-25%
Tangenziali. Due viandanti ai bordi della città - Gianni Biondillo,Michele Monina - copertina

Tangenziali. Due viandanti ai bordi della città

Gianni Biondillo,Michele Monina

Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
Editore: Guanda
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 11 febbraio 2010
Pagine: 308 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788860884503
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 12,75

€ 17,00
(-25%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Tangenziali. Due viandanti ai bordi della città

Gianni Biondillo,Michele Monina

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Tangenziali. Due viandanti ai bordi della città

Gianni Biondillo,Michele Monina

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Tangenziali. Due viandanti ai bordi della città

Gianni Biondillo,Michele Monina

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 17,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Milano sta cambiando. Archiviata dolorosamente quella "da bere", del rampantismo anni Ottanta, la città si sta trasformando da capitale della moda e della finanza a moderna metropoli multietnica che ambisce a un ruolo sempre più centrale nella cultura europea e occidentale. Presa coscienza che esistono molti modi per conoscere una città, e molti modi per raccontarla, Gianni Biondillo e Michele Monina, il primo scrittore fortemente attaccato alla sua città, e il secondo, milanese d'adozione, da sempre appassionato di psicogeografia, decidono di mettere da parte lo spirito del flâneur e per una volta di intraprendere un viaggio programmatico da fare insieme: un giro intorno alla città dove l'uno è nato e l'altro è arrivato una decina d'anni fa e che ancora non sono riusciti a decodificare. Seguendo il margine della tangenziale di Milano, i due scrittori cercano di tracciare una mappa della città a partire dai suoi contorni. I viandanti della tangenziale mette in scena luoghi, personaggi, aneddoti, storie, traiettorie sghembe, percorsi d'acqua, cantieri in corso, polaroid di periferie, suggestioni psicogeografiche, appunti di fisiognomica cittadina, materiali vari raccolti durante i lunghi tragitti, fatti rigorosamente a piedi.
2,83
di 5
Totale 6
5
0
4
3
3
1
2
0
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
  • User Icon

    Paolo

    25/02/2014 10:00:41

    ...Per evitare equivoci, è meglio dire quello che questo libro NON è : NON è una guida Turistica, NON è un invito fotografico a visitare l'"Hinterland" Milanese, NON è una guida delle architetture abitative e costruttive degli ultimi 60 anni ... Però è un bellissimo vagabondaggio di due amici, che più diversi non potrebbero essere, con i loro pensieri, i loro ricordi, i loro gusti e preferenze, assolutamente differenti, a cavallo ed intorno alla tangenziale di Milano... A me personalmente è piaciuto molto ed ha messo una gran voglia di fare altrettanto nella città di residenza (Torino) che ha altrettante storie da raccontare ... Certo, non tutto è perfetto e qualche volta la verbosità e le divagazioni(specie di Monina) prendono un po' la mano, ma alla fine si rimane molto soddisfatti e finalmente si capisce cosa è la "Psicogeografia" ... Vale veramente tutto il libro il pezzo finale (nell'ultima tappa) di Biondillo sullo ZioArmando (scritto così, tutto attaccato...), di un dolce struggimento e malinconia impagabili ! ... Anche questa è Milano, come direbbero i due protagonisti ...

  • User Icon

    Mauro

    10/06/2011 07:55:02

    Un libro inutile. Si parla di "psicogeografia" ma altro non è che una sbrodolata di chiacchere dei due autori che non descrivono quasi nulla del paesaggio che vedono nel corso delle loro tappe. Pagine e pagine per parlare di loro, del loro lavor, dei loro amici musicisti, poche parole per liquidare i posti dove passano nel loro viaggio. Brutto, brutto, brutto. E un vero peccato per un'occasione sprecata perchè l'idea era veramente buona.

  • User Icon

    daniela pizzigoni

    02/09/2010 22:21:45

    bellissimo! Mi ha fatto venir voglia di provare a fare lo stesso giro! E infatti qualcuno a Milano ci ha gia' pensato. Carina la doppia interpretazione di ogni tappa. Bravi e originale l'idea

  • User Icon

    Patroclo

    14/03/2010 19:29:08

    per quanto mi concerne il pregio principale di questo libro sta proprio nella mancanza di pretese; i due autori cercano soprattutto di divertirsi e comunicare al lettore il proprio divertimento, senza ambizioni sociologiche (seppure ogni tanto un pó di retorica in questo senso qua e lá affiori) e senza che la cosa debba andare oltre appunto a una "Zingarata"; credo sia stato un esperimento riuscito

  • User Icon

    marco

    04/03/2010 23:51:15

    Pessimo! LO salva appena Biondillo con alcune analisi e dati, ma per il resto davvero pessimo. "La psicogeografia è andare alla deriva anche nella scrittura". E a Michele Monina è riuscito benissimo. Una buona idea è stata trasformata in un libro brutto e per lo più quasi inutile. "Io non so cosa ho capito di tutto ciò, - scrive Gianni Biondillo alla fine del percorso, - non so a cosa sia servito: so che dovevo farlo. So che mi è piaciuto, che nella sua disorganizzazione dilettantesca sarà per me irripetibile. Ma era proprio lo spirito da cialtroni che ci ha accompagnati che gli ha dato sapore e che non potrà essere replicato". E per fortuna viene da dire. E per fortuna poi che c'era Biondillo. Fosse stato per Monina ci saremmo fermati a sapere che ovunque c'è una via Di Vittorio, che le tangenziali sono costeggiate di tanti cimiteri, che non sopporta culattoni e froci e che dei campi rom non gliene frega un cazzo (espressioni e dichiarazioni tutte sue). Del resto il libro si poteva anche chiudere a pagina 51, risparmiandoci le altre 250, per ammissione sincera dello stesso Biondillo. "Perché per Michele la questione non si poneva: qualunque luogo visitassimo era «un posto di merda». Punto. Aveva una teoria preventiva, ogni suo passo, ogni suo sguardo, doveva solo confermagliela". Viene da chiedere a Biondillo cosa se lo sia portato dietro a fare. Non un'analisi, ma solo esercizio di bella scrittura (non sempre). Un libro, come dicevo, quasi inutile e brutto anche nelle fotine alla fine di ogni tappa. Se la psicogeografia deve esser questa, meglio lasciar stare.

  • User Icon

    nicola

    01/03/2010 17:38:45

    Entusiasmante l'idea, così così la realizzazione. Molto interessante il tentativo di "andare a fondo" nella città infinita, utilizzando gli strumenti propri della deriva situazionista, che ultimamente sembra tornata di gran moda, ed ispirandosi a due maestri come Ballard e Sinclair. Alcuni limiti evidenti nella narrazione: 1.Struttura del libro "doppia" a volte ridondante, meglio una narrazione condivisa che "ricompiesse" metaforicamente il viaggio 2.inutili le foto piccole ed in bianco e nero, meglio un dvd cpme per london Orbital, stesso dicasi per le minime mappe, piuttosto sarebbe stato bello fare delle "mappe emozionali" . 3.I due narratori non sono ben assortiti: Monina è molto simpatico e spiritoso ma rimane inchiodato ad un continuo ed alla fine stancante "questo posto fa schifo", Biondillo tenta alcuni approfondimenti ma, a parte alcune notazioni interessanti da architetto (es. la storia del Marchiondi),sembra proporre una sociologia sentita e strasentita:la città infinita,la villettopoli, l'interesse generativo della periferia come "città vera" che sorregge quella "vetrina" del centro,il recupero del pop e del trash,la (doverosa ma noiosa)critica al sistema politico ed alla sua cattiva o nulla progettazione dello spazio pubblico. Ne risulta alla fine una specie di romanzo picaresco, entro il quale si racconta molto poco di quello che si vede e troppo si insiste sull'autoironia, che alla fine risulta falsa. Volendo sintetizzare:un po' troppo ego, un po' poca psico, pochissima geo.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Gianni Biondillo Cover

    Architetto e saggista scrive per il cinema e per la televisione. Fa parte della redazione di Nazione Indiana. Ha pubblicato per l'Universale di Architettura diretta da Bruno Zevi, Carlo Levi e Elio Vittorini. Scritti di architettura (1997) e Giovanni Michelucci. Brani di città aperti a tutti (1999). Nel 2001 ha pubblicato, per Unicopli: Pasolini. Il corpo della città, con un'introduzione di Vincenzo Consolo. Il suo primo romanzo, nel 2004 per i tipi di Guanda, è Per cosa si uccide, "un tributo di riconoscenza dello scrittore verso la propria città, che viene descritta in tutte le sue molteplici sfaccettature". Sempre per Guanda sono usciti Con la morte nel cuore  (2005), Per sempre giovane (2006), Il giovane sbirro (2007) e nel 2008 la raccolta di saggi... Approfondisci
  • Michele Monina Cover

    Nato ad Ancona, vive a Milano da quasi quindici anni. Scrittore e critico musicale, traduttore, autore televisivo, reporter di importanti testate. Ha pubblicato opere biografiche di artisti e di sportivi famosi e opere sulla cultura popolare. Traduttore di autori e personalità del mondo musicale importanti (Chuck Palaniuk, Lou Reed, Nick Hornby, Eminem...). È autore dello spettacolo televisivo, condotto da Ambra Angiolini, Stasera niente Mtv. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali