DISPONIBILITA' IMMEDIATA

-15%
Storia nera. Bologna la verità di Francesca Mambro e Valerio Fioravanti - Andrea Colombo - copertina

Storia nera. Bologna la verità di Francesca Mambro e Valerio Fioravanti

Andrea Colombo

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Cairo
Collana: Storie
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 18 dicembre 2006
Pagine: 366 p., Rilegato
  • EAN: 9788860520913
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 14,45

€ 17,00
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Storia nera. Bologna la verità di Francesca Mambro e Valerio...

Andrea Colombo

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Storia nera. Bologna la verità di Francesca Mambro e Valerio Fioravanti

Andrea Colombo

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Storia nera. Bologna la verità di Francesca Mambro e Valerio Fioravanti

Andrea Colombo

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2 agosto 1980: la bomba che esplode alla stazione di Bologna uccide 85 persone, ne ferisce 200. È uno tra i delitti più sanguinosi nella storia della Repubblica. Gli esecutori sono stati individuati in Valerio Fioravanti e Francesca Mambro, condannati al termine di una lunghissima e controversa vicenda processuale. Ma i due ex militanti di Nar, rei confessi di rispettivamente 13 e 16 omicidi, hanno sempre negato ogni responsabilità, e da quasi 15 anni si battono per ottenere la revisione del processo. Ora, a oltre 25 anni da quell'episodio tremendo, Mambro e Fioravanti hanno deciso di raccontare la loro verità non solo su Bologna ma su tutta la stagione del terrorismo nero. Insieme ad Andrea Colombo, rileggono una parte controversa e drammatica della storia italiana.
L'estenuante altalenarsi di sentenze giudiziarie per la strage di Bologna (ottantacinque morti) rientra nel consueto train de vie di certi processi italiani. Secondo Andrea Colombo, collaboratore di "Liberazione", Mambro e Fioravanti, pur apparendo senza complici, mandanti e movente, furono ritenuti, dopo una serie di depistaggi firmati P2, il "capro espiatorio ideale" della mattanza, i cui effetti furono peraltro politicamente nulli. Il processo venne portato avanti in "un'ottica che sarebbe troppo nobile definire da guerra civile", tralasciando il possibile ruolo dei servizi segreti deviati, dei palestinesi o della Libia, nell'anno di Ustica e dell'accordo Italia-Malta, firmato proprio il 2 agosto 1980, che danneggiava la Libia stessa: ipotesi, queste, forse ancor più dietrologiche, ma tutto sommato legittime, in un paese come il nostro. In effetti, i pluriomicidi "pistoleri dei Nar", verso la metà del 1980, convinti della necessità di ripulire la destra dalle sue scorie, oltre che dell'impossibilità di conquistare il potere nello stato, avevano ormai già sciolto il movimento, dichiarando di voler solo più procedere a vendette contro giudici, poliziotti ed ex contigui, in linea con la tendenza di Valerio Fioravanti, sorta di anarchico di destra deciso a liquidare l'eredità storica del neofascismo italiano; né lui né Francesca Mambro si sentivano infatti "fascisti", piuttosto "anti-antifascisti". Colombo dimostra l'inconsistenza del "teorema-Amato" (dal nome del giudice poi assassinato), secondo cui i terroristi di destra sarebbero stati all'epoca mossi da un'unica cupola, mentre ritiene la pista seguita dal giudice Salvini l'unica ragionevole fra quelle "nazionali": all'origine della strage ci sarebbero stati i neonazisti di Ordine nuovo.
  Daniele Rocca
| Vedi di più >
Note legali