Storia culturale del clima. Dall'era glaciale al riscaldamento globale - Wolfgang Behringer,Corrado Bertani - ebook

Storia culturale del clima. Dall'era glaciale al riscaldamento globale

Wolfgang Behringer

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Corrado Bertani
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 4,16 MB
  • EAN: 9788833972275

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Storia e archeologia - Storia - Specifici eventi e argomenti - Storia culturale e sociale

Salvato in 24 liste dei desideri

€ 8,99

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gli uomini sono figli dell’Era glaciale: solo quando il freddo intenso dell’ultima glaciazione cominciò a stemperarsi, oltre 10000 anni fa, apparve la coltivazione, e con questa l’urbanizzazione e l’inizio della storia. Può apparire paradossale, ma è stato il riscaldamento del clima a crearci. Nel corso di tutta la storia umana, d’altra parte, il clima non è certo rimasto stabile e i suoi effetti sulle culture sono stati enormi. Non si può prescindere dalle condizioni climatiche nello studio delle civiltà, dei popoli, delle guerre, delle migrazioni, delle carestie, delle religioni e persino dell’arte e della letteratura. Diventa sempre più chiaro che il clima della Terra è parte integrante e motore inconsapevole dello sviluppo storico, politico e culturale dell’uomo e Wolfgang Behringer lo dimostra per la prima volta in forma estesa, con chiarezza e abbondanza di esempi.

Una ricerca accurata e penetrante sulla reazione delle società ai mutamenti dell’ambiente.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,67
di 5
Totale 3
5
1
4
1
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    marco63

    22/05/2019 12:10:11

    Bel libro di divulgazione, che mette bene in chiaro cosa sappiamo veramente del clima, ovvero la sua storia. Impariamo tra le altre cose che il clima cambia continuamente, intorno all'anno 1000 faceva più caldo di oggi poi si è verificato un raffreddamento globale dal quale siamo usciti solo un centinaio di anni fa. Interessante anche il fatto che negli anni sessanta i climatologi prevedessero un futuro raffreddamento globale, per dire come le previsioni sul clima siano aleatorie: ciò non significa che il global warming non possa essere una realtà, ma vedere queste cose in un'ottica più ampia ridimensiona i toni da ultima spiaggia che troppo spesso si sentono quando si parla di queste cose. Da leggere l'ultimo capitolo "Peccati contro l'ambiente ed effetto serra" con una serie di riflessioni per niente banali.

  • User Icon

    Filippo

    03/12/2015 19:02:59

    Libro interessantissimo per comprendere più a fondo anche il dibattito presente oggi tra i politici del mondo riuniti a Parigi. Nel corso dei millenni il clima ha sempre influito in modo determinante nella storia dell'uomo, nella nascita e scomparsa di imperi, nella diffusione di coltivazioni e quindi di popolazioni in luoghi impensabili in certi momenti storici. Ne consiglio vivamente la lettura.

  • User Icon

    Andrea

    31/10/2014 17:54:34

    Il libro è ricco di contenuti ma nel complesso deludente; i legami presentati tra clima e società/cultura risultano in certi casi più che ovvi in altri molto discutibili. Purtroppo sono presenti anche numerose imprecisioni come la presentazione della 'snowball earth' come verità geologica anziché come mera ipotesi scientifica, il legame tra l'alimentazione a base di carne e la crescita del cervello, la capacità di procurre il fuoco da parte dell'Homo Habilis e infine la confusione tra le glaciazioni delle ere geologiche e quelle del quaternario. Dopo aver riassunto i rapporti sui cambiamenti climatici vi è un invito agli scienziati a non interpretare il ruolo di Nostradamus dimenticando la prudenza che ha sempre caratterizzato le pubblicazioni dell'IPCC e confondendo la scienza con il giornalismo. Si conclude con un invito a stare tranquilli sostenendo che l'umanità si saprà adattare ai cambiamenti, trascurando il fatto che ogni cambiamento climatico del passato ha portato con sé crisi gravissime e migliaia di morti.

  • Wolfgang Behringer Cover

    Wolfgang Behringer è docente di Storia presso l’Università del Saarland, a Saarbrücken in Germania, dove dirige il Centro per gli Studi Storici Europei. Specialista della storia culturale della prima Età moderna, Behringer ha al suo attivo numerose pubblicazioni, molte delle quali tradotte in inglese. In italiano: Le streghe (2008), Storia culturale del clima. Dall'era glaciale al riscaldamento globale (Bollati Boringhieri 2013). Approfondisci
Note legali