La tagliatrice di vermi e altri racconti

Gaetano Barreca

Editore: Wip Edizioni
Collana: SpazioTempo
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 13 ottobre 2017
Pagine: 168 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788884594341
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
È un'Italia intrisa di superstizione e religione, di tradizioni e sentimenti, quella ritratta nei sette racconti del testo. Una voce bianca, i fascisti e le streghe masciàre. Una donna che si fa beffe del prete. Le faide familiari condite di pettegolezzi e dicerie... e molto altro. La vita fra i vicoli della città vecchia di Bari, fra panni stesi e orecchiette fresche, edicole votive e profumo di caffè, quello offerto agli ospiti nel segno della migliore accoglienza italiana. Preparatevi a entrare in un mondo d'altri tempi, a respirarne il "profumo" e a gioire, temere, amare con i personaggi di questi racconti. Perché a volte nel passato si nascondono gli insegnamenti più importanti.

€ 11,40

€ 12,00

Risparmi € 0,60 (5%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 10 gg

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessia

    25/11/2018 15:42:35

    Magia, religione, superstizione e credenze popolari sono gli ingredienti che Gaetano Barreca amalgama con maestria nella bellissima raccolta di racconti. Un viaggio nella Bari Vecchia alla scoperta delle tradizioni più arcaiche, della grande generosità del popolo barese, delle sue feste religiose, delle bellezze architettoniche, dei vecchi miracoli attraverso trent'anni di storia italiana, dagli anni Quaranta agli anni Settanta. Un viaggio sensoriale nel pieno del folklore barese, dove si intrecciano storia e racconti popolari, vita e morte, salute e malattia, amore e odio, amicizia e senso di rivalità, desiderio di primeggiare e umiltà, la capacità di ammettere i propri errori e i modi più strambi per riparare a essi, l'ingegno e il pettegolezzo. È un intreccio di vite che spesso si ritrovano nei vari racconti, uno sguardo vero e disincantato, senza pregiudizi ma con il solo interesse a scoprire e raccontare, perché il folklore sopravviva nella memoria di ci resta. Un piccolo gioiellino da custodire, prestare e regalare e che in poche ore di lettura, complice anche con linguaggio semplice, ironico, evocativo e la divisione in due parti - la prima dedicata a Racconti ispirati alla tradizione e la seconda ad Articoli e ricerche che hanno dato vita al libro e che si muovono nell'intento di svelare i misteri dietro le tradizioni narrate - sazierà la vostra voglia di conoscenza di arcani misteri ma getterà anche il seme della curiosità verso le tradizioni popolari e la loro riscoperta.

  • User Icon

    Imma

    19/11/2018 10:51:53

    C'è rispetto, e delicatezza, nel modo in cui Gaetano Barreca ha saputo trattare la tradizione popolare barese. Sette preziosi racconti, che compongono la prima parte di questo libro, nel quali temi come l'amore, il razzismo, la guerra e la geografia architettonica (sembra strano da leggersi, ma è così) sono attori protagonisti insieme alla superstizione. La fata della casa, la tagliatrice di vermi e le Masciàre (Steghe del Sud Italia) alcune delle figure cardine del libro. Nella seconda parte ritroviamo la sezione Articoli e Ricerche, nella quale Gaetano ridimensiona l'aura di superstizione popolare e ci fornisce nozioni storiche chiarificatrici che nulla tolgono alla magia presente nel testo. Da barese mi sono sentita rispettata e orgogliosa, e non ringrazierò mai abbastanza Gaetano per avermi dato la possibilità di leggere questo libro. Unico neo? Avrei voluto che non finisse mai e che magicamente le pagine potessero moltiplicarsi. È incredibile che qualcuno nato altrove sia riuscito a cogliere la bellezza della mia città, e lo abbia fatto in modo da non sbeffeggiare e sminuire, anzi! Grazie Gaetano, davvero!

  • User Icon

    Roberta G.

    09/05/2018 10:55:27

    Racconti da "Mille e una notte!" Leggendo questo libro ho fatto un tuffo nel passato. Anche la mia nonna, era una segnatrice. Era molta orgogliosa di quello che faceva e quando era all'opera non lasciava assolutamente sfuggire nulla, in quanto sosteneva che non poteva avere buon esito il suo intervento nel caso qualcuno cercava di captare qualche parolina del suo rituale. Ha curato dai vermi tanti bambini che prontamente guarivano dal loro mal di pancia. Purtroppo nessuna nipote compresa me che ha vissuto fino agli ultimi giorni con lei, ha ereditato questo dono. Credenza popolare o no, sono contenta di aver avuto una nonna ricercata e famosa come la mia. Questo libro è splendido, da leggere tutto d'un fiato!

  • User Icon

    n.d.

    30/11/2017 12:46:15

    Dal suo arrivo l'ho già letto e riletto. Ci sono molti spunti e leggo di tradizioni di una città in cui vivo da anni, ma che non conosco ancora bene. Consigliatissimo!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione