Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Lo straniero

Albert Camus

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12 febbraio 2015
Pagine: 157 p., Brossura
  • EAN: 9788845277634

14° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa straniera - Classica (prima del 1945)

Salvato in 1318 liste dei desideri

€ 11,40

€ 12,00
(-5%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Lo straniero

Albert Camus

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Lo straniero

Albert Camus

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Lo straniero

Albert Camus

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (16 offerte da 11,40 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un romanzo tradotto in quaranta lingue, da cui Luchino Visconti ha tratto nel 1967 l'omonimo film con Marcello Mastroianni. Introduzione di Roberto Saviano.

«Ho letto molte volte Lo straniero, l’ho letto da ragazzino ascoltando Killing an Arab dei Cure, quando ancora Robert Smith non era stato costretto a modificare il titolo in Kissing an Arab. L’ho riletto altre volte nel corso della mia vita e ho avvertito la solitudine del protagonista come la vera carta universale di appartenenza al genere umano. Ma resta sempre la prima sensazione. Il caldo e il sole accecante, la sabbia umida sotto i piedi, la paura mortale di aver sbagliato tutto senza sapere perché e la voce squillante di Robert Smith che accompagna quest’incubo: “I’m alive, I’m dead, I’m the stranger killing an Arab.» - Roberto Saviano

Pubblicato nel 1942, "Lo straniero" è un classico della letteratura contemporanea: protagonista è Meursault, un modesto impiegato che vive ad Algeri in uno stato di indifferenza, di estraneità a se stesso e al mondo. Un giorno, dopo un litigio, inesplicabilmente Meursault uccide un arabo. Viene arrestato e si consegna, del tutto impassibile, alle inevitabili conseguenze del fatto - il processo e la condanna a morte - senza cercare giustificazioni, difese o menzogne. Meursault è un eroe "assurdo", e la sua lucida coscienza del reale gli permette di giungere attraverso una logica esasperata alla verità di essere e di sentire.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,51
di 5
Totale 89
5
57
4
24
3
5
2
2
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Stefania

    06/04/2021 21:37:37

    La sensazione che ho provato nel leggerlo è di angoscia, un senso di vuoto, l'inutilità della vita. L'assoluto disinteresse del protagonista al quale è indifferente tutto, che si lascia travolgere dagli eventi senza reagire. Un romanzo che fa riflettere.

  • User Icon

    Piero

    27/03/2021 15:16:10

    Lettura che va capita, perché la storia di Meursault, impiegato che vive ad Algeri, ha una sua morale, un uomo a cui non importa di nulla. Che le cose vadano in un verso o in un altro poco cambia, tanto da affermare: "A morire ero sempre io, subito o tra vent'anni che fosse."

  • User Icon

    Tos

    23/03/2021 13:51:24

    Per quanto mi riguarda è uno dei migliori romanzi del secolo scorso. Assolutamente consigliato!

  • User Icon

    federica

    15/03/2021 23:15:47

    Libro molto intenso, da leggere assolutamente

  • User Icon

    Ariel

    01/02/2021 09:41:36

    Un uomo normale e la sua routine: un lavoro, un amore, le abitudini, gli amici. Poi l'improvviso omicidio di un arabo. Il movente è irrisorio, la condanna alla pena di morte inevitabile. Il giorno esiziale si avvicina, il desiderio di continuare a vivere diventa pressante e intollerabile. Linguaggio privo di parossismi: tutto è reale, tangibile.

  • User Icon

    Gelindo

    29/01/2021 04:44:38

    Da leggere

  • User Icon

    Licia

    17/01/2021 18:37:23

    Due cose mi hanno colpito di questo breve romanzo. La prima è l’assenza di sentimenti ed emozioni nel protagonista. Non esprime nessun giudizio o opinione in merito a ciò che lo circonda, non gli interessa vivere così come non gli interessa morire. La seconda è la scelta stilistica: lo stile è asciutto ed essenziale, le frasi sono brevi, concise e senza fronzoli. Colpiscono il lettore con decisione e crudezza, senza inutili divagazioni, ponendolo di fronte alla realtà dei fatti: “Ma tutti sanno che la vita non vale la pena di essere vissuta. In fondo sapevo che morire a trent’anni o a settanta importa poco […]. Dato che si muore, come e il quando non importa, era chiaro.” Romanzo consigliato, che sicuramente farà riflettere.

  • User Icon

    Valeria

    26/12/2020 14:25:47

    consigliato

  • User Icon

    Enrico

    19/12/2020 13:31:38

    Uno dei miei libri preferiti. Imprescindibile per capire molte persone ai giorni nostri, fra cui magari noi stessi. Sarò io un po' inetto, ma di fatto questo libro per me è stato molto importante. Magnifico

  • User Icon

    alemab85

    26/11/2020 18:50:55

    Il testo ha sicuramente una morale, ma non sono riuscita ad apprezzarlo perché il protagonista ha proprio l'atteggiamento che non sopporto: anaffettivo. Sicuramente si fa leggere perché è scritto in maniera fluida.

  • User Icon

    Renzo Montagnoli

    22/09/2020 15:41:27

    “Oggi è morta mia mamma. O forse ieri, non so” Già l’incipit, che riporto sopra, offre una visione, se pur ancor approssimativa di quel che è Meursault, il protagonista, un francese che risiede in Algeria e che in prima persona descrive la sua vita come se questa gli fosse estranea, come se lui vedesse solo da osservatore il procedere degli eventi. E in effetti, insensibile a qualsiasi approccio affettivo, lascia scorrere l’esistenza di cui appare più soggetto passivo che artefice. Diviso in due parti il romanzo porta alla conclusione un Meursault che uccide senza motivo, che viene condannato alla ghigliottina e che solo quando avverte che la sua fine è imminente prova per la prima volta un desiderio, quello di ricominciare, di ricostruirsi una nuova vita, come aveva fatto sua mamma quando lui l’aveva rinchiusa in un ospizio. Lo straniero è un’opera di grandissimo spessore, anche se di primo acchito e affrontata con superficialità potrebbe apparire dimessa. La forza straordinaria del libro è che in realtà non porta nessun insegnamento, ma dopo averlo letto si avverte chiaro che in noi è cambiato qualcosa e che se anche non è stata una lezione però ha avuto un risultato eccezionale, nel senso che ci apre la piccola porta attraverso la quale entriamo nel mondo, ingresso che sarà tanto più redditizio quanto più giovani saremo, perché è evidente che è pressochè impossibile ritornare a vivere da vecchi. Alla luce di questo Lo straniero non è il classico romanzo con una trama che avvince, che appassiona, bensì è una meditazione sull’approccio di una persona con il mondo e il vero valore dell’opera, che la rende più che mai attuale, risiede nell’incompletezza dell’essere umano, nella sua assurdità di essere al contempo né morale e nemmeno amorale, un’ambiguità da cui non riusciamo, ma anche non vogliamo uscire.

  • User Icon

    Federica

    17/08/2020 11:25:03

    Camus scrive in modo meraviglioso e la storia è una di quelle che apre la mente e fa riflettere.

  • User Icon

    Elena

    04/07/2020 13:49:57

    "Lo straniero" è stata la mia prima lettura di Albert Camus. Molte sono le riflessioni che - ad una settimana dalla conclusione del libro - mi porto dento, e che continuano a smuoversi nella mia mente. Una narrazione che si snoda attorno a molteplici parole chiave, tra cui il "caso" e "l'assurdo", che sono alla base dell'incapacità dell'essere umano - in questo caso del protagonista Meursault - di controllare gli eventi che caratterizzano l'esistenza. Meursault, è dunque un uomo estraneo alla società conformista e moralista della sua epoca, è un essere umano apatico e privo di fede religiosa che si abbandona agli eventi che semplicemente gli accadono.

  • User Icon

    Morris

    27/05/2020 23:50:04

    Una lettura illuminante e terribilmente attuale che andrebbe inserita nei programmi scolastici.

  • User Icon

    ross

    17/05/2020 19:27:27

    è un libro che ti segna dentro. gli argomenti trattati e la storia in sè è qualcosa di magico!

  • User Icon

    plex82

    17/05/2020 18:02:54

    Questo è a tutti gli effetti un caposaldo della letteratura mondiale. Leggendo questo libro si ha la sensazione di entrare in qualcosa di assoluto che non ci può essere spiegato, il senso della vita e della morte a mio modesto avviso. Da leggere almeno una volta nella vita

  • User Icon

    D

    17/05/2020 11:51:09

    Romanzo breve, asciutto, che invita a riflettere sulla complessità dell’animo umano e sul rapporto tra moralità e giustizia.

  • User Icon

    Gianma

    17/05/2020 08:45:33

    Lo straniero è il più bel libro di Camus, un libro immortale, capace di tramortire il lettore e lasciarlo al termine della lettura con una montagna di domande senza risposta. Siamo tutti stranieri? Un libro necessario.

  • User Icon

    Andrea

    17/05/2020 07:28:05

    All’inizio fatichi a capirlo. Segui alcuni attimi della vita di una persona a te sconosciuta. Fatichi persino a capire perché faccia ciò che fa. Lo vedi lasciarsi scivolare addosso cose piccole e grandi, eventi che accadono una volta quanto la quotidianità. Poi, poco a poco, capisci che sta parlando della condizione umana. Parla di te. Un romanzo scomodo, persino disturbante per la sua verità. Da non perdere assolutamente.

  • User Icon

    vincy

    16/05/2020 20:54:43

    molto bello ed emozionante

  • User Icon

    Frida

    16/05/2020 15:01:49

    Un romanzo potente sull'assenza di sentimenti, di scopo, di voglia di vivere. Lo straniero non esiste, esiste solo nelle nostre paure indotte o meno. Lo straniero siamo noi. Da leggere e rileggere

  • User Icon

    leobbry

    16/05/2020 14:06:19

    "Angoscia" la parola chiave di quest'opera intramontabile. Lo stile di Camus sicuramente, soprattutto se ad un primo incontro, non suscita nel lettore quella fluidità di lettura, nonostante lo stile apparentemente facile ma incredibilmente tagliente e graffiante. Detto ciò un libro che non è solo un libro. Un'esperienza.. ecco cos'è "Lo straniero" di Camus.

  • User Icon

    elena84

    16/05/2020 11:58:18

    Mi è piaciuto talmente tanto che l ho letto 2 volte per riassaporarlo meglio

  • User Icon

    Gaia

    15/05/2020 22:06:03

    Il protagonista è un uomo privo di emozioni, illusioni, speranze. Egli si sente un estraneo e questo divorzio tra l'uomo e il mondo è propriamente il senso dell'assurdo. Tutto gli è indifferente. Fin dall'inizio sembra mancare una risonanza emotiva in lui, persino dinanzi alla morte della madre. Il suo deficit emotivo è incredibile, ma d'altronde, come sottolinea sempre il filosofo Galimberti, i sentimenti bisogna formarli, non sono dati per natura. Il senso dell'assurdo, di cui ci parla l'autore, è ancora più chiaro con la successiva lettura di un'altra opera meravigliosa di Camus "Il mito di Sisifo".

  • User Icon

    Gabriele Piccione

    15/05/2020 17:06:36

    Impossibile rimanere indifferenti.. all'indifferenza che regna sovrana in questo romanzo.. la storia di un uomo qualunque, incapace di distogliersi dall'indifferenza di tutte le cose che succedono: dalla morte di sua madre, alla quotidianità, all'amore per una donna, e persino.. all'assassinio di un uomo, all'incarcerazione fino alla condanna a morte! Poche pagine da leggere tutte d'un fiato, ma che fanno riflettere molto

  • User Icon

    le

    14/05/2020 20:41:34

    incredibilmente perfetto

  • User Icon

    Gianluca

    14/05/2020 10:16:03

    Lo straniero rientra tra i grandi capolavori dello scriittore Albert Camus. Un libro che mi ha lasciato, sin dalle prime battute, una sensazione di sconcerto e di vuoto. Volontariamente lento e piatto per trasmettere al lettore la sensazione di vuotezza che coinvolge il protagonista del libro per tutta la durata del racconto. Il libro mi è piaciuto molto e, per questo motivo, è assolutamente consigliato!

  • User Icon

    federica

    14/05/2020 07:19:15

    Un libro come pochi. L'ho letto più volte ed ogni volta riesce a stupirmi. L'esistenzialismo di Camus si fa comprendere a tutti. Amerete ed odierete il protagonista, vi farà riflettere ed arrabbiare. Un capolavoro.

  • User Icon

    nenny

    12/05/2020 21:52:50

    il libro più bello che in questa quarantena abbia letto. Non ci sono parole per descriverlo.

  • User Icon

    rosa

    12/05/2020 18:52:57

    "Oggi la mamma è morta. O forse ieri, non so" Il protagonista non partecipa alla vita, la vive in maniera distaccata e apatica. Partecipa al funerale della madre ma non vive emozioni, non piange. Vive una vita monotona, non ha un opinione, non ha coinvolgimento in niente. E' un estraneo della società in cui viviamo, tematica evidente per tutto l'arco del libro. Non mi ha colpito tanto quanto "La peste", tuttavia non posso che apprezzare il modo di scrivere di Camus.

Vedi tutte le 89 recensioni cliente
  • Albert Camus Cover

    Scrittore, filosofo, saggista, drammaturgo e anarchico francese, importantissimo esponente dell'esistenzialismo. Albert Camus nacque in Algeria, dove studiò e iniziò a lavorare come attore e giornalista. Affermatosi con il romanzo "Lo straniero" e con il saggio "Il mito di Sisifo", raggiunse un vasto riconoscimento di pubblico nel 1947 con "La peste". Dal 1940 a Parigi, partecipò alla resistenza. Nel dopoguerra fu caporedattore del giornale "Combat". Nel 1957 ebbe il nobel per la letteratura (con questa motivazione: "per la sua importante produzione letteraria, che con chiarezza e onestà illuminai problemi della coscienza umana nei nostri tempi"). Morì in un incidente automobilistico, a Villeblevin. Fra i titoli più celebri di Camus... Approfondisci
Note legali