mediocrità di esistenze qualunque, vissute all’ombra di un benessere materiale sempre precario e tragicamente lontano dal garantire non la felicità, ma anche solo una decente serenità. Mentre leggiamo queste pagine, mentre assistiamo al penoso dibattersi di questi poveri cristi che hanno avuto il grande dono (o la tremenda sventura) di essere nati, non possiamo non provare ammirazione per la lucidità e la maestria del grande pessimista, e forse troppo cinico, Updike.

  • User Icon

    luciano

    23/06/2014 21:07:27

    Il romanzo copre il tempo che va dal luglio 1979 al gennaio 1980. La vicenda si svolge nella piccola città di Brewer in Pennsylvania, presidente è Carter che sta trattando con Khomejni per la liberazione degli ostaggi dell'ambasciata statunitense a Teheran.La tensione con l'Iran porta ad una crisi petrolifera,la benzina aumenta di prezzo,scarseggia e si formano lunghe file di automobilisti ai distributori.A causa di ciò è anche diminuita la vendita di Toyota il cui concessionario è Harry (Coniglio)che è "padrone di metà della Spingers Motors,insieme a sua moglie Janice,mentre sull'altra metà ci sta seduta la suocera Bessie,che l'ha ereditata quando è morto il vecchio Spinger". Il quarantaseienne Harry ama sua moglie che di anni ne ha quarantaquattro e la considera "la pietra angolare della sua ricchezza".Il figlio ventiduenne Nelson addirittura pensa che il padre abbia sposato Janice per i suoi soldi,soldi che Harry,in parte, investe in monete sudafricane (Kruggerand) e nell'acquisto di una bella casa.Harry trascorre le sue giornate alla concessionaria,al Rotary,al campo da golf mentre la moglie se la spassa al campo da tennis. Gli amici di Coniglio e Janice sono altre due coppie: Thelma e Ronnie, Cindy e Webb, con loro andranno in vacanza ai Caraibi dove ci sarà uno scambio di coppie con sesso a gogo tra Thelma e Harry. C'è il rapporto ambivalente tra Harry (sadico) e il figlio Nelson (masochista) che abbandona il college Kent nell'Ohio per sposare Pru da cui ha un figlio. Nelson accusa il padre della morte della sorellina e di Jill,una ragazza a cui voleva bene; mentre divampava l'incendio (i fatti risalgono a una decina di anni prima)della loro vecchia casa il padre se la stava spassando con Peggy e quelle due innocenti erano morte tra le fiamme . Per Harry il passato è passato e si deve vivere nel presente.Dice al figlio: "Se uno della mia età si caricasse di tutta l'infelicità che ha incontrato durante la vita, la mattina non riuscirebbe neanche ad alzarsi"...

Scrivi una recensione